Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Dom 28 - 1:36
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Newsletter del M5S Torino inviata in data 20 Gennaio 2012

Newsletter n° 2 - 2012

MoVimento 5 Stelle TORINO


Newsletter n.2 del Gennaio  2012

**************************************************************************

 

Se Fassino avesse avuto una banca...

(di chiara appendino) 19.01.12 23:52

Il giorno dopo la dichiarazione di Fassino, della "coraggiosa" scelta dell'uscita della città di Torino dal Patto di Stabilità, abbiamo chiesto formalmente al Sindaco di venire in aula a riferire in merito alle motivazioni e alle conseguenze che ne derivano.

Allora il Sindaco lo aveva definito un patto "stupido" e aveva dichiarato: (http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/politica/articolo/lstp/436213/) " Rispettare i limiti ci avrebbe costretti a infierire un colpo durissimo al sistema economico della città - spiega Fassino -. Con questa scelta invece a fine anno pagheremo alle imprese 450 milioni offrendo loro una boccata d'ossigeno".

Incredibilmente, nell'arco di pochi giorni, il quadro dipinto da Fassino sembra però essere profondamente cambiato...Sarà la diversa platea....     SEGUE

 

 

 

Ancora sugli attraversamenti pedonali

(di Vittorio Bertola) 18.01.12 17:51

Lo confesso: per molte settimane, man mano che l’incidente di corso Peschiera si allontanava nel tempo, ho pensato che anche questa volta lo Stato avrebbe “gettato la spugna con gran dignità”, come diceva De André. Infatti non vi era traccia dei colpevoli, né avevano alcun esito gli appelli a chi sapeva e li stava probabilmente proteggendo; dopo aver frettolosamente rimosso le strisce in quel punto, si erano soltanto più sentite polemiche strumentali tra politici sull’efficacia del tipo di ringhiere adottato.

Lunedì il consiglio comunale ha finalmente approvato all’unanimità la nostra mozione presentata il 17 ottobre, che chiedeva di censire e mettere in sicurezza tutti gli attraversamenti pedonali non semaforizzati sui grandi viali; dopo aver giaciuto per due mesi in attesa di discussione in commissione, giaceva in attesa di votazione in aula dal 12 dicembre; una volta la maggioranza non era pronta e ne chiedeva il rinvio, l’altra volta eravamo troppo presi dagli aumenti delle tariffe e non c’era il tempo di discuterne. Una mozione del consiglio comunale non cambia di per sé la realtà - è molto più importante la volontà concreta dei dirigenti comunali, che hanno il vero potere di fare le cose - ma è almeno un segno di interesse e una richiesta di impegno all’amministrazione, con in più l’obbligo di ritrovarsi dopo quattro mesi per verificare cosa è stato fatto. Io avevo invitato tutti i consiglieri a firmarla, se lo volevano, e comunque a votarla all’unanimità; e così è stato, senza distinzioni.......      SEGUE

 

 

Torino sperimenterà il bilancio partecipativo?

(di chiara appendino) 16.01.12 11:09

Questa settimana è approdata per la prima volta in commissione bilancio la nostra proposta di sperimentazione del "bilancio partecipativo".
La mia prima impressione è stata che molti consiglieri conoscessero ben poco o addirittura non avessero mai sentito parlare dello strumento, impressione confermata dopo una decina di minuti di dibattito.

Suddetta impreparazione, in parte, è giustificabile per due motivi: il primo è che non è stato facile spiegare in pochi minuti la proposta di mozione a soggetti che non conoscevano la materia (tanto è che credo di non essere stata del tutto compresa avendo dato per scontate alcune conoscenze); il secondo è che si tratta di uno strumento nuovo per la città di Torino.

Alcuni consiglieri hanno espresso palesemente contrarietà, definendolo uno strumento contrario al principio della delega rappresentativa, secondo il principio per cui "io eletto democraticamente non ho la necessità di far re-intervenire i cittadini direttamente nel decidere come spendere una parte del bilancio". Posizione diversa invece quella dell'Assessore che ha evidenziato alcuni limiti (che credo siano superabili) dello strumento in termini di applicazione, ma ha colto con interesse la nostra proposta........  SEGUE

 

 

Verticalife: Che viaggio del CUBO

(di Viviana Ferrero (detta Vivi Rosso)) 19.01.12 23:49

Sono apparsi come cubi di legno compresso abbandonati da qualche camion in posti strategici della città e ci rimarranno fino al 26 febbraio 2012, per poi essere donati alla Circoscrizione.

I cubi sono in P.zza Corpus Domini - P.zza Statuto - P.zza XVIII dicembre fronte Stazione Porta Susa - P.zza Duca d'Aosta - P.zza San Secondo. e sono assolutamente irrispettosi del contesto in cui sono stati posizionati e per nulla graditi ai cittadini.

Ma la loro storia inizia il 30 novembre in Circoscrizione quando, nonostante le mie proteste viene concesso il contriibuto di 3900 euro all'Associazione Verticalife

relativamente al progetto di una mostra fotografica che prevede la realizzazione di 5 installazioni collegate da un percorso di orienteering urbano e 5 serate/incontro sui temi della mostra stessa.

SEGUE

 

 

Il rettangolo rosso

(di Serena Imbesi ) 18.01.2012 alle ore 10.41

 Pian piano nel tempo ci siamo resi conto (o forse no?) che il paesaggio della nostra Città e dei quartieri si è trasformata radicalmente.

La Circoscrizione 2 non moltissimi anni fa aveva campi agricoli e ampi spazi vedi che si sono trasformati in grandi palazzi e piccoli giardinetti.

Ancora ieri, in II Commissione, abbiamo parlato della costruzione di un edificio residenziale e un'area di servizi pubblici in Corso Tazzoli Via Paolo Sarpi.

L'area è edificabile ed il progetto presentatoci rispetta le regole del piano regolatore ma rispettare i cittadini e chi abita lì è ben altra cosa.

Per compensare il danno il progetto prevede un giardino pubblico la cui manutenzione sarà per sempre a carico dei costruttori e che verrà aperto al mattino e chiuso, in maniera automatica, la sera.

Protestano i residenti, accanto al futuro cantiere ci sono delle villette di inizio 900 che con la nuova costruzione non avrebbero più luce (hanno anche montato sui tetti dei pannelli solari) e privacy ed il tutto alimenterà un problema di viabilità già compromessa.

Ma il rettangolo non è l'unica “cosa rossa” della vicenda perchè il vero problema è il bilancio in rosso del comune che, come ormai sappiamo, svende il nostro territorio perché non ci sono più soldi, basti pensare che i residenti hanno chiesto tempo fa che le nuove costruzioni fossero basse (4 o 5 piani) invece avremo palazzi di 10 piani, questo perché, ci spiega uno tra i costruttori, il Comune guadagna di più se aumentano i piani.........      SEGUE

 

 

LE BALLE SUL PASSANTE FERROVIARIO...

(di Fabio Versaci Uomo Libero ) 18.01.2012 alle ore 12.25

Ieri sera in consiglio di circoscrizione 7 era presente l'Assessore Lubatti su richiesta dei consiglieri di minoranza per avere chiarimente sul passante ferroviario.

 Inizia il consiglio alle ore 18 con le domande all'Assessore da parte dei consiglieri(solo in 4 facciamo domande) gli si chiede quando finiranno i lavori, se ci sono i soldi e se il progetto iniziale verrà rispettato.

 Io gli chiedo conto per quanto riguarda l'inquinamento delle acque e delle montagne di terra che si vedono passando da corso principe oddone, se è a conoscenza che quelle montagne di terra sono piene di Cromo esavalente .....   SEGUE

 

 

Rifiuti, una risorsa da non bruciare

Da il M5S Piemonte - il 18/01/2012 15:46:47 |

 

.............

Nell'area interessata dall'inceneritore di Torino - Gerbido da tempo un nutrito e crescente gruppo di cittadini ha deciso di non accettare l'imposizione di un'opera così dannosa ed ha cominciato a fare informazione e attivare delle campagne di mobilitazione. Il Coordinamento Rifiuti Zero Torino - No Inceneritore sta promuovendo delle petizioni a Torino e nei principali Comuni della Provincia, e chiede la massima partecipazione di chi - come loro e come noi - pensa che quella di incenerire i rifiuti sia una scelta dannosa ed inaccettabile.

Queste - in sintesi - le richieste della petizione:

- l'immediato abbandono dei lavori di costruzione dell'inceneritore del Gerbido;

- l'estensione della raccolta differenziata domiciliare a tutto il territorio cittadino e il rispetto dell'obbligo di legge di raggiungere il 65% di raccolta differenziata entro il 31/12/2012;

- l'applicazione della tariffa igiene ambientale in modo proporzionale al conferimento dell'indifferenziato,

- l'assunzione di iniziative presso la Provincia di Torino e la Regione Piemonte per la ridefinizione dei piani di gestione dei Rifiuti senza impianti in combustione, con l'impegno a promuovere anche legislativamente un obiettivo RIFIUTI ZERO entro il 2020, che contenga la previsione di chiudere anche gradualmente le discariche.

E' possibile scaricare la petizione dal sito e divulgarla, oppure firmarla ai banchetti che ogni fine settimana si possono trovare sul territorio e che vengono segnalati.

Il sito del Coordinamento Rifiuti Zero Torino
Il profilo Facebook del Coordinamento Rifiuti Zero Torino
Scarica la petizione per Torino
Scarica la petizione per gli altri Comuni
Consulta l'elenco dei "negozi amici" presso i quali è possibile firmare la petizione
Donazioni per sostenere le attività e per eventuali azioni legali

 

 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

 

 

Venerdì 20 gennaio 2012  ore 21 

via Lessona 1 - Torino

IL TELERISCALDAMENTO:

tutto quello che non sai è vero

******************

 

 

A maggio 2011 Badiale e Tringali scrivevano: "I nodi della costruzione europea stanno venendo al pettine. La crisi economica e finanziaria è stata trasferita sui debiti sovrani. La vicenda greca è solo il primo atto di una crisi che presto toccherà altri paesi europei e fra questi l'Italia".

Allora sembrava assurdo, i politici dicevano che i ristoranti erano pieni, che il debito italiano era sotto controllo. A distanza di pochi mesi la speculazione finanziaria guidata dalla Goldman-Sachs ci ha travolto in pieno, ha fatto cadere il governo Berlusconi e ci ha messi in mano ad un governo di tecnocrati-banchieri, tra cui Monti e Passera. Ma la speculazione continua. Perchè? "La scelta delle classi dirigenti è chiara: far pagare la crisi ai ceti subalterni. Vogliono usarla come ariete per l'attacco finale ai diritti conquistati dai ceti subalterni subalterni nel trentennio seguito alla Seconda Guerra Mondiale. Come prescrive la shock economy”.

***********************************************************************************

CONTATTI: 

 Circoscrizione I: Centro - Crocetta
VIVIANA: circ1@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione II: Santa Rita - Mirafiori Nord
SERENA: circ2@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione III: San Paolo - Cenisia - Pozzo Strada - Cit Turin - Borgata Lesna
MAURA: circ3@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IV: San Donato - Campidoglio - Parella
NICOLA: circ4@movimentotorino.it
 Seguici anche su Facebook

Circoscrizione V: Borgo Vittoria - Madonna di Campagna - Lucento - Vallette
ANTONINO: circ5@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione VI: Barriera di Milano - Regio Parco - Barca - Bertolla - Falchera - Rebaudengo - Villaretto
PAOLO: circ6@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook   
 
Circoscrizione VII: Aurora - Vanchiglia - Sassi - Madonna del Pilone
FABIO: circ7@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook
 
Circoscrizione VIII: San Salvario - Cavoretto - Borgo Po
CLAUDIO: circ8@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione IX: Nizza Millefonti - Lingotto - Filadelfia
 MONICA: circ9@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

Circoscrizione X: Mirafiori Sud
LUIGI: circ10@movimentotorino.it
Seguici anche su Facebook

 


************************************************************************
MoVimento 5 Stelle TORINO


Sito:                  www.movimentotorino.it
Facebook:        http://www.facebook.com/MoVimentoCinqueStelle.Torino
email:               info@movimentotorino.it

 

Gruppo Consiliare: 011.4422074 – 011.4421915 - 011.4425760      fax: 011.4423118

« Torna all'indice delle newsletter

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2021 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike