Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Gio 28 - 21:34
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
lunedì 11 Marzo 2013, 12:34

Cari intellettuali

Cari intellettuali,

ormai Repubblica ospita ogni giorno un diverso appello di luminari, artisti, personaggi finissimi di sinistra che si rivolgono al Movimento 5 Stelle chiedendogli di appoggiare un governo del PD.

Voi lo fate in modo cortese, ma mia bacheca è piena di gente che urla; e nonostante quel che dicono i media, non sono i “grillini”, ma prevalentemente elettori e militanti del PD che gridano scompostamente che loro hanno diritto a governare e che noi dobbiamo dargli i nostri voti per farglielo fare, se no siamo irresponsabili, distruttivi, fascisti, berluscoidi, infantili. Un film stucchevole e già visto, qui a Torino, all’epoca delle elezioni regionali e della sconfitta di Bresso.

Voi partite da una visione che non sta in piedi, quella per cui per vent’anni abbiamo avuto uno scontro tra il male (Berlusconi) e il bene (il PD) e ora il M5S ha il dovere di far trionfare il bene. Mi spiace per voi, quella visione è falsa, innanzi tutto perché non c’è stato nessuno scontro, ma vent’anni di inciuci dietro le quinte, in cui il PD, dalla Bicamerale alle garanzie per le TV di Berlusconi, ha tenuto in piedi il PDL perché entrambi potessero spartirsi il potere.

Dunque per me Berlusconi e Bersani non sono uguali, ma sono ugualmente impresentabili. Sono due facce dello stesso fenomeno durato vent’anni. E’ proprio salvando Bersani che noi salveremmo anche Berlusconi e il berlusconismo.

Invece di fare appelli al M5S, chi simpatizza per il PD dovrebbe fare appelli ai propri dirigenti. Perché non si può venire bocciati alle elezioni e poi pretendere di governare, no? Che il PD dia un segnale di rinnovamento; che vadano a casa tutti, Bersani, D’Alema, Rosy Bindi, anche Renzi, che a seconda di come si sveglia è del PD o contro il PD o il leader della fusione PD-Monti, ma sempre nel sistema è. Che il PD dia un segnale di svolta morale; che faccia una letterina pubblica con cui rinuncia immediatamente ai rimborsi elettorali a partire da queste elezioni, che i suoi parlamentari firmino un impegno a ridursi lo stipendio a 2500 euro netti al mese e ad accettare solo rimborsi spese a piè di lista, come i nostri; che si dimetta subito la deputata PD neoeletta e già indagata in un caso di voto di scambio, che vengano pubblicate tutte le carte dell’affare Monte dei Paschi e cacciati tutti i politici del PD che lo usavano come un bancomat.

Se il PD farà tutto questo, qui e subito, allora si potrà discutere di un governo di persone slegate dai partiti, dalle banche e dal passato, che possa andare avanti sei mesi a fare poche cose urgenti e importanti: va bene la legge elettorale, ma innanzi tutto c’è da garantire gli esodati, i cassintegrati, i disoccupati, i piccoli imprenditori che aspettano un pagamento, l’assistenza, i servizi essenziali. Ma se il PD non fa questo, non è credibile come interlocutore del rinnovamento, e non verso di noi: verso il Paese.

Dunque, per favore, rivolgete i vostri auspici al vostro partito del cuore; perché se l’unica cosa che sapete fare è scrivere a noi perché diamo al PD dopo le elezioni i voti che non è stato capace di prendere durante… mi spiace, ma non mi sembra sensato e nemmeno tanto democratico.

divider

65 commenti a “Cari intellettuali”

  1. rccs:

    Quindi adesso la linea di partito la detta Bertola?

  2. rccs:

    Secondo appunto, par di capire che a voi gli esodati, i cassintegrati, i disoccupati, i piccoli imprenditori che aspettano un pagamento, l’assistenza, i servizi essenziali non ve ne frega niente.

    Questa sarebbe una vostra concessione in cambio della riduzione degli stipendi dei parlamentari e della “divulgazione delle carte di MPS”?

    Beh, avete proprio a cuore l’ Italia!

  3. paolo:

    da elettore passato da sinistra al M5S, condivido quello che dici. Appoggiare un governo Bersani: con quali ministri? Bindi, d’Alema, Veltroni, ecc. cioè tutti quelli che Bersani dovrà ringraziare per averlo fatto vincere alle primarie contro Renzi? Con un programma da 8 punti per amicarsi il M5S MA ANCHE altri 8 punti per amicarsi Monti, altri 8 per amicarsi l’Europa, altri 8 per…
    Propongano Marco Scibona ministro alle infrastrutture e poi ne parliamo.

  4. Fripp:

    Cerco di capirci qualcosa: la proposta di Bertola è una proposta seria o è una semplice opinione?
    Mi spiego: se qualcuno del PD facesse proprie le posizioni espresse, riceverebbe una risposta seria o ancora frasi tipo “siete morti!”?
    Peraltro, pur non essendo un sostenitore del M5*, la proposta è seducente … via la nomenklatura e i maxi stipendi dei politici e dentro nuovi nomi e nuovi progetti (sorvoliamo un attimo su alcune proposte utopiche o semplicemente sballate).
    Ma per far questo sarebbe necessaria la costituzione di un governo: come avverrebbe, visto che Grillo ha detto che non daranno la fiducia a nessuno?

  5. MarcoF:

    A proposito di intellettuali: tuoi “vecchi amici” intervistati da Gad Lerner http://www.gadlerner.it/2013/03/09/wu-ming-tra-grillo-berlusconi-e-ricci-ce-un-idem-sentire

  6. Mike:

    Secondo me la legge elettorale invece è importante nell’ottica di svecchiare la classe politica: se si va di nuovo a votare con il Porcellum non se ne esce, per il semplice fatto che si vota il partito e non il parlamentare.
    In questo momento a Casaleggio ed a Grillo va bene, perche’ i parlamentari m5s vengono mostrati come intercambiabili, ma a me personalmente va molto meno bene. Se un candidato, che sia PD piuttosto che M5S, che PDL mi tira fuori discorsi sul complotto dell’11 settembre o che lo sbarco sulla luna era un falso girato da Kubrick, io non lo voto a prescindere. Allo stesso modo se il candidato è favorevole alla TAV deve presentarsi in maniera molto convincente su altri argomenti perchè lo voti. Infine dovendo scegliere tra un ingegnere ed un avvocato, io scelgo l’ingegnere.

    Tu certamente sai che cosa è un circuito crowbar, serve ad evitare che un malfunzionamento di un alimentatore causi un guasto irreparabile ad un circuito elettrico, facendo intervenire un fusibile od un magnetotermico.
    Una nuova legge elettorale che permetta di scegliere i candidati senza giochini e trucchetti vari è il crowbar della democrazia.

  7. Piero:

    Una alleanza del M5S con il PD non risolve la crisi sociale di cui PD e PDL sono i principali responsabili, ma la acuisce, con il rischio che fatti incresciosi come quello di Perugia si moltiplichino,

  8. rccs:

    Io non so voi, ma una parte del mio lavoro dipende da decisioni ministeriali che devono essere prese nei prossimi mesi. Se ciò non avverrà per la semplice ragione che non esiste un ministero, valuterò con chi devo prendermela.
    Ognuno si prenda la responsabilità di cosa fa o di cosa decide di non fare.
    Poi, se siete sicuri che in futuro le vostre scelte saranno in grado di stravolgere positivamente la mia vita, verrò a ringraziarvi. Ma solo allora.

  9. rccs:

    PS: No, non lavoro per nessun ministero e neppure costruisco gli F-35 e neppure lavoro a cantieri TAV.

  10. vb:

    Veramente ci sono tuttora dei ministri in carica per l’ordinaria amministrazione…

  11. rccs:

    Non tutto può essere fatto per “ordinaria amministrazione”. Poi avrai ragione tu, o forse no. Preferirei però non doverlo scoprire sulla mia pelle.

  12. Fripp:

    “Veramente ci sono tuttora dei ministri in carica per l’ordinaria amministrazione…”
    Quindi, unendo questa frase a quanto detto oggi da Crimi (“il Parlamento cominci a lavorare anche senza un governo”, cosa in sè condivisibile, peraltro), devo dedurre che la proposta è questa: lasciare in carica il “vecchio” governo Monti e condizionarne l’operato mediante le votazioni parlamentari?

  13. Euplio Franco:

    Ma questi intellettuali hanno votato per M5S? forse allora non hanno seguito neppure un comizio di Grillo. Per tutta la campagna elettorale abbiamo ripetuto che non ci saremmo accordati con PDL e PDmenoelle. Accogliendo i loro “appelli” li faremmo vincere sia tatticamente sia strategicamente. Tatticamente, avrebbero modo di prendere il potere e guadagnare tempo, tempo di cui hanno disperato bisogno. Strategicamente, la nostra credibilità sarebbe compromessa: cosa racconteremo ai nostri elettori tra un anno, quando si tornerebbe comunque a votare? Faremmo la fine di Rifondazione Comunista, che in cambio di una poltrona si è “piegata” alla politica del PD, ed è stata cancellata dai suoi elettori che hanno smesso di credergli.
    Promettono che adesso risolveranno i problemi: ma erano al governo fino a ieri, i problemi di questi giorni sono figli loro, il frutto della loro incapacità. Ci credono veramente idioti come i loro elettori?
    Per quanto riguarda le critiche che riceviamo, è il prezzo che paghiamo al medium. Internet è meraviglioso, ma non facciamoci illusioni: la vittoria delle elezioni è dovuta ai comizi di Grillo per le strade, e non certo ad Internet. La gente è venuta a sentirlo, ha compreso la differenza tra quello che ascoltava e quanto leggeva sui giornali, e lo ha votato.
    Tu e Appendino con le vostre azioni avete fatto perdere posti e privilegi a molte persone: e molte di più sono quelle che temono per le loro poltrone. Credi veramente che questi individui posteranno dei commenti sul tuo sito, chiedendo scusa, offrendo critiche costruttive? Se sei così ingenuo da crederlo, torna a dedicarti all’Ingegneria perché la politica evidentemente non fa per te.
    Se potranno distruggerti, lo faranno. Se potranno distruggerci, lo faranno. Si riempiono la bocca di parole altisonanti e nobili ideali solo per nascondere i furti a mani basse. Hanno rubato, rubano, ed hanno paura di non poterlo più fare in futuro. Con queste premesse, prova a convincerli della sincerità tue motivazioni, e buona fortuna!

  14. GAB:

    Una cosa che non ho mai capito: perché PdL viene riportato correttamente e PD diventa Pdmenoelle, PDmenoelle, Pd-L ecc. ecc.? Io, personalmente, colgo già da questo una malcelata simpatia per il partito-azienda di Silvio… poi magari mi sbaglierò.

  15. D# AKA BlindWolf:

    @GAB:
    (impressione mia. E, per la cronaca, mi definisco progressista…)
    al contrario, sta a significare che il PD è considerato equivalente al PDL con l’unica differenza che gli manca una lettera nella sigla…
    (e se negli ultimi mesi Grillo & M5S hanno attaccato di più il csx che il cdx è perchè quest’ultimo era dato come avversario molto meno insidioso)

  16. polemico74:

    Il vostro merdoso sindaco di Parma ha deciso la decurtazione delle indennità aggiuntive in busta paga per gli incarichi “disagiati” (poliziotti municipali, messi comunali, ma anche addetti dei servizi domiciliari ad anziani ed handicap) che rientrano nei contratti decentrati. Una decisione retroattiva, peraltro, che ha già lasciato i suoi effetti sulle buste paga di gennaio e febbraio. Con un taglio variabile tra i 50 e gli 80 euro che per la gran parte dei dipendenti comunali significa un pesante contraccolpo, essendo gli stipendi base sui 1.200 euro.

    Le facce nuove…le nuove facce di cazzo direi…sempre servi dei padroni, protofascisti

  17. carlo:

    Caro Vittorio, bersani e berlusconi non sono uguali, come scrivi te, i “cittadini” del m5s saranno ancora diversi, perchè vergini… va bene, va bene tutto. Ma poi? Alla prova dei fatti? Vedi Parma.. A Mira prov. di venezia, pd-pdl volevano abbassare il gettone di presenza (in consiglio comunale) ad 1 euro ma è stato bocciato. Da chi? Dal M5S. Grillo vuol mettere il politometro, bene, ma sarebbe anche utile inserire il Grillometro. Da quando è nato il movimento, lui e il suo blog, quanti spiccioli hanno tirato su? Mi piacerebbe saperlo.
    Una cazzata che mi è venuta in mente ora, tempo fa scrivevi a proposito di eataly (visto che siamo nei paraggi): “Prenderei tutti quelli che spendono 6,80 euro per un vasetto di pesto (o 6,50 euro per mezzo chilo di spaghetti, o 15 euro per 8 gianduiotti di Gobino), gli confischerei metà del conto in banca”.
    Va bene anche quasto, per carità, ma credo che confischerai conti anche a parecchi… diciamo cittadini. Ne sono certissimo.
    ciao

  18. Alberto:

    Alcune considerazioni:
    1. Tu dici: “Perché non si può venire bocciati alle elezioni e poi pretendere di governare, no?”. D’accordo che l’esito delle elezioni è sempre estremamente soggettivo ma definire “bocciata alle elezioni” la coalizione che ha la maggioranza assoluta dei seggi alla Camera e la maggioranza relativa al Senato mi pare davvero grottesco, non credi?
    2. Quale garanzia ho come cittadino che ha cara la democrazia e quindi la possibilità dei cittadini di influire direttamente sulla politica che, una volta che i partiti rinuncino ai propri rimborsi elettorali, non diventino, ancor più di oggi, schiavi di lobby, consorterie e gruppi economico-finanziari? P.s. evita di rispondermi “si rimedierà con l’autofinanziamento”: quello che il M5S ha raccolto, pur nell’entusiasmo che pervade il movimento oggi, sono bruscolini rispetto a quello che le aziende versano tipicamente nelle casse dei partiti…
    3. Perché in un momento di crisi come quello attuale, in cui il nostro paese ha disperato bisogno di recuperare risorse, il M5S fa una battaglia di principio sul finanziamento pubblico dei partiti (con i rischi che comporterebbe) quando un provvedimento come l’abolizione delle province, a parole condiviso da tutti, recherebbe un risparmio ben maggiore? C’entra per caso il fatto che il M5S è di fatto un soggetto privato? C’è la preoccupazione da parte del suo proprietario che l’affluire di denaro nelle casse del partito lo possa pericolosamente rendere autonomo dal suo proprietario stesso?
    4. Personalmente non è la cosa che mi interessa di più scoprire quanto in questi vent’anni Bersani e altri abbiano combattuto sinceramente o meno Berlusconi. Quello che mi interessa è che da vent’anni si sono succeduti alla guida del paese governi presieduti da Berlusconi, che si sono occupati quasi esclusivamente delle faccende private del loro leader, e traballanti governi alternativi che, pur di vincere, avevano arruolato nani e ballerine, al prezzo di un assoluto immobilismo e totale incapacità decisionale. Oggi il declino di Berlusconi avrebbe potuto finalmente garantirci un governo che governasse e invece siamo di nuovo qui senza una maggioranza di governo, a discutere su fesserie come il rimborso elettorale dei partiti, mentre le aziende chiudono una dopo l’altra. Lasciamo perdere le “svolte morali”, le svolte morali non creano posti di lavoro: qui c’è un paese da salvare dalla bancarotta e chi oggi non fa nulla per farlo, dal mio punto di vista, non avrà meno responsabilità nella bancarotta di chi ha portato il nostro paese sino a qui.

  19. polemico74:

    Laureata in Giurisprudenza presso la Sapienza Università di Roma nel 1985, ha lavorato in Rai, sia per la televisione sia per la radio. Nel 1989 ha cominciato la sua carriera all’ONU lavorando per quattro anni alla FAO, dove si occupava della produzione video e radio.

    Dal 1993 al 1998 ha lavorato presso il Programma Alimentare Mondiale (WFP) come portavoce per l’Italia. Dal 1998 al 2012 è stata Portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR) per il quale ha coordinato anche le attività di informazione in Sud-Europa. In questi anni si è in particolare occupata dei flussi di migranti e rifugiati nel Mediterraneo. Ha svolto numerose missioni in luoghi di crisi, tra cui ex Jugoslavia, Afghanistan, Pakistan, Iraq, Iran, Sudan, Caucaso, Angola e Ruanda.

    Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra i quali la Medaglia Ufficiale della Commissione Nazionale per la parità e le pari opportunità tra uomo e donna (1999), il titolo di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2004), il Premio Consorte del Presidente della Repubblica (2006) e il Premio giornalistico alla carriera Addetto Stampa dell’Anno del Consiglio Nazionale Ordine Giornalisti (2009). Il settimanale Famiglia Cristiana, nel suo numero 1 del 2010, l’ha indicata quale italiana dell’anno 2009, in ragione del «costante impegno, svolto con umanità ed equilibrio, a favore di migranti, rifugiati e richiedenti asilo» della «dignità e (…) fermezza mostrate nel condannare (…) i respingimenti degli immigrati nel Mediterraneo effettuati» nell’estate del 2009.[1] È stata insignita nel 2011 del Premio Renato Benedetto Fabrizi, premio nazionale ANPI.

    Nell’aprile del 2010 pubblica per Rizzoli Tutti indietro, un libro in cui racconta la propria esperienza nell’affrontare le principali crisi umanitarie e descrive l’Italia della solidarietà, dei tanti uomini che rischiano la vita per salvare i naufraghi che vengono dalle coste africane e di coloro che lavorano gomito a gomito per realizzare un’integrazione vera di immigrati e rifugiati. Scrive in diverse riviste e tiene il blog Popoli in Fuga sul sito del quotidiano la Repubblica.

    A Cesena, il 14 dicembre 2011, Boldrini ha ricevuto il premio Cesena Città della Pace nella “Sala degli Specchi” del Palazzo Comunale della città.[2]

    Questa e’ Laura Boldrini…ma gli arroganti presuntuosi del m5s hanno preferito votare Roberto Fico…ma vaffanculo!!

  20. polemico74:

    SIete in senato da 2 giorni e vi siete già spaccati

    RIdicoli! Fate ridere i polli…

  21. Roby(della 9):

    Ahhhh PATETICO+MALEDUCATO74, hai VERAMENTE…MENATO U BELINO! MA COSA VAI CERCANDO??? MA SPARISCI! CAFONE&IGNORANTE !! E giuro che se sei chi si dice che tu sia,… occhio! PS=Se si vota TUTTI UGUALE, sono burattini, se di fronte ad una scelta specifica (P.Grasso) non si è monoscelta siamo spaccati.. E’ MOLTO PIU’ SEMPLICE=tra Noi ci sono molti piu’ esseri pensanti che TRA I SERVI DEI TUOI CARI PARTITINI!… MA HAI MAI ASSISTITO AD UNA VOTAZIONE ANCHE SOLO IN UNA CIRCOSCRIZIONE???????????????????? Ah gia’, forse sì!! Beh, meglio PENSANTI (e magari su questioni di merito, NON “comandati”) che SERVI di SEGRETARI & LADRI DI PARTITO! …SPARISCI perchè ti conviene…

  22. Roby(della 9):

    DIMENTICAVO =

    Composizione senato:
    Partito Democratico 123 seggi,
    Popolo della Libertà 117,
    MoVimento 5 Stelle 54
    Con Monti per l’Italia 19.
    senatori a vita 4

    Grasso voti 137
    Schifani voti 117

    VOTI OCCORRENTI DA PARTE DEL M5S = 0

  23. polemico74:

    Capisco il nervosismo…alla seconda votazione il vostro capo sta già cercando i ‘traditori’
    Per essere dei ‘dipendenti’ non sembrano molto fedeli…vi state già squagliando…

  24. andrea:

    Fattene una ragione, Vittorio, è passato un presidente del senato perbene.
    Con alcuni voti 5stelle? Grazie di aver silurato l’autista dei mafiosi! Preferivi Monti o Franceschini?
    Già nelle camere si respira aria nuova…
    Pensiamo tutti assieme a fermare per sempre questa destra ladra e mafiosa, poi prenderete a sberle elettorali quella sinistra pasticciona e affarista.

  25. carlo:

    Senatori “indipendenti”. Adesso grillo prende ispirazione da berlusconi? LI CACCIA???
    Ma non era lui che scriveva:”Ogni eletto risponderà al programma e alla propria coscienza, non a organi direttivi di qualunque tipo”. 11-08-2011
    Ditemi…

  26. rccs:

    @Carlo, non solo lo ha detto nel 2011. Lo ha pure scritto nel 2013, nello Statuto del partito… quello vero, non la burletta del NON-statuto.

  27. polemico74:

    Il pagliaccio Bertola sara’ sicuramente dalla parte di Grillo, d’altronde ha gia’ detto che in Comune si stanca troppo e prepara un bel salto al parlamento per il quale sta lavorando alacremente slappando il capo supremo

  28. .mau.:

    @polemico74: spero che tu ti renda conto che da un pezzo i tuoi commenti hanno contenuto semantico nullo. È una tua libera scelta (come è una libera scelta quella di vb di lasciarli) ma non puoi aspettarti che qualcuno ti legga e ti risponda.

  29. Lollo:

    Comunque come troll mi faceva ridere di più Cloud. Che fine ha fatto?

  30. Aldo:

    Mi sembra che la Germania stia sfruttando il fatto che particolarmente noi italiani (che siamo di solito quelli più sensibili ai soprusi fatti anche agli altri) siamo persi in scaramuccie di governo, per far passare un autentico FURTO in cui per la prima volta i problemi delle banche vengono ripianati RUBANDO i soldi ai correntisti (fantastico!). Ma a quanto pare di Cipro non gliene frega niente a nessuno:
    https://www.change.org/it/petizioni/unione-europea-prima-cipro-poi-altrove-non-si-salvano-le-banche-rubando-ai-cittadini
    Mi aspettavo un intervento del M5S (mai tenero con le banche) ma per ora nulla :(

  31. andrea:

    L’editoriale di Travaglio mi fa pensare che il nuovo presidente del Senato non sia tutta questa perfezione, pazienza, i 5stelle “ribelli” hanno fatto ugualmente benissimo a far silurare l’autista.
    Figuraccia 5stelle con la Bindi, suvvia, un po’ di educazione con i quasi-pensionati…
    Piuttosto che negare il saluto, tagliate le buonuscite alle cariatidi!

  32. carlo:

    Grillo vuole il politometro… e perchè non mette online anche il GRILLOMETRO, ad esempio da quando è nato il M5S, con il suo blog quanti spiccioli ha tirato su? Tutto legittimo, però rinunciasse almeno ad AMAZON… grazie.
    http://www.corriere.it/esteri/13_febbraio_16/neonazisti-a-guardia-degli-operai-scandalo-amazon-in-germania-paolo-lepri_d17ba192-77fa-11e2-add6-217507545733.shtml

  33. polemico74:

    @.mau.: bertola alle domande scomode non risponde, come il movimento a cui appartiene. Tanto vale insultarlo un po’ come fa il suo capo con tutto il resto del mondo non m5s

  34. .mau.:

    continuo a non vedere l’utilità degli insulti (esattamente come quelli del suo capo: anzi no, perché il suo capo li usa per cementare il consenso, cosa che tu non puoi fare non avendo un tuo MoVimento)

  35. polemico74:

    @.mau., accetto la tua critica e torno alle domande senza risposta:

    1. Come mai a Parma avevate promesso di fermare l’inceneritore e non lo avete fatto?
    2. Come mai a Parma avete aumentato le rette dell’asilo e tagliato gli stipendi da 1200 euro senza dirlo prima nel programma?
    3. Come mai non avete votato Laura Boldrini alla presidenza della Camera?
    4. Come mai non avete trasmesso in streaming le riunioni dei vostri gruppi parlamentari?
    5. Da quando sei consigliere comunale cosa hai fatto di utile per i cittadini?

  36. Alberto:

    @Andrea: gli editoriali di Travaglio hanno smesso da un po’ di farmi pensare, o meglio mi inducono a pensare come mai c’è stato un tempo in cui li trovavo molto interessanti. Nella fattispecie sostiene che Grasso è pappa e ciccia con Schifani per il solo fatto che la posizione di Schifani è stata riaperta dopo che Grasso ha lasciato la Procura di Palermo. Francamente un po’ poco, anche perché credo che la posizione su Schifani sia stata aperta in seguito a dichiarazioni di pentiti, non certo di prove occultate dall’insabbiatore Grasso… Sento che Grasso ha chiesto un confronto pubblico a Travaglio, sono curioso di scoprire se Travaglio ci andrà e se ci andrà con le stesse argomentazioni che ha sfoggiato sul FQ…

  37. mfp:

    Il mio commento è un semplice invito ai neoeletti del M5S ricordando contestualmente loro che non c’e’ nessuna fretta (Draghi dice che tanto tutti devono andare dietro ai soldi quindi c’e’ il pilota automatico): uscire fuori dal parlamento, fisicamente, lasciando e una nuova legge elettorale sui banchi con cui tornare alle urne (entro tot data; poi tutti a casa, tutti p38, tutti unabomber; io ho già preparato i carmina burana da pomparmi nelle recchie mentre sto sul carro armato), e un’aula che se vorrà procedere saprà di farlo con al più il 60% della sovranità:

    – eliminare il giochino delle coalizioni (con cui il PD ha preso il premio di maggioranza);

    – eliminare i premi: un non voto e’ uno scranno vuoto;
    – escludete tranquillamente noi all’estero, tanto, ancora una volta (vedasi diatriba sul “primo partito” per numero di voti), e’ stato solo un modo per riaffermare quella che Napolitano ha definito oggi “continuità istituzionale” mentre noi stiamo proprio cercando discontinuità.

    Stare li’ dentro a fare da spingitore di carrozzelle e badanti a problemi di prostata, altrui, non e’ il motivo per cui sono stati votati. Se rimangono bruciano se stessi e il proprio brand.

    Se nel frattempo il parlamento uscente riesce anche ad inserire nell’Ordinaria Amministrazione l’eliminazione degli elenchi su cui dover scegliere i propri collaboratori e’ possibile anche che quando i grillini rientreranno in aula per il loro secondo mandato, oltre a non vedersi ripresentare Boldrini e Grasso eletti automagicamente (ie: per ovvi motivi di Ingegneria Costituzionale,dopo un tot fumate nere deve esserci un nome… la serie delle votazioni susseguenti deve essere convergente), potranno scegliersi dei collaboratori fidati piuttosto che dei collaboratori usati-sicuri e consunti da terzi.
    Magari entro la fine del secondo mandato c’avremo finalmente LQFB distribuito capillarmente in ogni anfratto amministrativo e si potra’ sciogliere definitivamente la riserva attualmente in essere…

    A me in tutta ‘sta commedia all’italiana fa girare i coglioni solo il fatto che come al solito ad uscirne meglio di tutti e’ la chiesa co’ ‘sto papa popolare… le suorine hanno vinto il jackpot!

  38. Stefano Cattaneo:

    Nei casi come quello del movimento Cinquestelle, la linea di comportamento più che la dirigenza, la dettano gli elettori. Se quel 25,5% degli italiani che hanno votato M5S avessero pensato che Bersani ed il Pd avrebbero risolto i problemi dell’Italia, avrebbero votato Bersani, lo sapevano che si stava scontrando con Berlusconi, e che il loro voto avrebbe fatto pendere l’ago della bilancia verso il Pd. Se non l’hanno fatto è perché evidentemente ritengono inadatti a governare Bersani e Pd. Si può dargli torto a questi elettori, ma non si può chiedere a chi è stato eletto da essi, di appoggiare il Pd. Sarebbe tradimento del mandato; anche nel caso questi parlamentari cambiassero idea, avrebbero il dovere di chiedere nuove elezioni, dicendo agli elettori: Ci siamo accorti adesso che Bersani (o Berlusconi, o Renzi) ha ottime proposte politiche, vorremmo appoggiarlo: vi va bene? Se si rieleggeteci.
    Aggiungo che però, per il bene del paese, in via provvisoria M5S potrebbe proclamare: Non andiamo neppure in aula a vedere chi ha avuto l’incarico, ne a sentire cosa dice; se otterrà la maggioranza bene per lui. Se poi presenterà in parlamento buone leggi, le approveremo, votando contro tutte le porcherie.

  39. carlo:

    io ho votato M5S per dare uno scossone a tutti e forse ci siamo riusciti, ma quando sento certe interviste della lombardi, come quella di oggi, dopo l’incontro con bersani, beh, veramente dico, cazzate ne ho fatte tante nella mia vita, l’ultima il 24 febbraio. Siate più umili, altrimenti non si va da nessuna parte. E alle prossime elezioni – a breve- la ruota ri-gira. E con renzi, il 25% sarà un sogno. Per capirlo basta parlare con le persone – come me- che vi hanno votato. bye

  40. mfp:

    carlo, la ruota gira a vuoto su se stessa e gli alieni tengono il conto dei giri completi. Quindi in definitiva: sticazzi della ruota. Piuttosto Babbo Bersani restituisca i soldi spesi in questi 5 anni da quelli dati alla Cicciona che gli scriveva i discorsi (cfr. Gazebo di Zoro), a quelli dati a D’Alema per controllare il COPASIR. Impieghi il parlamento esistente (che con i presidenti e’ già operativo) per riformare la legge elettorale; per farlo non serve un governo. E allora iniziamo a parlare di umiltà. Buffone.

  41. .mau.:

    da quando in qua una riforma elettorale è “affari correnti”?

  42. mfp:

    .mau., da quando il parlamento si e’ dotato di regolamenti ulteriori. Devo scrivere AutoSuperDotato o il precedente “si” e’ sufficiente a comprendere il riferimento alla ridondanza imperscrutabile dei regolamenti interni rispetto a quelli già presenti sulla Costituzione?

    http://www.treccani.it/enciclopedia/verbi-riflessivi_%28Enciclopedia_dell%27Italiano%29/

    A me sta sulle palle la Gina LolLombarda… se c’era l’autista di Grillo a quel microfono sarebbe stato meglio: meno manuali di diritto internazionale, piu’ surf tra ‘no spinterogeno e ‘na portiera, e sicuramente non avrebbe fatto la “gaffe” dei “soldi gratuiti alle banche” come fosse ‘na Ally McBeal qualunque ma avrebbe detto qualcosa tipo: “no i soldi agli intermediari bancari BCE-IntesaSanPaoloImiMpsMerdaCheLiSpacca, le banche ci diano gli elenchi dei creditori e noi liquidiamo direttamente i creditori con la supervisione dei loro manager”.

  43. polemico74:

    Pagati per dormire…

    http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/03/crimi-dorme-in-aula.jpg

    Sempre piu’ buffoni

  44. carlo:

    @mfp

    la conferma di quello che ho scritto è nell’ ultima parola della tua risposta. Peccato.
    ciao

  45. mfp:

    polemico74, purtroppo lavorare sui banchi di geppetto, le sedie calviniste, su tomi di carta sempre più voluminosi, sopra a display sempre piu’ densi, e sotto telecamere sempre accese ma mai sufficientemente comunicative, e’ un lavoro massacrante sia nel corpo che nella mente. Per questo esco poco da casa mia (affitto eh; casa me l’hanno rubata una gang di recchioni con giarrettiere rosse e cilindri neri, invidiosi del fatto che io non c’ho il tatuaggetto del sodogormita). Pero’ se stai li’ a Torino potresti fare un salto da WiNeXT Srl, comprare una coppia di apparati, montarteli sul tetto e fare cosi’ finalmente qualcosa di utile invece di stare li’ ad aspettare che Telstra ti porti la fibra ottica per far andare piu’ veloce il televibratore nel culo degli scrannati…

    carlo, sono d’accordo. Peccato. Aspe’, aspe’… c’ho il videogioco a faccia autografa per queste cose contraspassose (nda: agli alieni non piacciono ‘ste cose ma approfitto del cambio papa per usufruire dell’amnistia di dio, spero sia a sufficenza anche per le bacatelle aliene):

    http://www.youtube.com/watch?v=La7uJSnzi7c

    P.s.: avete finito di scopiazzare le mie bozze? Eh? Eddaje su che pure qua c’ho gente che ha cominciato a fotocopiarsi il mio passaporto con un blackberry invece di chiedermi l’autografo cartaceo e farci ‘na risata insieme…

  46. Fripp:

    Dai commenti di mfp deduco che quanto scrivevo qualche commento più sopra è effettivamente una delle possibili strategie del M5s.
    Tuttavia, se Bersani non ottiene la fiducia non può insediarsi come nuovo governo.
    Quindi continuerebbe Monti al quale, semmai, andrebbe rivolto l’invito di far approvare la legge che viene invocata.
    Mi pare però che questo approccio minimalista mal si attagli al momento difficile (o forse drammatico) che attraversa il nostro Paese.

  47. mfp:

    Ma vaffanculo. Moderazione ‘sto cazzo.

  48. carlo:

    @mfp
    “ma vaf………” simpatico. grillo parla, lancia il bastone e…. ops, ops, ops. Evvabbè.

  49. mfp:

    carlo, ti manca un commento attualmente “in fase di approvazione” (concetto: “Belgio Docet: a regime europeo meglio nessun governo che un cattivo governo o, in altre parole, meglio solo Carote che carote&Manganelli”); probabilmente e’ appeso in coda di moderazione a causa dei link che contiene, e purtroppo sono esattamente le cose che mi fanno girare i coglioni… l’evento mi costringe a tenere il tab aperto e refresharlo piu’ del solito nel tentativo di seguire il thread e dedicarci abbastanza tempo da trallallare i troll pddini merda.

  50. polemico74:

    mfp, i troll pddini ce li hai nel cervello

    ma bertola sta bene? sta preparando un articolo sugli astronauti americani che in realta’ non sono mai andati sulla Luna?

  51. mfp:

    Vero, c’ho una sindrome di disordine post tramumatico causa inciucio multiplo prolungato del mondo che mi circonda, a cominciare da chi ha già incarnato un qualunque incarico pubblico a maggior ragione se durante questo periodo s’e’ sempre girato dall’altra parte e ancora di piu’ se vede il numero e la gravità delle situazioni limite delle persone che lo circondano piu’ o meno vicino a dove poggia i suoi piedini, o più semplicemente sia piu’ vecchio di 47 anni o comunque abbia una famiglia da mantenere e questo non s’e’ speso neanche un po’ oltre l’etica del lavoro. Per non parlare di questi falliti che mi si presentano oggi a parlare di riforme costituzionali o di innovazione o che Internet e’ Libertà dopo averla già distrutta nell’essenza, digerita e ricagata da almeno 12 anni o, peggio, che pensano di poter fare a meno delle telecomunicazioni ma non si possono permettere neanche la benzina quotidiana per raggiungere il lavoro, o, peggio, che parlano di eucarestia come se oggi non esistesse l’automazione industriale, o, i peggiori in assoluto, che per automazione industriale intendono la libertà di fare quel che cazzo gli pare “tanto lavora Numero5”, che sono analoghi a quell’altri spaventati a morte dall’essere sostituiti da un robot non capendo che essere sostituiti – volendo – non riduce neanche un po’ il benessere che hanno ma anzi gli aumenta il tempo a disposizione per goderselo. Oramai vedo preti e piddi(elli)ni merda ovunque… vedo la gente morta che parla per limitare il credit crunch a danno di altri…

  52. mfp:

    Santa Matre Russia: Bertola s’e’ perso nella giungla amazzonica o s’e’ trovato un po’ spiazzato a Cypro senza Google Reader?

  53. .mau.:

    si sta preparando a fare il PresConsMin, mi pare ovvio.

  54. polemico:

    La task force con violante e quagliariello.

    Si violenta la costituzione nell’accordo generale….m5s compreso.

  55. mfp:

    polemico, quello non e’ il m5s ma un’accozzaglia di igGiovani educati da Fassino (Piero Ricca 2008: “Fassino, 3 mandati nello statuto del PD e tra te e tua moglie sono 600 anni che sedete in parlamento?”, Fassino: “Dobbiamo Educare i nostri giovani”); era il periodo del Treno Europeo di Veltroni, la mia ex (PDina Merda) andava a studiare diritto internescional nella città natale di Karletto Marx… da li’ a 2 anni Rodotà se ne usci’ che a causa dell’art. 139 non era possibile uscire dallo status di Repubblica. E ora – dopo aver affogato nel sangue il dissenso, impaurendo la gente tra la fame e la povertà, rubando la proprietà per affidarla all’Opus Dei, infilando SOLO personale cattolico nei posti di lavoro – ti hanno fatto questa nuova favoletta grillina (Reset: niente presidenti de StoCazzo, niente papi, niente SS coi Manganelli, referendum sull’euro, progetto a 30 anni, etc). Non hai fatto caso le uscite di Grillo durante la campagna elettorale? Parlava di “stato che non c’e'” (ma lui nella campagna precedente diceva che non lo voleva); ha portato sul palco gente (es: Cancellieri in Sicilia) che parlava di lavoro invece di parlare di far lavorare le macchine come ha fatto sempre dal 2005 al 2010 (e l’associazione Alcamo Bene Comune gli ha risposto dando la parola ad immigrati che ti dicono, tra le altre cose: “oggi lavoro non c’e’ perchè i padroni hanno messo le macchine”); la sua personale pluridecennale lotta contro gli Edge Funds, i Futures, i brevetti e il copyright e’ scomparsa… Dario Fo ha già, tanto per fare un esempio, rincuorato gli artisti dicendo “di cultura si mangia” (che puo’ essere vero ma fa tanto EuCarestia, Arbeit Macht Frei, OpenSourceInitiative e CreativeCommons, invece di soluzioni libere e ibridi tra il “lockin” e il “segreto industriale”); etc.
    Non hai ancora profilato i due beccamorti Lollombarda e Cremino? Lollombarda e’ una giurista iTutto, Cremino un gArtista.
    In poche parole quello che stai vedendo e’ tutto falso un’altra volta; pero’ ci siamo Noi a Controllarli, quindi Relax. Ti stanno solo imbevendo di cio’ che e’ già stato deciso e fatto a livello europeo (che nel 2001 fu deciso a Lisbona e chiamato i2010, poi è diventato Costituzione Europa ma le regole dell’epoca non consentivano il passaggio senza l’unanimità degli stati già membri, quindi dopo il veto di Francia e Irlanda e’ diventato Trattato di Lisbona), e globale perchè gli accordi presi in anni di consultazioni globali con mafie e governi di ogni cultura e forza bellica, sono ritenuti piu’ importanti di quello che capiamo noi oggi.

    C’e’ da dire anche un’altra cosa: non e’ possibile buttare nel cesso 50 anni di integrazione europea anche se (anche) qui A Casa Mia (Internet) ti scrivono stronzate per esigenze di rendering mediatico di questioni con complessità superiore al comunicabile a chi c’ha la terza media o chi c’ha una laurea ma non guarda al di la’ del proprio naso o chi c’ha tutto ma non c’ha tempo per goderselo (es. di cazzata madornale: “in Europa sono 60 anni che non c’e’ una guerra”, mi pare l’abbia detto ANCHE Grillo, ed e’ falso: Jugoslavia; e poi tutti i movimenti dell’est, i popoli viola, arancioni, etc, di Ungheria, Romania, etc; la Cecoslovacchia non esiste piu’; e’ vero, a parte la Jugoslavia dove c’era in corso una pulizia raziale ovvero a sufficienza da far dire a Borghezio che l’ufficiale dell’esercito condannato un paio d’anni fa era un “eroe” come Dell’Utri, non sono guerre; ma il sistema per quegli “scossoni”, come li ha chiamati D’Alema nel 2007, esige sempre del sangue… carne umana macinata… esige Meo Pinelli, esige Arrigoni, esige Tomlinson, esige milioni di rinunce e sacrifici di ogni tipo e grado). E poi c’e’ la Primavera Araba; quelli di morti valgono di meno perche’ non stanno in UE e so’ muzzi bastardi? Daje su; siamo seri; ad un egiziano gli dai 6 mesi in una cucina italiana e ti fa la pizza come un napoletano… usiamo gli stessi prodotti grezzi, abbiamo gli stessi gusti.
    Sono stati fatti già passi avanti in progetti pensati in quella direzione (es: variante di valico; con tanto di filmatino sulle crepe del vecchio viadotto in Occasione del terremoto in romagna; alla faccia del Fracking pro metanum nostrum in padania nei passati 50 anni); parlo di cemento gettato, di gente ammazzata, di persone manipolate pensando che uno 0,1% di precisione sia sufficiente ad AutoAutorizzarSi a fare quel che cazzo ti pare con il culo di quell’1 su 1000 che e’ un falso positivo e quell’altro 1 su 1000 che e’ un falso negativo (che tanto non acchiappi; o e’ suicida o e’ omicida o peggio). Io spero solo che paghino i danni a quel falso positivo e continuino a studiare sia per ridurre le ingerenze nelle vite private delle persone (es: smettendo di denunciare a vanvera per AutoAutorizzarSi a sfrugugliarti l’eCulo?), sia per arrivare ad una maggiore precisione in futuro (se accettiamo lo 0,00001% per il Bosone di Higgs si puo’ fare anche per la psycomerda oggi bandita dal codice etico degli acari).

    Il mio suggerimento semiserio e’ uno solo: cercati un posto equimoltodistante dai siti bellici (es: Aviano, Vicenza, Pratica di Mare, Niscemi); tipo dove sto io ora… la base americana piu’ vicina e’ a 700km, se parte cioe’ qualche bombizia nuculare io comincio a nuotare e se non me se so’ magnato gli squali per restituirmi tutti i mozzichi a quelli che me so’ magnato io a forza di fish&chips in Australia… torno a casa :)

    Quello serio e’ di non incazzarti; onestamente mi sembra che la composizione parlamentare descritta in rete sia abbastanza coerente con lo stato del paese; una volta fatto comprendere ai PDdini Merda che mentre loro smacchiavano il giaguaro noi pantere nere a pois rosa cavalcavamo la bestia… il Lavoro e’ Finito, andate in pace. E poi i Pirati stanno spingendo Liquid Feedback a rotta di collo… se il PM di Bergamo (temporaneamente in vacanza a Monza, m’e’ arrivata ‘n’artra denuncia ed el mi babbo sadico ci tiene tanto a farmelo sapere altrimenti deve ridare indietro la Porche e la mignotta)… dicevo: se il solito PM del cazzo ci lascia in pace, poesse che a breve riusciamo a toglierci dalle palle tonnellate di carta giurisgiurassica. E li’ si che si risparmia; i tagli che stai vedendo oggi non sono quelli che fanno questi fantagrillini ma quelli fatti da Monti… sono solo briciole…

  56. ANDREA SANTORO:

    Caro Vittorio, ti stimo però non sono d’accordo.
    Alla luce di quanto successo credo che il movimento, che ho votato, stia diventando il bertinotti 2.0 della politica, sul modello della celebre imitazione di guzzanti: quello che vuole solo stare all’opposizione e fare gli scherzi.
    Fare un governo col PD era un’occasione ghiottissima. Potevate costringerli ad attuare OGGI molte delle vostre proposte, farle diventare realtà OGGI, grazie al peso politico che avete oggi che è FORTISSIMO.
    invece vi siete chiamati fuori e adesso vi mostrate vittoriosi di andare in parlamento e proporre due leggine.
    mi ricorda il film di fantozzi dove il ragionier ugo uscì con la signorina silvani e poi i due incontrarono un brutto ceffo che riempì lui di cazzotti. fantozzi rientrato in auto guardò la signorina silvani e le disse: visto che testata gli ho dato sul suo pugno?
    fare i controllori del potere va bene se avete il 5%: tanto che altro potete fare.
    il 25% pesa e può essere trasformato, QUI ED ORA, in un governo forte e a chiara trazione m5s.
    ultima cosa: dire fino alla nausea governiamo solo da soli suona vagamente megalomane. ci vorrebbe più umiltà a montecitorio.
    per queste ragioni il mio voto alle prossime elezioni nazionali penso di non darvelo più.
    saluti e cmq complimenti per il tuo lavoro in comune. ti stimo.

    Andrea Santoro

    p.s: il vostro, nostro scopo, non è solo e tanto dare l’esempio, bensì attuare PRIMA POSSIBILE le nostre proposte.

  57. polemico74:

    Mfp, inizio a concordare con te che il m5s sia l’altra faccia della medaglia neo-liberista creata per tenere sotto controllo le forze anti.
    Oggi hanno votato il decreto che finge di dare i soldi alle imprese mentre tutti sanno che le aziende che avevano 100 di credito l’hanno venduto a 90 alle banche che sono le vere beneficiarie del decreto, altro che m5s.
    Cmq mentre bertola si informa sulle scie chimiche io mi rileggerò Rifkin

  58. carlo:

    @andrea
    “..farle diventare realtà OGGI”
    buonanotte… la lombardi parla di programma a trent’anni.
    Se si rivota, sono c…i.

  59. vb:

    @Andrea: Anche io ho delle perplessità, però non bisogna farsi ingannare dalle sirene, la possibilità di fare un governo che contemporaneamente sia capeggiato dal PD e possa fare cambiamenti veri è secondo me nulla, per questo l’unica proposta possibile è un governo di minoranza fatto da noi. Però concordo con te che bisogna evitare di chiudersi da soli in un angolo…

  60. .mau.:

    più che altro, proprio accettando che un governo capeggiato dal PD non farà cambiamenti veri, non riesco a capire perché il PD dovrebbe appoggiare un governo di minoranza capeggiato da M5S.

  61. Mike:

    @.mau. stabilito che se il PD decide che una proposta di legge non passa la blocca alla camera, così come eventuali decreti legge, non riesco a capire in che modo un governo di minoranza m5s sgradito al PD possa pensare di governare.

    Quindi non si può semplicemente prescidere dal PD.

    Rimane anche il fatto che le eccellenze illustrissime sel m5s che occupano gli scranni di camera e senato non hanno proposto alcun nome per un possibile presidente del consiglio e per i ministri: avevano forse paura che il PD si trovasse d’accordo con i nomi?

  62. mfp:

    mau, perchè minoranza? Guardando i voti (25%) sono il primo partito, sommandoci anche quelli come me (ie: non ho votato) che li supportano comunque da esterni nonostante la legge elettorale attribuisca artificialmente il mio non voto come premio al PD, sarebbero anche la prima coalizione (diciamo un 30%?), e guardando a quelli che ho attorno che non votano da 20 anni e sono emigrati da 10… penso che nonostante tutto in cuor loro sarebbero molto felici di vedere un cambiamento sostanziale in meglio del proprio paese; non e’ facile qua fuori senza il supporto del tuo paese, sia che sei in Australia sia che sei nel Paese delle Scimmie. Vero, non votando da tempo non danno indicazione sostanziale su COME ottenere questo cambiamento positivo ma… sono sempre un altro 20% di persone (e non solo i soliti Universitari; ma anche cuochi, carabinieri, pescivendoli, semplici braccianti) che rifiutano il sistema in essere.
    E non mi raccontare la balla degli italiani all’estero per favore che ho già potuto apprezzare con mano: schede elettorali non arrivate, schede elettorali usate, etc. Dovresti già sapere quanto e’ sempre più difficile mantenere una comunicazione integra con l’aumentare della distanza tra I Due Generali… e’ sempre colpa di Newton…

    M5S e’ minoranza cioe’ se e solo se dai per scontati i vari Golpe Anticostituzionali di Napolitano (te li devo elencare o bastano quelli dalla Legge Elettorale Calderoli ai Grandi Saggi, passando per Monti?), o piu’ semplicemente il Trattato di Lisbona (che non ci e’ stato dato per vidimarlo). La Corte Suprema in US ha già eletto un Bush di troppo; i Grandi Saggi IT andassero a farsi una passeggiata da Van Rumpuy invece di cagare ulteriormente il cazzo agli italiani…

    Perche’ il PD rifiuta di attenersi ai voti e al confronto democratico in aula? Paura di non poter mantenere l’inciucio in essere?

    Te lo dico da europeista convinto: M5S (25%) subito a manifestare fuori dal parlamento, vengo pure io pedoterrosatanista anonimo (25%). Così vediamo di calmierare con calma alcune idee pericolose di Lollombarda e Cremino prima di rimandarli dentro al Thunderdome.

    In questo momento mi sento molto Tina La Sartina (tip: Mad Max III + Demolition Man); Tina e’ ‘n’amica mia invisibile che l’altro giorno guardando la messa pasquale di S. Pietro su RAI Internascional j’e’ preso un colpo quando ad un certo punto, con il faccione del papa nero (ma buono) a tutto schermo, e’ arrivata una mano da dietro a sfilargli la papalina dalla testa per poter così parlare con dio senza il cappello, trasmutare cioe’ le stronzate in pane e vino nudo e umile come mamma l’ha fatto. Tina era vicino a me sul letto a riposarsi e io ero li’ sul letto a giocare a la guerra col computer; ad un certo punto Tina lancia un suono onomatopeico che da ‘ste parti vuol dire una cosa tipo “Oddio!!!” e io novello albertone con gli occhi a mandorla “Oddio!!! Ch’e’ successo!?”, e lei: “non puoi toccare la testa ad un anziano, da dietro le sue spalle, e senza prima avergli chiesto il permesso”. Allora j’ho fatto vede’ Pasolini e le ho tradotto la sua voce quando diceva che la televisione e’ implicitamente violenta, e cattiva maestra, e di non preoccuparsi che noi occidentali siamo dei barbari… alla violenza ci siamo abituati.

    Capisci? Il concetto di Minoranza e’ relativo. Contestualizza Mau, contestualizza.

  63. .mau.:

    Minoranza è non avere il 50%+1 dei seggi.

  64. mfp:

    mau, quindi il PD e’ una minoranza?

  65. mfp:

    P.s.: scusa, troppa foga, non ho razionalizzato “dei seggi” prima di risponderti. Se consideri i seggi invece di considerare i voti allora dai per buona la legge elettorale e il resto dell’inciucio, quindi non abbiamo nulla da dirci: mandami il mio sessantamilionesimo di oro della Banca d’Italia, aggiungici in peso d’oro anche i miei 5 mq^2 di terreno; cosi’ per lo ius soli stiamo a posto. Poi ci aggiungi il valore della mia eredità al 25 luglio 2008 (approvazione parlamentare coatta trattato di lisbona), meno i 5mq^2 di cui sopra, così siamo a posto anche per lo ius sanguinis. E io mi tolgo onestamente, mesto e lesto, dal tuo ius loci. Occhio che Finch ha già detto BBB+ …

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike