Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Gio 1 - 2:27
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

toblòg

toblòg <<>> fotoblòg

Blog sospeso!
Il mio blog attuale:
Near a tree

Su di me
Chi è vb?
Cos'è toblòg?
Cos'è fotoblòg?
La mia home page

toblòg per e-mail
Lascia la tua e-mail per essere avvisato in automatico dei nuovi post di toblòg.

Cerca in toblòg

Gravitazioni
Elena
Simone, Rutto, Gaglia,
Dumbo, Lobo, Sciasbat,
Fabbrone, Susan, Bruno
.mau.
Dariofox, Matteo
Lenders
Fraser, Mugly, Laurence
Thomas, Bret, Esther, Wendy, Karl A., Ross

Aggregami! RSS 0.92 RSS 2 RDF

[powered by b2 + molte modifiche - login]

L'estate più pazza del secolo
Numero 90 - 19 Agosto 2005 (Venerdì), 22:55

Vecchio Commonwealth Oggi su fotoblòg

Vecchio Commonwealth

Molto inglese.

Ci sarà tempo per soffrire, per vederci prendere tre legni e poi subire un gol da polli, per sollevare altre sedie e tirare altri rigori contro il palo. Ma oggi il Toro è stato comprato da Urbano Cairo, e per una sera sono un tifoso granata felice; per una estate che pareva un dramma, anzi no una festa, anzi un dramma, e infine si è rivelata una festa tale che, per noi granata, non si vedeva da quasi quindici anni.

Eppure, l'estate è stata pazza davvero.

A maggio la promozione sembrava ancora possibile, ma un paio di pareggi contro squadroni del calibro del Catanzaro, già retrocessi in C o quasi, ci avevano fatto sprofondare nella disperazione. Eppure, zitti zitti, con un cambio di allenatore al volo e una serie di striminziti 1-0 eravamo riusciti ad arrivare ai playoff e pure al terzo posto.

Eliminato come da pronostico l'Ascoli (ma soffrendo un bel po' al Delle Alpi), tutti ci davano per spacciati di fronte al prepotente ritorno del Perugia; eppure, in una sera passata a luci spente davanti alla radio, era arrivato il 2-1 in trasferta che voleva dire promozione quasi certa.

Peccato che, la sera del definitivo 29 giugno, il Perugia avesse presto pareggiato i conti, e ci fossero voluti centoventi minuti da infarto, passati ad alterare col pensiero i campi gravitazionali pur di tenere quel maledetto pallone lontano dalla nostra porta, per poter festeggiare una promozione tanto desiderata quanto, in certo modo, quasi inattesa.

Eppure la festa era durata poco, perchè dopo pochi giorni si scopriva che la fidejussione presentata da Cimminelli era falsa, e arrivavano i giudici. L'allarme rientrava dopo poco, perchè si scopriva che eravamo vittime di una truffa, e che per la serie A non c'erano problemi: Cimminelli aumentava il capitale e si apprestava a trovare le nuove garanzie per l'iscrizione. E però, di giorno in giorno, tutte le promesse venivano rotte, i tribunali ci davano torto uno dopo l'altro, e la nostra timidezza olimpica vedeva sparire la nostra promozione quasi in silenzio, scivolati nel nulla nel disinteresse generale, nascosti dai rumori di Genova e Messina.

Il giorno del nove agosto, sentenza definitiva, eravamo in tanti davanti al forum di Toronews, a guardare con ansia ogni messaggio per capire cosa stesse succedendo. E alla fine la notizia temuta ma attesa arrivava: il vecchio Toro non esisteva più, il futuro era una società nuova, con tanto cuore ma poche lire.

Nei giorni successivi, dopo la triste festa d'addio di Acqui, i giocatori sparivano uno dopo l'altro, e la paura era palpabile: nonostante gli entusiasmi, c'era mezza società e neanche un giocatore. Eppure, si cominciava a rinascere, parlando di azionariato popolare, di allenatore, di giocatori magari di secondo o terzo piano, ma con il cuore e le palle di buttarsi in una avventura del genere. Con sano realismo, con tante paure di non farcela, di non riuscire nemmeno a restare in serie B, il Toro ripartiva, e nemmeno l'incredibile firma di Balzaretti per la Juve provocava altro che qualche timido insulto e molte scrollate di spalle: perchè quello era il passato, e bisogna sempre guardare avanti.

E poi, quando nessuno più se l'aspettava, quando tutti già si erano rassegnati (come sempre negli ultimi dieci anni) a sostenere come fosse Maradona il primo brocco che si trovasse per qualche caso paramoggico una maglia granata addosso, in due giorni arriva un imprenditore vero, con un patrimonio vero e capacità manageriali certe, e perdipiù tifoso granata sul serio, che compra la squadra e promette sfracelli.

Sono tifoso del Toro da quando sono nato, sono bruciato da tante promesse e poca onestà, e non so se Cairo interromperà davvero la serie di presidenti mendaci, incompetenti o perlomeno troppo poco danarosi per mantenere una squadra in serie A. Ma, per una sera, permettetemi di crederci e di essere felice.

E allora, quanto è più bello tifare granata piuttosto che tifare bianconero?

Vedete, la Juve è una Playstation finta, un videogioco da bar in cui infilo una moneta e vinco una partita, e se non vinco, ci infilo un'altra moneta, e poi un'altra e un'altra ancora finchè a forza di monete non mi sono comprato una vittoria. Ma è una vittoria finta, perchè non ho sofferto per averla, perchè non me la sono conquistata. E' una vittoria che non riempie il cuore.

Il Toro, invece, è la vita. Quella che ti dà una batosta e poi quando tutto sembra perduto, inaspettatamente, ti regala un colpo di fortuna, fino alla batosta successiva. Quella che non sai mai cosa succederà, se andrà bene o male, ma sai di sicuro che dovrai sputare sangue e sudore e conquistarti ogni dannato centimetro di felicità, con genio e con metodo, con bestemmie e con lusinghe, con ogni respiro che hai. E quando l'hai avuto, quel centimetro, non importa sapere che presto potrai essere ricacciato indietro, importa soltanto respirare e godere, e dirsi: diavolo, anche stavolta sembrava impossibile, eppure in qualche modo ce l'ho fatta.

Nella mia magnanimità, concludo con un sogno. Che fino a pochi giorni fa era quello di vincere per miracolo un fantastiliardo di paperdollari per poter comprare il Toro, ingaggiare undici Pelè e portarlo a vincere diciotto Cempionslìg di fila. Ma adesso, notando l'incessante rosichio dei gobbi - che una estate così ce la invidieranno per sempre, loro che al massimo possono cercare di emozionarsi invano con l'ultima fintissima press release del nuovo mercenario di quest'anno - ho modificato il mio sogno.

E così, quando tra cinque o dieci anni l'industria dell'automobile sarà definitivamente implosa, e anche Torino, come il Toro, potrà liberarsi di padroni vecchi e stantii per costruirsi un nuovo futuro ripartendo da zero, io lascerò felice il Toro in mano a Urbano Cairo, e investirò invece i miei fantastiliardi di paperdollari per comprare (dall'asta fallimentare) la Juve.

Ma solo per restituire ai gobbi i favori che ci hanno fatto spedendoci Cimminello.

E quindi, per prima cosa, pur continuando a sottolineare che sono granata fino al midollo, rilascerò interviste sul mio amore per "i campioni bianconeri del recente passato, Bignèk e Platinette", definirò "quattro coglioni" i tifosi che ancora ricordano i trentadue poveri morti dell'Heysel (anzi no, visto che alla commemorazione delle vittime la Juve nemmeno c'è andata, e questa è davvero una vergogna), e poi non pagherò le tasse per cinque anni, investendo i soldi ricavati per acquistare a peso d'oro gli scarti del Chievo e il figlio di Zavarov. Poi, lascerò marcire la società fino all'ultimo secondo, prima di scappare impunito.

Sarei proprio curioso di vedere se, in quel caso, salterebbe fuori anche per la Juve una quantità di galantuomini e di tifosi come quelli che, con il cuore, con l'olio di gomito, e senza mollare mai, hanno salvato il Toro in questa pazza estate. Ma permettetemi di dubitarne.


--vb.

<< La guerra sulla pelleUna vacanza fuori dal Comune >>

<Commenti>

Attenzione: quanto segue potrebbe non essere vero.
Lobo
20 Agosto
10:11
Bravo Vibbi', finalmente hai trasformato il blog in una colonna di Gramellini, senza pero' la schizofrenia che lo contraddistingue. Fiducia a Cairo e un posto nella memoria a Rodda e Marengo. E condivido il tuo sogno, in fondo son quasi piu' antijuventino che granata.. posso essere lo juve/romero nella tua avventura?
 
RJ
21 Agosto
21:54
caro vb, porti un po' jella eh. la trattativa e' in alto mare. D'altre parte col Toro non e' sufficiente neanche il detto "a boccie ferme", bisogna aspettare che il custode chiuda la bocciofila ed i pensionati vadano alla piola, e ancora forse non basta
 
renato rivetti
24 Agosto
10:14
Ci accomunano molte cose ( giorno e mese di nasacita,amore per il Toro,sogni catastrofici per quelli là),a me però poco importa,o non me ne frega una sega, che ci compri un gentiluomo-sabaudo-onesto-tifoso,preferisco un Narcos,uno che faccia cascare i capelli a Berlusca e cambi la faccia di Galliani,uno che insegni a Moggi e Giraudo come si stà al mondo,uno che con Lui ci diano un rigore contro solo se il fallo lo commette la nonna di Zaccarelli quando Eva Henger vincerà l?Oscar per la migliore attrice nella parte della Monaca di Monza Voglio vincere rubando,ma vincere come e più degli altri e che quello biondo vada a farsi fottere!
 
Hayabusa
25 Agosto
21:24
Niente da fare... mi sa che ci tocca tenerci il ciociaro... un'altro presidente che non si capisce da dove viene, dove va, e con i soldi di chi (giacche' non credo proprio siano i suoi...)
Delusioooone.
 
Lobo
26 Agosto
10:51
Haya ti voglio in piazza a protestare!
 
renato rivetti
26 Agosto
17:31
questi giorni folli,vissuti sulle montagne russe dell'emozione/delusione/incazzatura (per un cardiopatico non è bello)mi impongono considerazioni poco benevole con tutte le figure che sciacallamente si affollano alla bara del TORO.Chi è meno fetente?Chi meno bastardo dentro da farci "solo " retrocedere in C1?Nessuno di costoro è farina da ostie.Era forse meglio ripartire dallaC2,tanto,con moggisqualo e e giraudosciacallo i nostri pezzi saranno sempre sparsi ai venti della GEA e dei suoi lacchè (mettiamoci i laziali/romanisti e gli altri azzurri più a sud).Meglio,ripeto il derby con il Cuneo e/o la ProVercelli,che lottare,sapendo di dover comunque morire ,contro galliani e cosca.
 
Flavio
26 Agosto
22:50
Ciao,mi chiamo Flavio e vivo in provincia di Grosseto (Orbetello, per l'esattezza), e sto seguendo tutte le vicende del nostro Toro su toronews.
La prox settimana sono a lavoro fuori, fino a venerdì, e dove sono non esiste linea telefonica e/o pc con collegamento ad internet.
NON SO COME FARE PER RIMANERE AGGIORNATO, sopratutto in vista di mercoledì sera a mezzanotte.
Potremmo sentirci via cell, oppure con sms, per aggiornarmi del tutto?
Te ne sarei grato infinitamente.
Grazie di tutto per quello che tu e tutti gli altri state facendo per noi che non possiamo essere lì ad aiutarvi.
Flavio
Il mio cell è: 3476689836
 
.mau.
4 Settembre
20:26
Cairo aspettava che fossi tornato in Italia per potermi comprare il giornale a prezzo basso :-)
 
Bryan Chapman
23 Settembre
10:28
Very nice site. Please keep updating it. No proof of ideas: http://weblogs.digital.udk-berlin.de/tim/arch ives/002117.html , In a small saucepan
 


<Lascia un commento>
Nome E-mail
Url
Testo
Auto-BR (vai a capo a fine riga)

Oggi
Cambio di blog

Nel passato recente
14/4Lo schermo
13/4Fine (I feel)
27/3Rottami
25/3Perso e tradotto
6/3Una salita a Superga
15/2Miracolo a Torino
31/1L'Italia che filtra gli IP

Recenti su fotoblòg

Molto inglese.Attacco degli UFO?Anche qui!
La città vista dall'alto.Scappando dai cavi.La baia di Wellington.
Sull'Oceano al tramonto.Un albero sul cielo in fiamme.Un foro di luce sulla città.

Archivi
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Dicembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
Novembre 2003
Ottobre 2003
Settembre 2003
Agosto 2003
Luglio 2003
Giugno 2003
Maggio 2003

Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike