Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Lùn 17 - 18:35
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion
martedì 13 Novembre 2007, 17:52

Mistero

In questi due giorni ho avuto modo di conoscere ancora un altro sottosegretario del presente governo – e non di un ministero qualsiasi, ma del ministero delle Comunicazioni – e anche di chiacchierarci un po’. E ancora una volta ne ho ricavato una impressione decisamente positiva, di persona capace e ben disposta.

Non resta quindi che dedicarsi ad analizzare il mistero di come sia possibile che, nel ceto politico italiano, un insieme di persone singolarmente di valore combini così tanti casini.

[tags]governo, politica, mistero[/tags]

divider

4 commenti a “Mistero”

  1. bruno:

    Nessun mistero: tutti, presi da soli, valiamo di più che in gruppo. Una delle ipotesi è che lo sforzo di gestire la situazioni gruppale richieda delle energie psichiche che, quando siamo soli, vengono investite in maniera più produttiva. Un’altra è che il gruppo generi una regressione, il che spiegherebbe la notoria tendenza delle folle a soggiacere alle emozioni di base.

  2. Alberto:

    Sapete quante volte ho letto su forum sulle Telecomunicazioni affermazioni come “Ma quanto sono cog**ni” gli ingegneri di Vodafone!!!”?
    Il problema è che spesso, viste da fuori le soluzioni sembrano facili e gli errori sembrano marchiani, se invece conosci le condizioni al contorno in cui ti muovi scopri che le soluzioni sono quasi sempre molto complesse e gli errori (talvolta anche previsti) sono quindi inevitabili.

  3. bruno:

    Inoltre:

    http://www.dilbert.com/comics/dilbert/archive/images/dilbert2007114666026.gif

    bruno

  4. Alberto:

    Innumerevoli volte mi sono trovato a far notare in fase di analisi di un progetto che c’erano problemi, rischi o altro. Naturalmente l’esigenza principale era quella di iniziare a vendere il prodotto e minimizzare i costi ed i rischi associati a possibili frodi, malfunzionamenti, lamentele dei clienti venivano considerati fattori marginali. Questo naturalmente ti espone, come progettista, ad essere considerato un pirla perché chi vede il tutto dall’esterno è convinto che semplicemente chi ha seguito il progetto non si fosse accorto del problema.
    Se ben ricordo era uscito un post su questo blog sul tema per quanto riguarda il servizio Vodafone di messaggi vocali…

 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2024 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike