Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Gio 13 - 1:15
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
giovedì 25 Gennaio 2007, 09:05

Piccoli incidenti

Si sa: qualche piccolo incidente pu√≤ succedere anche nelle migliori famiglie. Dev’essere per questo che, nella notte di un paio di giorni fa, digitando www.google.de si veniva rediretti alla pagina di parcheggio di un rivenditore di domini tedesco, Goneo. Naturalmente, alle sette e mezza del mattino dopo era tutto tornato a posto; vale per√≤ la pena di approfondire la faccenda.

Stando ai resoconti, √® successo che un cliente qualsiasi di Goneo, residente nella amena cittadina di Wiesbaden, abbia provato “per scherzo” a richiedere il trasferimento di google.de a suo nome. Anzi, dice lui, stava solo facendo vedere alla sua ragazza quant’√® facile provare a trasferire domini non propri, ma naturalmente non ha mai premuto “Invio”, figuriamoci!

Ora, direte voi, i tedeschi avranno sicuramente una procedura per valutare l’attendibilit√† delle richieste di trasferimento. Certamente; peccato che questa procedura preveda il silenzio-assenso. In altre parole, Goneo ha mandato in automatico la richiesta a Denic, il gestore dei domini .de, che a sua volta ha spedito automaticamente una mail a MarkMonitor, il rivenditore di domini usato da Google (si tratta di una azienda che vanta di essere specializzata nel proteggere i marchi registrandone i domini in tutto il mondo, pensate un po’). A MarkMonitor non l’hanno letta, e cos√¨, dopo cinque giorni, Denic ha proceduto al trasferimento.

Ma non √® finita qui: pare che verso l’alba, tirata gi√Ļ dal letto met√† dei dirigenti di Denic nonch√® il ragazzo di Wiesbaden, tutti abbiano concluso che, al diavolo regole e procedure, questo dominio s’aveva da rimettere subito a posto; e cos√¨, hanno pescato il povero sysadmin che era in reperibilit√†, e gli hanno detto di pacioccare a mano con il database e i sistemi per annullare il trasferimento. Ecco, l√¨ deve essere successo qualche altro piccolo incidente, perch√® il malcapitato sysadmin deve aver premuto il pulsante rosso – quello con su scritto “NON PREMETE MAI QUESTO PULSANTE ROSSO” – e puff!, il dominio √® stato accidentalmente cancellato.

E quindi, come ormai accade in tutti i domini di primo livello decenti, il dominio √® stato riregistrato dopo pochi secondi da un’altra compagnia, denominata FreshDomains, specializzata nel riregistrare immediatamente in automatico tutti i domini lasciati scadere, in modo da metterci su pubblicit√† e beneficiare del traffico di link residui che potrebbero continuare a mandar gente su quel sito.

Qui, di fronte a potenziali danni per qualche miliardo di lire e a una incombente figuraccia globale, i tedeschi devono aver deciso tutti insieme che era un po’ troppo, perch√® nel giro di mezz’ora, nessuno sa come, il dominio √® effettivamente tornato in mano a Google.

E dopo? Dopo, restano solo gli scaricabarile, i comunicati stampa e le promesse di nuove regole. Nel frattempo, per√≤, i crucchi ci hanno fatto un po’ divertire!

divider

5 commenti a “Piccoli incidenti”

  1. elena:

    Assolutamente geniale! Tuttavia non stupisce: nell infinita (quasi) teutonica capacità di programmazione, efficienza e precisione prima o poi sfugge qualcosa e quando sfugge, davvero merita!
    [bel sito, davvero interessante! complimenti]

  2. AndreaC:

    Ebbravo il giovinotto. Potersi vantare con gli amici di aver spento google.de non è roba da poco.

  3. Andrew:

    Da un eccesso all’altro: sono mesi che cerchiamo di spostare un dominio da Tiscali ad un altro provider, e non c’√® verso!!!
    (l’operazione √® in mano al provider destinatario, che per√≤ non mi pare una cima…, e Tiscali latita…).

  4. .mau.:

    E poi vi lamentate dell’italico Registro :-P

  5. Desmentera:

    Un casino a catena. Beh dai tedeschi non me lo aspettavo. Ma non era già colpa loro il blackout? Ah, no quelli erano svizzeri.
    Dopo le stagioni (28 gradi a gennaio non ditemi che √® normale e tutto va bene) non abbiamo pi√Ļ nemmeno le certezze dei crucchi precisi e degli svizzeri orologiferi ed efficienti… Dove andremo a finire signora mia…
    Saluti!

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike