Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Sab 24 - 19:21
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
martedì 18 settembre 2007, 09:11

Gioventùs bruciata

Mi scuserete se insisto col calcio (il prossimo sarà un post serio, promesso) ma non posso non parlare di un nuovo idolo che da un paio di giorni è entrato nel pantheon del calcio italiano: questo.

gioventus.jpg

Si tratta del tifoso gobbo che domenica, seduto nei distinti all’Olimpico di Torino, ha tirato un petardone durante la partita, così per distinguersi. Ovviamente il resto della tifoseria non ha gradito, tanto da prenderlo a schiaffoni, prima che venisse portato via dagli steward (qui il filmato). Si è poi scoperto che si tratta di Nicola R., 27 anni, della provincia di Bergamo (piove sul bagnato; per i non calciofili, spiego che Bergamo è una splendida città, ma l’Atalanta è la rivale numero 2 del Toro, da sempre affrontata al grido di “contadino zappa la terra”).

Ordunque, codesto fulgido prodotto di Zappalaterra (BG), capello lungo e sguardo intenso, ha trascorso la notte in carcere, e non ha quindi ancora potuto prendere il posto che gli spetta, al Grande Fratello o similari; parla però il padre, che dichiara: “Nicola non è un ultrà. Sta pagando per tutti, ma non ritengo che abbia fatto qualcosa di esagerato. Non è un teppista, è un tifoso juventino, che va allo stadio ogni due o tre anni. Ha lanciato un petardo di qualche centimetro, che si vende regolarmente nei negozi. Nicola però l’ha lanciato in un punto in cui non c’era gente, non voleva ferire nessuno. Però rispetto all’ultima volta che era stato allo stadio le norme sono cambiate. Quello di mio figlio è un gesto da non fare, ma ho visto di peggio. E comunque più violento di lui è stato chi gli ha dato lo schiaffo. Quello è un tifoso violento.”

Da tutto questo si capisce che il nostro idolo è un vero tifoso juventino. Difatti:

1. Va allo stadio una volta ogni due o tre anni.
2. L’ultima partita che ha visto (dichiarazione degli amici) è il Trofeo Berlusconi.
3. E’ acconciato e vestito troppo trendy, veramente elegantissimo.
4. Esce con una ragazza pure piuttosto carina (a sinistra nelle immagini), e invece di offrirle una cena la porta allo stadio. Però in tribuna, che mica siamo pezzenti.
5. Non pago, davanti alla tipa esibisce una maglietta con scritto “A ME PIACCIONO LE RAGAZZE CHE CANTANO SI LA DO”: un vero gentleman.
6. Per fare ulteriormente colpo, fa lo sborone e tira un petardo in campo.
7. Ovviamente, riceve l’ennesimo due di picche.
8. Quando lo beccano (vedi filmato), fa “Chi? Io?”.
9. Si becca uno schiaffone e non reagisce (potesse, scapperebbe).
10. Dopo essere stato colto in flagrante, dà la colpa al fatto che esistano delle leggi.
11. E comunque, protesta a gran voce trovando sempre qualcun altro che avrebbero dovuto punire al posto suo.

Concludo con un altro pezzo di imperdibile televisione: i capi dei Drughi intervistati in inglese.

Ci sono almeno un paio di momenti fantastici in questo filmato, come quando “Mimmo” annuisce alle frasi in inglese del traduttore pur non capendone una parola, o quando fanno vedere il pullman della trasferta per Genova dell’anno scorso: è la partita clou della stagione, ma il pullman è mezzo vuoto, e il coro lo fanno in tre. E non riescono nemmeno ad andare a tempo tra di loro, e dopo un po’ due dei tre sbagliano le parole. Grandissimi.

divider

8 commenti a “Gioventùs bruciata”

  1. bruno:

    Sinceramente credo che sia encomiabile la reazione dei tifosi Juventini, che hanno schiaffeggiato ed espulso la mela marcia. Dal padre del bergum, non mi aspetto che sia obiettivo e che condanni il figlio: non lo fanno neanche i padri dei bambini espulsi a scuola, ormai.

  2. Yari:

    M E R A V I G L I O S O

  3. BlindWolf:

    Concordo con Bruno sul fatto che gli altri tifosi abbiano fatto bene ad isolarlo. C’è comunque anche da dire che erano tifosi dei “distinti” e non della curva (quelli dei distinti sono tendenzialmente più civili).

  4. vb:

    Comunicazione di servizio: il derby si gioca domenica 30 sera, alle 20:30. Biglietti in vendita da domani pomeriggio (vedi qui) solo per i gobbi (in curva sud) e gli abbonati (ognuno con prelazione sul proprio posto, gli abbonati di curva Primavera possono andare nel settore ospiti o nei posti liberi di distinti e tribuna, sempre al prezzo di curva). Tutti gli altri potranno comprare i biglietti rimanenti a partire da mercoledì 26.

  5. Attila:

    Quello che è di una tristezza infinita nel filmato è vedere un canuto signore dare perfetta prova della propria abissale stupidità… ma un po’ di senso del ridicolo certa gente proprio non riesce ad averlo?

    In quanto al tifoso della Vecchia Signora… beh la tristezza è che è successo nei distinti… mentre in curva ognuno fa un po’ come gli pare… anzi, a vedere alcune altre immagini si vede la curva che si “ribella” alla giusta sanzione per il cretino orobico… (morale)in fondo la genetica e la statistica hanno sempre una qualche valenza: dal padre cretino è molto probabile che nasca un figlio cretino…

  6. Alberto:

    Capisco lo sfogo di vb. Deve essere stata una dura giornata per lui e tutti i tifosi del Toro. Tutti quegli elogi sperticati al pubblico juventino da giornali e televisioni. Davvero terribile :-))

    Concordo in ogni caso con chi sottolinea che l’originalità dell’episodio non è tanto motivata da un livello di civiltà superiore che contraddistingua il pubblico della Juve quanto piuttosto dalla superimbecillità del tifoso bergamasco che all’imbecillità standard di chi tira i petardi in testa della gente assomma il bonus di farlo da un settore, la Tribuna Ovest, non sottoposto al dominio delle squadracce di ultrà da curva e dove quindi un imbecille non è protetto dai suoi simili. Non a caso, mentre il resto dello stadio insultava il petardaro, uno sparuto ma rumoroso gruppo di Drughi insultavano chi lo aveva denunciato.

    Se lo stesso episodio si fosse verificato in una curva probabilmente non sarebbe stato il denunciato ma il denunciante a prendersi le botte e magari anche qualcosa di più…
    Questo non perché quelli che vanno in curva siano tutti imbecilli ma perché gli imbecilli comandano ed i non-imbecilli non hanno il coraggio di ribellarsi. Devo dire tra l’altro che questo coraggio, con buona pace di vb, manca sia ai pavidi tifosi juventini che agli intrepidi tifosi torinisti.

  7. Alberto:

    Rileggendo la comunicazione di servizio di vb mi sono reso conto di una cosa che ignoravo e che mi ha lasciato basito. I nomi delle due curve, che io pensavo essere Curva Scirea quella Sud e Curva Maratona quella Nord hanno in realtà definizioni diverse a seconda dei punti di vista. Sul sito del Toro la Curva Scirea è ribatezzata Curva Primavera, mentre sul sito della Juve le due curve sono chiamate entrambe Curve Scirea distinte in Curva Scirea Sud e Curva Scirea Nord. Insomma non riusciamo a metterci d’accordo nemmeno sulla toponomastica…
    Sono appassionato di calcio da quando avevo 7 anni ma ancora non mi sono fatto una ragione delle paranoie del tifo….
    Ciao

  8. vb:

    Quando fu costruito il Delle Alpi per i mondiali, ogni club potè scegliere il nome per la propria curva: il Toro scelse Maratona (ovviamente) e la Juve Scirea. Dopodichè, la Juve ha adottato il doppio nome Scirea Nord/Sud sin dal secondo anno al Delle Alpi, se non ricordo male. Il Toro ha mantenuto i nomi Maratona e Scirea per una dozzina d’anni, poi la Scirea è diventata Sud. Cairo la rinominò in Primavera dopo un paio di partite del suo primo anno, per migliorarne il marketing :-)

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2017 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike