Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Mèr 17 - 16:14
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion
venerdì 12 Gennaio 2007, 08:57

Prove tecniche di scissione

Ieri notte mi √® arrivata, in mezzo all’ondata di spam, una mail spammatoria che ha attratto la mia attenzione. Presumo che abbiano preso il mio indirizzo da qualche mailing list romano-politica che frequento, perch√® il messaggio mi notificava che domenica prossima a Roma, in un tal centro congressi, dalla fusione del Sult e del Sincobas nascer√† un nuovo sindacato: nientepopodimenoch√© il Sindacato dei Lavoratori (SdL).

Il resto della mail precisa che, mettendo insieme tante categorie diverse, si tratta di un vero e proprio sindacato unitario e “intercategoriale”, che vorrebbe dire non limitato solo ad alcune categorie. Insomma, un vero concorrente di CGIL, CISL, UIL e UGL, che peraltro nel corpo della mail si beccano varie frecciatine, accusate di sfruttare i lavoratori invece che coinvolgerli nelle decisioni.

Naturalmente, la domanda che uno si pone di fronte a una mail del genere √®: ok, ma a che area politica corrispondono questi? Detto fatto: la mail si conclude con la segnalazione che al Congresso Costituente parteciperanno “il Ministro della Solidariet√† Sociale Paolo Ferrero, il Ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, il Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio”. A parte il fatto che dalla costruzione della frase si evincerebbe che Pecoraro √® il nome proprio di Scanio (nomen omen), l’elenco √® presto fatto: Rifondazione, PdCI e Verdi.

Insomma, questo è il sindacato della sinistra conservatrice, che si prepara alla separazione; e come tutti i coniugi litigiosi, in attesa di andarsene di casa comincia a impacchettare la propria parte di mobili e di suppellettili Рin questo caso, la propria parte del sindacato Рper poi portarsela via.

Del resto, sin dal principio i suddetti ministri Ferrero e Bianchi si erano beccati solo un pezzo di ministero (del Lavoro e dei Trasporti rispettivamente), lasciando l’altro pezzo di tali ministeri a Damiano e Di Pietro della maggioranza riformista, pro quota e anche con qualche confusione, visto che sul proprio sito Web sia quello di Damiano che quello di Ferrero dichiarano di essere il “Ministero del Lavoro”, e anzi sul sito di quello di Ferrero la pagina della sua presentazione si chiama “CVDamiano.htm”.

Certo che uno non sa bene cosa augurarsi: se √® meglio che la sinistra riformista e quella conservatrice convivano insieme per cinque anni, annullandosi a vicenda mentre l’Italia affonda, o se √® giunta l’ora che l’Unione si spezzi, lasciando libero l’Ulivo di abbracciarsi a Pierferdi e dare finalmente al governo un po’ di efficacia e di ragionevolezza. Democristiana, ovviamente.

divider

Comments are closed.

 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2024 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike