Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Giò 30 - 11:34
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion

Archivio per il giorno 21 Gennaio 2007


domenica 21 Gennaio 2007, 13:06

Una cena in montagna

Ieri sera sono andato con Fabbrone a una festa di compleanno, e Рper la seconda volta in due settimane Рmi ha portato senza saperlo in un posto che già conoscevo: questa volta era il rifugio a Celle di Caprie (anzi, Celle di Chiavrie finchè non è arrivato Benito) che sta alla partenza della salita a Rocca Sella, una delle migliori camminate montane negli immediati dintorni di Torino.

Celle √® un gruppo di quattro case e una chiesa quasi barocca, abbarbicato a mille metri d’altezza sulla parete settentrionale della Valle di Susa, una parete dove non si direbbe che ci si possa arrampicare, figurarci costruirci dei paesi; tanto √® vero che fino agli anni ’50 non c’era nemmeno una strada che ci arrivasse, e gli abitanti – centinaia prima dello spopolamento – si sorbivano due ore di salita a piedi dalla valle. Il rifugio √® stato aperto per noi, anche se l’oste e la locandiera della serata, a quanto ho capito, stanno normalmente all’enoteca di Bertesseno, sopra Vi√Ļ e sotto il Col del Lys: i due locali sono gestiti dalle stesse persone.

Ebbene, la cena √® stata assolutamente eccellente: uno dei migliori agriturismi e simili dove abbia mai mangiato. Ci siamo pappati: taglieri di quattro o cinque salumi, millefoglie alla toma di Lanzo, flan di cavolfiore con bagna caoda; gnocchetti alla toma di lait brusch, agnolotti al rag√Ļ; cinghiale al civet e bocconcini di vitello alle nocciole con polenta. Poi la torta di meringhe alla panna e cioccolato, quindi un ottimo centerbe fatto da loro, e caff√®. Il tutto, pur con prezzo comitiva e senza vino e torta che erano offerti dal festeggiato, per ventiquattro euro a testa!

La cena √® stata veramente ottima, in crescendo, tanto √® vero che pur essendo gi√† pienissimi dopo i primi ci siamo sforzati di mangiare anche i secondi, visto che il vitello alle nocciole era davvero eccezionale. Ho rischiato veramente di esplodere, tanto √® vero che, pur con tutte le processazioni e gli scarti gi√† avvenuti in queste ore, sono ingrassato di due chili in una sola serata… ma ne valeva la pena.

In pi√Ļ, uscendo fuori, a dieci metri dal locale si √® nel buio pi√Ļ completo, e ieri, con il cielo spazzato dal vento, c’erano un milione di stelle: non una di meno. Non sono riuscito a non star fuori per un bel po’, tra una portata e l’altra, a guardarle tutte. Meraviglioso.

divider
 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2024 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike