Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Ven 14 - 17:23
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
giovedì 22 Marzo 2007, 23:54

Pagamenti in natura

L’argomento clou di questo meeting di ICANN sarà la decisione finale sulla creazione o meno del dominio .xxx per i siti porno. Rispetto a un mese fa, sono più possibilista; in generale, la situazione è ancora molto incerta.

Proprio per questo motivo, gli attivisti pro o contro l’approvazione del dominio si sono fatti più visibili. E così, sabato ho un appuntamento con un gruppo che si definisce “coalizione per la libertà di espressione”, formata dalle principali aziende del porno su Internet.

La domanda, comunque, non è cosa mi vorranno dire; lo so già. La domanda è: nel caso decidessi di aiutarli, cosa potrei chiedere come ricompensa a un gruppo di webmaster porno?

divider

6 commenti a “Pagamenti in natura”

  1. Attila:

    Spero tu non abbia bisogno che ti facciamo un disegnino…

  2. xxx:

    E speriamo altresi’ che tu sia decisamente contrario all’approvazione dei domini .xxx …

  3. vb:

    Mah, lo ero, ultimamente sono diventato più favorevole: in fondo, se questi vogliono creare un dominio di questo genere, qual è il motivo per dirgli di no? Far finta che non esista il porno su Internet? Al massimo c’è chi sostiene il motivo opposto, cioè è meglio non creare il .xxx perchè questo renderebbe più facile censurare questo tipo di contenuti e aprirebbe le porte a idee simili per altri contenuti scomodi.

    E’ però vero che i webmaster porno sono i primi a non voler usare una estensione specifica, proprio per non essere filtrati, per cui viene un po’ a mancare lo scopo primario del dominio.

  4. .mau.:

    infatti quello che non ho mai capito è chi vorrebbe davvero avere il proprio sito sotto .xxx. Per il resto, non vedo problemi.

  5. vb:

    Difatti, alla fine la ragione più sensata per un eventuale no sarebbe che nessuno ci registrerà dentro a parte chi vuole evitare che il proprio nome venga utilizzato per un sito porno, ragion per cui questo TLD non servirebbe a nulla se non a far fare soldi al registro…

  6. xxx:

    gli unici che vogliono i domini .xxx sono chi li vende e i governi che potrebbero ulteriormente stringere le maglie della censura in alcune zone, per di piu’ con una facilita’ sorprendente. In piu’ si aprirebbero scenari a dir poco pessimi a livello legislativo con leggi che obbligano i siti porno nel “ghetto” dei .xxx (improbabile come situazione ma neanche cosi’ lontano dal realistico) e cosette simili.

    Insomma, secondo me ci sono tutti i motivi del mondo per evitare la creazione dell’ennesimo dominio spillasoldi inutile e potenzialmente pericoloso

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike