Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Mèr 20 - 19:21
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion
giovedì 7 Maggio 2009, 11:23

In tour (2)

Bene, anche ieri il tour √® stato interessante, toccando nell’ordine Collegno, Grugliasco, Rivalta, Rivoli, Rosta, Buttigliera Alta, Avigliana, Almese, Rubiana, Valdellatorre, San Gillio, Druento, Pianezza e infine di nuovo Rivoli.

E la notizia principale √® che il tizio che ci aveva detto di abitare a Moncalieri, dove per√≤ ci avevano dato notizia del suo trasferimento a Villastellone, da cui per√≤ ci avevano segnalato il trasloco a Rivoli, all’ufficio di Rivoli risulta essersi trasferito due anni fa a Bruino. Lo ammetto, ho desistito!

Rinnovo la sensazione che la provincia di Torino sia davvero interessante; ogni paese ha una sua identit√† e una sua armonia, spesso con monumenti misconosciuti (per esempio, ho frequentato Collegno per trent’anni e non avevo mai notato la chiesa romanica che sta subito a destra di corso Francia dopo il cavalcavia).

Certo, per vederli devi pagare lo scotto di una viabilità improbabile, infilandoti in stradine impossibili: e qui la palma va al municipio di Avigliana, situato nella piazza centrale del borgo medioevale (davvero bellissimo e da poco restaurato) nella quale ci sono una ventina di posti auto che sono gli unici parcheggi nel raggio di centinaia di metri; avendo incautamente superato la piazza per carenza di parcheggio, mi sono ritrovato a salire su strade pavimentate di pietre in direzione cielo, senza manco poter fare inversione.

Ieri per√≤ la giornata era bellissima e quindi anche salire a Rubiana o a Valdellatorre (quest’ultimo pure un giro a vuoto, dato che l’unico firmatario in realt√† era residente a Corio Canavese: ho desistito anche l√¨) √® stato davvero un piacere. Tra l’altro andavo spesso in bici a Valdellatorre quando stavo a Rivoli; se vi capita l’occasione, √® un giro piacevole anche da Torino (per quanto non brevissimo), andata via Collegno – BruereAlpignano, ritorno via San Gillio – Druento – Savonera. E la torre di Valdellatorre merita un book fotografico.

Poi ci sono anche i lati negativi: per esempio, shame on il municipio di Rosta, dove, nonostante l’ordine prefettizio di tenere aperto l’ufficio elettorale anche al pomeriggio marted√¨, ieri e oggi, in modo che noi poveri cercatori di certificati potessimo reperire qualcosa, hanno sbarrato tutto e alla mia scrollata di campanello hanno risposto che “la signora c’√® solo al mattino, √® part time”.

Infine, ieri ho visto anche i lati negativi del navigatore: ero in piazza ad Almese e dovevo andare a Rubiana, e sapevo gi√† dove andare, ma avevo il navigatore acceso e mi ha detto “ma no, passa di l√†”. Io ho commesso l’errore di fidarmi, e il navigatore mi ha fatto fare un giro impossibile per salite e stradine per cinque minuti, per poi riportarmi venti metri prima del punto in cui ero, in modo da poter prendere la strada giusta senza fare inversione. Aoh, ma chi ti scrive gli algoritmi?

divider

7 commenti a “In tour (2)”

  1. .mau.:

    ma tutti questi tuoi amicici che hanno firmato, non lo sapevano dove abitavano?

  2. vb:

    No guarda, quella √® la cosa pi√Ļ assurda (su questo ho solidarizzato con varie impiegate comunali di mezza provincia :-) ). Spesso le persone manco si ricordano di aver spostato la residenza, anche perch√© magari hanno preso la residenza in un posto per motivi fiscali (es. agevolazioni prima casa sulla cascina del nonno, addizionale comunale IRPEF pi√Ļ bassa ecc.) ma in realt√† vivono in un altro. Altre volte ti porgono la carta d’identit√† del comune X e lo scriba al banchetto si dimentica di chiedere “ma √® ancora residente l√¨?”; √® una domanda standard nella procedura ma alle volte uno se lo dimentica, e poi scopri che ti han dato una carta d’identit√† di X con sopra un indirizzo di X, ma ora la persona abita a Y (infatti non √® previsto il rifacimento della carta d’identit√† quando ci si trasferisce, uno continua a girare con quella del comune vecchio). E poi ci sono persino quelli che non sanno in che provincia sta il proprio comune, specie ora che non si pu√≤ pi√Ļ leggere a prima vista sulle targhe delle macchine…

  3. FRANK:

    Eliminarli sul posto? Potresti vincere il premio Darwin nella categoria “eliminazione idioti”.
    FRANK

  4. D# AKA BlindWolf:

    @FRANK: Casale provincia!

  5. mfp:

    vb, non ci giurerei ma quel povero navigatore e’ incappato in un np-complesso …

  6. simonecaldana:

    mfp: ci incappa ogni volta, eh, solo che sceglie di ignorarlo.

  7. FRANK:

    @D# AKA BlindWolf: i biellesi ci hanno rubato la provincia! Bastardi!

 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2021 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike