Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Sab 22 - 17:39
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
giovedì 10 Febbraio 2011, 16:01

Le manipolazioni dei giornali locali

Spesso mi chiedono perch√© noi grillini ce l’abbiamo con l’informazione, e se non pensiamo di essere ipercritici o vittimisti quando sosteniamo che i media manipolano la realt√† a fini politici, anche nelle piccole cose. Eppure, in questo paio di giorni sono usciti due articoli davvero esemplari, e dunque ve li sottopongo.

Il primo viene dalla cronaca di Torino di Repubblica: √® intitolato “Appalti truccati per lavori stradali, otto condanne e sei assoluzioni”. In realt√†, leggendo il pezzo, si scopre che il principale “appalto truccato” √® quello relativo alla TAV Torino-Lione, e per la precisione alla realizzazione del cunicolo esplorativo a Venaus; il cantiere degli scontri del 2005, il cui appalto √® ora stato mutato in quello per il nuovo cunicolo esplorativo di Chiomonte. Gli altri appalti sono opere minori, di almeno un ordine di grandezza.

Ora, che quel cantiere fosse truccato √® una grossa notizia; e invece non solo ci si mette un titolo che porta fuori strada, ma nell’articolo si parla ripetutamente di “linea ferroviaria ad alta velocit√†”… senza specificare quale. Solo in un punto si parla di “Torino-Lione”, ma non dove si parla degli appalti oggetto di processo, bens√¨ dove si parla delle persone coinvolte, come a suggerire che potrebbe trattarsi di una persona che ora lavora a quello ma al tempo dei fatti faceva altro. E nell’intero articolo non compare nemmeno una volta, nemmeno una volta, la parola “TAV”.

Bisogna comunque dire che almeno, pur se in maniera accuratamente depotenziata, Repubblica ha dato la notizia; sul sito della Stampa c’era solo un articolo che diceva che gli oppositori della TAV si sono alleati con gli odiati milanesi per portarci via il luminoso futuro cementizio.

La Stampa festeggia per√≤ con un altro meraviglioso articolo uscito oggi: questo. In esso, il giornale della fabbrica di auto sostiene che in questo periodo di blocchi del traffico gli ecologisti non hanno tanto da fare gli splendidi, perch√© anche le biciclette inquinano l’aria. Come? Beh, semplice: l’attrito delle gomme sulla strada solleva le polveri inquinanti depositate in terra e le rimette in circolo nell’aria.

L’argomento √® totalmente demenziale: primo perch√© c’√® una differenza fondamentale tra produrre inquinamento, come fanno le auto (i veicoli a motore generano l’85% del PM10 nell’aria), e spostare l’inquinamento gi√† creato da altre fonti. E’ una differenza che capisce anche un bambino, non pensiate che non la capiscano i redattori della Stampa. Secondo, perch√© a questo punto tutto inquina, anche i pedoni, anche i piccioni, anche le flatulenze del vostro gatto; e infatti l’obiettivo √® proprio quello, dire che tutto inquina dunque non fa differenza, e andiamocene pure in macchina.

Se leggete spesso La Stampa, saprete che ogni due o tre giorni su Specchio dei Tempi compare una lettera contro i ciclisti, pericolosi investitori di pedoni, occupanti di marciapiedi, sottrattori di parcheggi e cos√¨ via; ora anche inquinatori. So che l’idea urta la vostra intelligenza, ma pensateci: La Stampa vi considera cos√¨ deficienti da pensare che possiate credere che in fondo in fondo un’auto o una bici per l’inquinamento √® lo stesso. E voi gli date pure dei soldi.

divider

6 commenti a “Le manipolazioni dei giornali locali”

  1. .mau.:

    anche sulle lettere al Corsera c’√® un’invettiva ogni due-tre giorni contro i ciclisti.

    quanto al sollevamento delle micropolveri, basta far notare che un’auto ne solleva venti volte tanto (spessore relativo delle gomme) e le sposta tre volte di pi√Ļ (velocit√† relativa)…

  2. Redsox:

    L’articolo di oggi sulla stampa √® veramente scandaloso

  3. Mike:

    Comunque a me il ciclista quadratico medio urbano sta sulle balle, visto il suo spregio totale delle norme del codice della strada e del buon senso.

    Il fatto che adesso i sedicenti ambientalisti propuglino l’utilizzo della bicicletta come panacea di tutti i mali per coprire l’epic fail dei trasporti pubblici di certo non aiuta la causa della modalit√† ciclabile.

    Mike (che si scalda con emissioni di CO2 0 ma come polveri sottili o no a livello folle)

  4. ff:

    Beh, riguardo i ciclisti sui marciapiedi hanno solo ragione, sono da annientare (e lo scrive uno che durante l’anno fa pi√Ļ chilometri in bici che auto)

  5. D.:

    Beh se ti pu√≤ consolare la teoria che le bici inquinino √® stata sostenuta anche dall’attuale assessore regionale all’ambiente!

    D.

  6. paolo:

    a proposito di alta velocita’.

    tanto per curiosita’. potrei avere un commento partendo da questa mappa?

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/83/High_Speed_Railroad_Map_Europe_2011.png

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike