Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mar 4 - 1:28
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Comunicato stampa M5S Torino - 25 Luglio 2012

Passate le elezioni, vendute le aziende

Oggi la maggioranza ha approvato la vendita dei rifiuti e dell'inceneritore dei torinesi, una operazione a cui il Movimento 5 Stelle è da sempre contrario e che ha ostacolato in ogni modo.

"La politica getta la maschera e svende i beni comuni nonostante la volontà contraria degli italiani, espressa dai referendum e ribadita pochi giorni fa dalla Corte Costituzionale" dichiarano i consiglieri comunali Bertola e Appendino. "Dove sono finite tutte le promesse della campagna elettorale di Fassino?"

Il PD almeno è coerente con i suoi folli progetti di finanza globale, che hanno costruito i miliardi di euro di buco di Iren, a cui si vorrebbe affidare pure un inceneritore che metterà a rischio la salute dei torinesi.

SEL e IDV, invece, dovrebbero spiegare come hanno potuto promettere di difendere i beni comuni e rispettare il referendum per poi non opporsi a questa vendita. SEL - quando il suo segretario tornerà dalla vacanza a Cuba per cui oggi era assente - deve spiegare perché il lunedì mattina sui giornali chiede un rinvio dell'operazione e il lunedì sera in aula vota contro il rinvio, o perché dichiara di voler mantenere il 51% in mani pubbliche e poi vota contro l'emendamento che lo propone. IDV alla fine si è spaccata, uno a favore della vendita e uno fuori dall'aula: che linea ha il partito?

"L'impressione √® che, pi√Ļ che delle casse comunali e dei nostri rifiuti, ai partiti interessassero solo le beghe politiche per cambiare la maggioranza!" chiosano i due consiglieri.

« Archivio dei comunicati

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike