Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mar 23 - 15:34
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Le sacre parabole

(Italiano, Carpe Diem, giornalino del Liceo Cattaneo, Torino, Aprile 1991)

Questo pezzo uscì per la prima volta su "Carpe Diem", il giornale del mio liceo di cui ero l'addetto alle stupidaggini. Prima o poi metterò in solaio qualche copia scannerizzata.
Indimenticabili esempi di vite benedette dalla luce divina

Parabola dei mercanti

I mercanti marocchini entrarono nel tempio, ma Gesù disse: "Via, mercanti, brutti arabi bastardi!". E Gesù li cacciò dal tempio, specialmente perché non avevano pagato la tassa sugli accendini. E appena furono usciti Gesù tirò fuori gli accendini e cominciò a venderli senza pagare le tasse. E i marocchini andarono all'ufficio tasse e dissero: "Perché Gesù può vendere accendini e noi no? E i nostri accendini sono meglio, perché quelli di Gesù si rompono subito e se chiedi il rimborso ti moltiplica un pesce in faccia!". E l'uomo dell'ufficio tasse cominciò a timbrare il naso ai marocchini e li timbrò tutti, cosicché ottenne un aumento di stipendio e il pagamento degli straordinari. Allora uno dei marocchini pensò: "Ecco perché! Lui ha uno sponsor e noi no!". E allora i marocchini si recarono alla sede della "Allah Corp. Ltd." e si fecero sponsorizzare, cosicché quando entrarono nel tempio e Gesù li insultò, la "Allah Corp. Ltd." fece una joint venture con la "Dio s.p.a." e insieme stabilirono il monopolio sul mercato delle anime e alzarono i prezzi, così ai più poveri che non potevano pagare la bolletta fu negata la resurrezione eterna e furono concessi solo cinque minuti per salutare i parenti.

MORALE: Il metano ci dà una mano.


Parabola della matematica

y=2x2+3x+5.

Parabola del peccatore

Un peccatore dall'anima nera fu illuminato dalla luce divina (anche Dio invecchia, e ogni tanto deve accendere la lampada per leggere, anche se Si annoia un po' perché, essendo onnisciente, sa già come va a finire il libro). E il peccatore pensò: "Devo pentirmi il più presto possibile, altrimenti perderò le gioie del Paradiso e in particolare quella pizza che fanno così buona alla mensa." Ed egli si recò nella grande chiesa e cercò il confessore, e il confessore lo accolse con grande gioia, giacché nessuno ancora era venuto e la cassetta delle offerte era vuota. Per dieci ore il peccatore elencò i propri nefandi peccati, ma il confessore lo accolse sempre con un sorriso e una parola di conforto, dicendo che era solo sfortuna se non era ancora riuscito ad entrare nel Guinness dei Primati. Alla fine, stremato dalla fatica della confessione e da quei cavolo di vestiti che gli toccava portarsi addosso, lo assolse. E il peccatore rinato disse: "Ora sì che la mia coscienza non mi tormenterà più e glorificherà il Signore in tutto il Suo fulgore! Ora posso andare e fare stragi senza preoccupazione!". E uscì e fece strage di fedeli.

MORALE: Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi.


Parabola dell'Apocalisse

Un giorno Dio guardò in terra e pensò che le cose non andavano più come un tempo. Il mondo non risuonava più di una celeste armonia, specialmente da quando aveva creato l'heavy-metal. A questo punto, non restava altro da fare che una grande apocalisse. Ed egli originariamente la fissò per il 13 giugno, ma dovette posticiparla di un giorno in quanto per quella data lo stadio di Wembley era già prenotato per un concerto heavy-metal e gli altri stadi erano troppo piccoli per garantire un incasso tale da coprire le spese. Il 14 giugno, lo stadio si riempì rapidamente. Tutti accorrevano per assistere a quello storico evento, e molti rimanevano fuori senza biglietto. Allora il Signore, nella Sua infinita bontà e misericordia, nonché per poter rivendere i biglietti, incenerì tutti i presenti e ne fece entrare di nuovi. Ma questi videro lo stadio tutto pieno di cenere, e inveirono contro i divini spazzini. E allora gli spazzini presero a spazzargli il naso e la bocca, ma il Signore si adirò perché il cliente ha sempre ragione, e voleva incenerire anche loro. Ma Gesù Cristo buono e santo intercesse per loro, moltiplicando gli aspirapolvere e vendendoli porta a porta insieme a Maddalena che attraeva i clienti. E il Signore distribuì il ricavato tra i propri ministri, affinché vivessero in pace e potessero fare la pubblicità per l'8 per mille.

MORALE: A caval donato non si guarda in bocca.

Torna alla categoria "Satira e racconti"

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2019 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike