Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Giò 27 - 4:40
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion

Archivio per il giorno 8 Febbraio 2008


venerdì 8 Febbraio 2008, 18:54

[[Mao – Piuma]]

Ho sempre pensato che Mauro Gurlino in arte Mao – cantante, VJ e conduttore radiofonico – fosse della scena torinese una delle espressioni meno interessanti. Eppure – dopo che √® passato per un po’ in heavy rotation su Radio Flash, in vista del concerto di stasera a Hiroshima Mon Amour, in cui sar√† presentato il suo nuovo disco – √® due giorni che non riesco a togliermi dalla testa il suo nuovo singolo Piuma (in giro non si trova ancora, ma potete ascoltarlo dal suo maispess, come va ora di moda).

La canzone √® breve e malinconica, e si intona quindi bene con il clima invernale; √® minimalista e molto molto gazzosa (cio√® nello stile di Gazz√© quando ancora non aveva esaurito la vena creativa). E poi trovo geniale l’idea della canzone bistrato, con una cialda di plastica espressa da una drum machine fintissima, che per√≤ ogni tanto si buca in modo scomposto e lascia intravedere un cuore di pianoforte pesante.

Per fortuna che esiste ancora la piccola musica indipendente.

P.S. Come da regolamento del blog, accludo il testo.

Hai mai provato a sdraiarti sul ponte di una nave
e coprirti di aria e di cielo
quanto è strano poi tornare a dormire in una stanza

E fino a un momento prima
tutto va bene
poi all’improvviso
si alza un timore

Come un vento leggero
il freddo si infila nel letto
come passarsi una piuma sotto il naso
come quando dici che
tutto va male
poi all’improvviso
una sua frase
si trasforma in emozione e
in un brivido strano
e adesso hai in mano
una piuma
una piuma
una piuma
una piuma

Come quando dici che
tutto va male
poi all’improvviso
una
misteriosa e inattesa allegria
una
misteriosa e inattesa allegria
una
misteriosa e inattesa allegria
una
fastidiosa e inopportuna allegria

divider
 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2020 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike