Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Lun 3 - 22:19
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Comunicato stampa M5S Torino - 11 Settembre 2012

La mafia nel Tav c'è già?

Il Movimento 5 Stelle, durante la seduta odierna della commissione antimafia del Comune di Torino dedicata all'audizione del commissario Tav Mario Virano, ha sollevato il problema delle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nei lavori della Torino-Lione già in corso.

In un dossier di 64 pagine elaborato dal Movimento No Tav sono infatti descritti e provati tutti gli elementi che gravano su diverse aziende che lavorano nel cantiere di Chiomonte e sui loro soci, a cominciare dalle famiglie Martina e Lazzaro, già coinvolte nell'inchiesta Minotauro, per venire al Consorzio Valsusa-Piemonte Imprese per lo Sviluppo, presieduto dall'ex parlamentare DS Luigi Massa, che comprende - oltre alla nuova impresa dei Lazzaro denominata Italcostruzioni - diverse aziende riconducibili a persone già in passato arrestate o condannate in inchieste relative ad appalti per lavori pubblici in Piemonte, come quella in cui furono coinvolti l'allora viceministro Martinat e l'imprenditore Gavio.

L'osservazione per cui le gare vinte da queste aziende sono state aggiudicate in Francia, dove non esiste una legislazione antimafia, è fonte di ulteriore preoccupazione.

"Ben venga la dichiarazione di intenti contro future infiltrazioni mafiose nei lavori del Tav, ma bisognerebbe prima capire come determinate aziende siano già ora arrivate a lavorare a Chiomonte e agire di conseguenza" dichiarano i consiglieri Bertola e Appendino. "Le grandi opere italiane, nonostante i proclami, sono sempre state infiltrate dalle mafie: è ingenuo pensare che il Tav possa fare eccezione."

- Link:
Dossier dei No Tav:
http://issuu.com/notav.info/docs/presentazione_2_2?mode=window&backgroundColor=%23222222
Articolo di stampa sui legami tra Lazzaro, Martina e operazione Minotauro:
http://www.movimentotorino.it/file/italcoge-minotauro.pdf

« Archivio dei comunicati

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike