Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Lun 20 - 5:00
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Comunicato stampa M5S Torino - 13 Agosto 2012

Dopo Parma, Iren brucerà il portafoglio dei torinesi?

Dopo le rivelazioni del giornale ParmaDaily.it sul piano industriale segreto dell'inceneritore Iren di Parma, che prevede una tariffa vincolata di 168 euro a tonnellata a carico della città ducale, ovvero il 70% in più del prezzo di mercato, la possibile acquisizione da parte di Iren di TRM e dell'inceneritore del Gerbido diventa un incubo per i torinesi.

"Se Fassino venderà a Iren l'inceneritore, che garanzie abbiamo che anche i torinesi non dovranno pagare per smaltire i propri rifiuti quasi il doppio del prezzo corretto?" chiedono i consiglieri Bertola e Appendino. Iren dimostra difatti con questi comportamenti di non essere al servizio dei cittadini che in teoria la controllano, ma di agire per arricchire le proprie casse, come una cassaforte in mano alla classe politica di centrosinistra che ne nomina gli amministratori.

Questo è particolarmente inquietante se pensiamo che Iren è di fatto il monopolista della fornitura di elettricità alle famiglie torinesi, lo sta rapidamente diventando per l'energia termica grazie alla diffusione del teleriscaldamento, e lo diventerà per i rifiuti se comprerà Amiat e TRM, rendendo Torino completamente dipendente da questa società.

"I rappresentanti di Torino in Iren sapevano di questo accordo a danno dei cittadini di Parma? Lo hanno sostenuto o condiviso?" chiedono ancora Bertola e Appendino. "Quali direttive dà Fassino a Iren: gestirla nel pubblico interesse, o nell'interesse privato della classe politica che la gestisce?"

Si tratta di una classe politica peraltro che lascia molto a desiderare, viste ad esempio le recenti disavventure fiscali del notaio Chianale, presidente dimissionario di FSU. D'altra parte Iren ha oltre tre miliardi di euro di debiti, di cui almeno 800 milioni sulle spalle dei torinesi: una gestione fallimentare.

Queste domande saranno poste formalmente dal Movimento 5 Stelle a Fassino in una interpellanza da discutere alla ripresa dei lavori. Per una volta, Fassino vorrà rispondere ai torinesi o rimarrà perso nei suoi sogni di ribalte nazionali e avventure finanziarie con i beni comuni?


- Link all'articolo di ParmaDaily: http://www.alicenonlosa.it/Default.aspx?Page=DET&ID=81490
- Link all'approfondimento del Movimento 5 Stelle Torino: http://www.movimentotorino.it/2012/08/iren-la-multiutility-molto-utile-al-pd.html

« Archivio dei comunicati

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike