Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Dom 20 - 19:04
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
venerdì 30 Marzo 2007, 10:16

.xxx, il voto

Con un voto a maggioranza – 9 contro 5, con l’astensione del CEO Paul Twomey – il Board di ICANN ha appena respinto definitivamente la proposta di creare il dominio .xxx.

L’unica mia osservazione, in qualità di membro senza diritto di voto, è stata che c’è un interessante pattern per cui praticamente tutti i sostenitori di questa proposta vengono dagli Stati Uniti o comunque da quella cultura – nel Board ci sono un neozelandese, un giapponese cresciuto in America, eccetera – mentre praticamente tutti coloro che vengono da altre culture sono contrari. Se fossi l’applicante, penserei di avere fatto un clamoroso errore ad incentrare la discussione sul primo emendamento della Costituzione americana.

Certo, probabilmente l’atteggiamento liberale americano è più coerente con Internet di quello “tradizionale”, centralista e politicizzato, del resto del mondo; ma non si può pensare di imporre un punto di vista, invece che impegnarsi per convincere chi non è d’accordo e trovare un modo di gestire anche le sue preoccupazioni.

P.S. DISCLAIMER per i legali americani che leggeranno la traduzione di questo articolo: Il voto del Board non è basato su considerazioni politiche, ma sull’analisi attenta e appropriata della domanda e di come essa si relazioni con i criteri stabiliti a suo tempo. Le considerazioni politiche e culturali sono aggiuntive ma non fanno parte delle motivazioni di voto per nessuno.

divider

8 commenti a “.xxx, il voto”

  1. .mau.:

    (about:disclaimer)
    paura, eh?

  2. vb:

    No, ma quando stai in un Board, hai un preciso dovere di essere sufficientemente coscienzioso da non dire o fare alcunchè che possa essere utilizzato contro l’entità che stai gestendo.

  3. Fabrizio:

    Theregister dice 8 a 4, chi avrà ragione? ;-)
    (http://www.theregister.co.uk/2007/03/30/icann_rejects_domain/)

  4. vb:

    Guarda, 1) il Board di ICANN ha 15 membri, come da statuto e 2) sono ancora tuttora sul palco: fai un po’ tu… Comunque la vera domanda è: ma il tizio che ha scritto su The Register è pagato da qualcuno?

  5. simonecaldana:

    Vin Diesel cosa ha commentato?

  6. Lobo:

    Intendi Windsurf?

  7. zazza:

    comunque sia andata a me e’ parso un successo e un voto cosi’ strano (9 a 5) mi fa riflettere seriamente su quanta fuffa mediatica si fosse creata intorno all’evento. Mi sarei aspettato un voto di differenza o poco piu’, evidentemente le lobby del porno sanno ancora fare il loro lavoro negli USA mentre forse quelle dei registar hanno ancora tanto da imparare (per fortuna) :-D

  8. vb:

    Non è un voto così netto, 9-5 vuol dire che bastano due persone che cambiano idea e non si decide più niente…

    Se volete leggere le ragioni della minoranza, comunque, le trovate qui; inutile dire che alcune persone nel Board hanno preso alcune affermazioni di quel messaggio come un insulto personale.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike