Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Sab 24 - 20:31
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
venerdì 1 Maggio 2009, 14:06

S’√® incazzato Chiamparino

Forse avrete letto l’intervista di oggi su La Stampa a Chiamparino, in cui spara a zero su coloro che si sono opposti alla fusione tra Iride ed En√¨a.

La materia del contendere era chiara: alcuni partiti della maggioranza di Chiamparino concordavano con la posizione storica di Grillo e dei comitati del settore, cio√® che le aziende municipalizzate devono restare sotto il controllo pubblico, tanto pi√Ļ se gestiscono la distribuzione di un bene vitale come l’acqua (a Torino SMAT “per il momento” √® fuori dalla fusione; “per il momento” l’ha dichiarato in consiglio comunale l’altro giorno un esponente della giunta del Chiampa).

C’√® da dire che anche la garanzia del controllo pubblico almeno al 51% √® fittizia; basta vedere la SAGAT, la societ√† che gestisce l’aeroporto di Caselle, che √® a maggioranza pubblica ma che, tramite patti parasociali, √® gestita di fatto dal socio privato (Benetton). Comunque, San Paolo Sergio Chiamparino √® stato chiaro: il suo obiettivo √® rendere la nostra acqua e la nostra elettricit√† “contendibili”, che significa “acquistabili in Borsa dalle banche mie amiche”; dopodich√©, come regolarmente avviene privatizzando beni vitali in regime di monopolio o quasi, i servizi peggiorano e le tariffe salgono, a tutto vantaggio delle banche suddette.

Per questo motivo, la maggioranza si √® spaccata, con i gruppi della sinistra (ad eccezione dei Comunisti Italiani) e l’Italia dei Valori che hanno votato contro la fusione dato che la clausola sul controllo pubblico non era stata inserita. Ma non √® solo questo ci√≤ che fa incazzare Chiamparino: egli dice nell’intervista che ¬ęIn consiglio c‚Äô√® stato un episodio significativo: i simpatizzanti di Attac, un gruppo di sinistra vicino a Grillo, hanno applaudito i discorsi del rappresentante di An, Ravello e dei leghisti. Questo vuol dire che la vera discriminante, il vero avversario, ormai, √® il populismo che riguarda un pezzo della sinistra, Di Pietro e buona parte della destra. Se si vuole fare davvero un nuovo progetto per l‚ÄôItalia √® da l√¨ che bisogna prendere le distanze. Dal populismo, sia che si ammanti di sinistrismo sia che si ammanti di perbenismo, al centro o a destra. Questo √® il nemico del Paese che vuole affrontare la sfida della modernit√†¬Ľ.

Lasciamo perdere che la concezione di modernit√† di Chiamparino √® vecchissima: √® tutta basata sulla Borsa e sul cemento. Lasciamo anche perdere il fatto che non vi sia un contraddittorio ma solo un giornalista in adorazione (stamattina, come Torino a 5 Stelle, ho scritto al giornale; vediamo se rispondono). Tuttavia, solo una persona ossessionata da una divisione ideologica della societ√† pu√≤ trovare sbagliato che un gruppo che si batte per difendere il bene comune applauda l’intervento di un leghista che (anche solo per calcolo politico) dice la stessa cosa. Se mai, Chiamparino dovrebbe chiedersi com’√® che la Lega dice cose pi√Ļ condivisibili e vicine ai cittadini di quelle che dice lui. Invece, parla seguendo il clich√© sinistrorso per cui basta dare del leghista a qualcuno per squalificarlo, senza accorgersi che gi√† alle ultime elezioni buona parte degli elettori di sinistra hanno cominciato a votare Lega.

Io, mercoled√¨, c’ero; sono andato a seguire il consiglio comunale incriminato. Sono arrivato alle 16 e delle (peraltro gentilissime) signore all’ingresso mi hanno fatto attendere fino alle 16,45, perch√© non si pu√≤ entrare prima che la seduta sia ufficialmente aperta (non sia mai che il pubblico veda qualche compromettente chiacchierata preliminare). Poi mi hanno fatto salire, e posare la borsa; io avevo la macchina fotografica, e il vigile all’esterno mi ha confermato che era possibile riprendere, tanto √® vero che mi ha fatto lasciare la borsa ma tenere la macchina; del resto i meetup cittadini in passato hanno ripreso il consiglio comunale varie volte.

Stavolta, però, si parlava di soldi, tantissimi soldi: e quindi, in sala, ecco la sorpresa.

Capito? Questi sono i nuovi ordini: il cittadino può ascoltare, ma non può muoversi, e nemmeno fare fotografie, a meno di chiedere una autorizzazione preliminare, cosa che peraltro, per un consiglio straordinario convocato il martedì sera per il mercoledì pomeriggio, mi pare un pelino difficile da fare.

Non posso quindi farvi vedere il cazzeggio continuo di questa gente (un po’ lo vedete all’inizio: nei primi dieci secondi c’√® addirittura una votazione in corso, ma sentite il brusio e notate la gente che vaga per la sala) e nemmeno ascoltare le parole di Chiamparino che fa il bullo vantandosi in anticipo che la mozione sar√† approvata, con totale disprezzo per il consiglio comunale e per la libert√† di pensiero dei suoi consiglieri. Ci sar√† prima o poi sul sito un video ripreso da una telecamera fissa, accuratamente pianificato in modo che sembri una cosa seria: anche voi, cliccate e adorate – √® tutto quel che potete fare.

Ma io vi invito ad andare, una volta nella vostra vita, a vedere in azione quelli che governano la nostra città: tornerete anche voi con la rabbia.

divider

5 commenti a “S’√® incazzato Chiamparino”

  1. maxxfi:

    La richiesta di posare la borsa come e’ motivata? Sicurezza, alias paura di bombaroli?

  2. mfp:

    “Se si vuole fare davvero un nuovo progetto per l‚ÄôItalia √® da l√¨ che bisogna prendere le distanze. Dal populismo, sia che si ammanti di sinistrismo sia che si ammanti di perbenismo, al centro o a destra.”

    Praticamente tutto l’arco parlamentare e’ contro di lui. Ho passato la giornata con esponenti storici PCI-PdS-DS-PD di un paese vicino casa mia, che il primo maggio si vedono tutti insieme da quando sono ragazzi … le solite battute su Berlusconi, i soliti “Il problema e’ …”, ma di fondo assoluto disprezzo per i vertici del PD e una cupa rassegnazione, umiliazione, vergogna quasi nei confronti di noi giovani che eravamo li’ solo per questioni di parentele e accoppiamenti vari. Quella e’ gente che nei valori del partito c’ha sempre creduto; che per anni ha militato senza mancare mai all’appello; persone comuni, politici di un pasetto, non di una citta’; mangiano del loro onesto sporco lavoro, non di politica. E si ritrova tradito da questi porci che si son venduti al migliore offerente.

    maxxfi, ma quale sicurezza!

    “Western Europe boasted the highest level of press freedom although Italy slipped into the partly free category with free speech limited by courts and libel laws and concerns over the concentration of media ownership.”
    ( http://www.google.com/hostednews/afp/article/ALeqM5ib8nNzQ2C5OKM6oOMcNuF0YRqWXg )

    Quella gente considera le istituzioni come un proprio feudo! Si fanno i regolamenti interni a proprio uso e consumo in barba ai dettami costituzionali! Non gliene frega un cazzo di amministrare una citta’, tanto lo stipendio glielo pagano aziende private che hanno bisogno di un cortile pubblico dove fare i loro porci comodi … banche … gruppi di interesse vari (costruttori, societa’ che hanno brevetti su tecnologie diseconomiche, etc) … lasciare la borsa (e che e’? Un supermercato? Una gioielleria? Una banca? Mi frego i pezzi di moquette e i posaceneri Svaroski?), preavviso per riprendere, ma siamo impazziti? E’ una seduta per l’amministrazione della tua citta’, lui e’ un personaggio (volontariamente) pubblico nel momento piu’ importante ($$$) delle tue funzioni pubbliche (ie: il suo diritto alla privacy personale e’ in subordine), e se non mi fai riprendere mi incazzo come una biscia (prima, durante, e dopo la sessione; deve anche darmi il tempo di intervistarlo, fargli tutte le domande in merito a cio’ che si parlera’ e si e’ parlato; ti diro’ di piu’, ma esistono figure giuridiche istituite ad hoc per poter pure intervenire durante la sessione … solo che quegli stessi regolamenti le rendono inattuabili). E’ che noi queste cose non le sappiamo, non abbiamo il tempo materiale per studiarle, e anche lo avessimo e’ una cosa talmente complessa che arriveremmo lunghi sui tempi tecnici di intervento; ma ti pare possibile che uno deve fare i doppi turni di lavoro perche’ il primo turno gli serve a mangiare e il secondo a controllare quelli che in teoria dovrebbero gia’ fare cio’ per cui gli paga lo stipendio, e si deve vedere anche vessato dallo stweart incravattato che magari e’ nipote dell’assessore? Maddai…

  3. vb:

    Anche Grillo ha pubblicato il mio video sul suo blog:

    http://www.beppegrillo.it/2009/05/il_comune_di_to.html

    Naturalmente senza il link alla lista, che non sia mai che togliamo troppi voti a Di Pietro :-)

  4. .mau.:

    eh, le sinergie di Casaleggio…
    Ma voi non avevate il bollino-non-bollino, insomma la benevole astensione di beppegrillo™ per le elezioni provinciali che sarebbero da abolire ma finch√© ci sono √® meglio comunque verificare da dentro? mi sono perso qualcosa?

  5. vb:

    S√¨, ma evidentemente il link diretto sarebbe una forma di compromissione troppo evidente; a quanto ho capito a questo giro si son dati l’ordine di non correlare direttamente il blog a liste non comunali, anche per paura di venire loro strumentalizzati da qualcuno. Per√≤ il link diretto invece c’√® nella pagina ufficiale delle liste… Comunque non ho ancora parlato con lo staff, magari √® solo che ieri avevamo il sito gi√Ļ.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike