Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Màr 13 - 22:13
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion
mercoledì 29 Ottobre 2008, 14:46

We Train Italy, wellcome from us

Da qualche tempo, nel generale marasma dei lavori di Milano Centrale, sono comparsi dei cartelli per aiutare gli utenti ad uscire: c’è il rischio infatti di non riuscire a trovare il modo di arrivare all’esterno. I cartelli sono bilingui, e si comincia con l’italiano:

“Si informa la gentile clientela che in attesa del completamento dei lavori della Stazione Centrale, per la discesa è possibile utilizzare, oltre alle nuove rampe mobili, gli ascensori posti all’interno della Sala d’Attesa nei modi previsti dalle rispettive norme d’uso.”

Insomma, manca una virgola dopo il che, però alla fine si capisce, anche se ci si chiede come sia possibile utilizzare degli ascensori in modo irrispettoso delle norme: salendo sul tetto? Giocando ad andare su e giù?

Comunque, purtroppo a Trenitalia (anzi, a Grandi Stazioni, o qualsiasi sia la società del gruppo FS che si occupa della cosa) hanno pensato bene di riportare subito dopo il messaggio tradotto in inglese, a vantaggio dei turisti internazionali. Quindi, eccolo qui in tutto il suo splendore:

“Waiting for Stazione Centrale renovation works ending, customers are informed that, to reach ground floor, it is possible only use of lateral stairs, waiting room’s elevators or moving escalator in Ovest side of the station according with respective regulation.”

Che dire? Mi piacerebbe sapere di chi sia parente quello che è stato pagato per scriverlo.

P.S. Nonostante la sfiducia dei lettori milanesi di questo blog, ieri sera sulla 91 sono comparsi due controllori e mi hanno chiesto il biglietto.

divider

9 commenti a “We Train Italy, wellcome from us”

  1. .mau.:

    Due controllori sulla 91? Miiii! Non ci posso credere!
    Nel merito del cartello in italiano, per me c’è una virgola di troppo dopo “Centrale” e non una in meno dopo “che”, ma questi sono gusti. Trovo però molto più interessante l’aggettivo rispettivi preposto a “modi d’uso”. Può darsi che si siano portati avanti col lavoro, e abbiano già creato gli Ascensori Ponte: gli extracomunitari devono prenderne per un po’ uno speciale, prima di avere il permesso di essere inseriti in quelli normali.

  2. for those... (former English teacher):

    Così possono dimostrare che non ci sono stati sprechi nei lavori!
    Usare google translate costa decisamente meno che pagare un traduttore.
    Amarezza :_(

  3. for those...:

    ma il biglietto ce l’avevi? :)

  4. vb:

    Certo (stavolta avevo capito che devo salire da davanti per timbrare) solo che c’era talmente poco inchiostro che quasi non sembrava timbrato… comunque fantastica la tecnica di controllo milanese: gli abbonati devono dare al controllore la loro tessera, poi il controllore attraversa il bus sgomitando per arrivare fino alla macchinetta riservata alle tessere (un terzo tipo sullo stesso bus!) e verificare se è valida, poi riattraversa il bus, riconsegna la tessera, ne prende un’altra, riattraversa di nuovo… ma non potevano dargli un lettore portatile?

  5. D# AKA BlindWolf:

    Ma dopo la fusione tra ATM e GTT negli autobus/tram si timbrerà da davanti come a Milano o da dietro come a Torino?

  6. .mau.:

    ma infatti dovrebbero averlo, il lettore portatile! si vede che gliel’avevano rubato…

  7. Rikko:

    Il lettore per le tessere ce l’hanno (con me l’hanno usato ogni tanto), ma secondo me se li sono venduti tutti per avere qualche soldo da spendere in scambi nuovi.

  8. Mike:

    Beh per la traduzione in inglese consiglierei di mandare una foto a http://engrishfunny.com/

    Per il resto io temo molto la fusione con ATM Milano, visto l’esperienza che ho avuto ultimamente. Fondersi per fondesi si poteva andare con questi qui: http://www.tcl.fr/ (ed anche loro hanno il filobus: http://tramateurs.free.fr/trolleybus_lyon/tb_lyon.shtml

  9. .mau.:

    Vedi che sei prevenuto? Grandi Stazioni o chi per essa non fa alcuna differenza tra italiofoni e no. Guarda qua.

 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2021 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike