Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mer 8 - 1:43
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
martedì 21 Luglio 2009, 16:04

Commento critico a “Una bloggata eccezionale”

“Con “Una bloggata eccezionale” il Bertola raggiunge vertici insuperati nel genere letterario del “blog d’autore”, affermatosi con grande rilievo nei primi anni Duemila. Si tratta di un duplice post che l’autore effettu√≤ sul suo blog personale tra il 20 e il 21 luglio 2009, il cui testo pu√≤ essere reperito qui e qui.

Il piano superficiale dell’opera, evidente, √® dato da un sottile dileggio verso la scena sociale e culturale in cui l’autore si trova ad agire ma in cui evidentemente non si ritrova. Con un tono fintamente aulico, numerosi artifici retorici tipici della satira di costume vengono impiegati per costruire un crescendo di feroce sarcasmo, che viene poi brutalmente interrotto rimandando a “domani”, come se il post rappresentasse la presentazione enfatica e vacua di un qualsiasi grande evento televisivo, per√≤ resa da un presentatore ignorante, incapace e destinato a rendersi ridicolo da solo. Se la lettura letterale del testo pu√≤ dunque portare a interpretarlo come un banale “trailer”, ignorando o mancando di notare gli errori e le assurdit√† del testo, anche il lettore un po’ pi√Ļ attento e consapevole si limiter√† ad individuare in tali errori e in tali assurdit√† un banale espediente per incrementare la comicit√† e l’attrattivit√† della presentazione.

E’ proprio questo, tuttavia, che porta fuori strada il processo di assimilazione del testo. Vi √®, infatti, un piano di lettura subito sottostante, in cui l’oggetto del discorso non √® il testo ma il suo autore. In questo senso “Una bloggata eccezionale” rappresenta volutamente la messa a nudo, la distillazione essenziale del post medio di moltissimi blogger, nonch√© dell’autore stesso; partendo dall’esporre le motivazioni psicologiche del bloggare – stupire e attrarre il lettore, farsi ricordare, ottenere riconoscimento tra pari – il testo elimina completamente il proprio contenuto, riducendo la bloggata ai suoi veri scopi e insieme evidenziando come tali scopi siano del tutto disconnessi dal contenuto; bloggare, insomma, non come strumento per comunicare ma come strumento per inserire se stessi in un contesto sociale. Sottilmente ma chiaramente, il post evidenzia come per l’autore il contenuto dei propri post sia in fondo poco rilevante, tanto da poter essere tranquillamente rimandato al giorno successivo, mentre l’essenza dello scrivere stia nello scrivere stesso.

Ma il contenuto pi√Ļ profondo e recondito del messaggio sta nascosto bene in fondo, destinato a chi riesca ad isolarsi dal sovraccarico informativo e dalle ondate testuali che – tramite il Web, tramite la mail, tramite Facebook e tutti gli altri sistemi di comunicazione elettronica – sommergono il lettore del tempo: a questi il post regala un quadro impressionistico ed intimista della situazione dell’autore come giovane uomo del ventunesimo secolo, un quadro vibrante nel suo essere appena accennato. Racchiusa tra la propria esigenza di emergere e la realt√† della propria improduttivit√†, tra gli estremi sogni d’infanzia di ognuno di noi e lo scontro con la normalit√† di una esistenza precaria, sta la condizione umana in tutta la sua fallibilit√†. Come un Gris√Ļ aspirante pompiere, non manca giornata in cui l’autore si alzi e cominci a scrivere il proprio capolavoro, la propria bloggata eccezionale; e non manca giornata in cui, alla fine, essa si concluda con un deferimento al giorno successivo, accompagnato da una fatua reiterazione della propria (in realt√† vacillante) determinazione. Aspettando in eterno il Godot della propria affermazione letteraria, egli chiude cos√¨ perfettamente il cerchio di una ieratica e infinita coazione a ripetere.

Una nota merita infine la scelta, questa s√¨ innovativa, di far seguire al post un finto commento critico, a firma di un sedicente e ignoto Alberto B., che, con un linguaggio tronfio e pretenzioso, ne spiega il significato ai lettori. Secondo l’epistolario del Bertola cos√¨ come ritrovato nel suo comodino, la scelta √® tutt’altro che casuale, e anzi il secondo post va considerato parte integrante dell’opera esattamente come il primo. Si realizza cos√¨ un’opera complessa e sfaccettata, nella quale il significato emotivo (contenuto nel post) e quello razionale (contenuto nel commento) vengono prima separati e poi di nuovo fusi insieme, in un rituale incontro-scontro tra materializzazioni opposte dello stesso vissuto. Se cos√¨ facendo l’autore si assicura che la sua opera venga effettivamente compresa, allo stesso tempo egli realizza una dualit√† metalinguistica senza precedenti, se non forse per quel filone di arti visuali dove un quadro √® composto dalla fotografia di un quadro e cos√¨ via. Aggiungendo all’opera la dimensione del tempo, essa diviene quindi un fulgido esempio di “performance art digitale” di cui anche i lettori-fruitori, catturati non solo come spettatori ma anche come commentatori attivi, divengono parte attiva per tutto il periodo della performance, compreso tra il primo ed il secondo post.

Alberto B.”

divider

7 commenti a “Commento critico a “Una bloggata eccezionale””

  1. Massimo Manca:

    Ronf.

  2. della:

    Se un appunto si pu√≤ muovere all’opera, alcuni tra i commenti sono talvolta deludenti per l’eccessiva pignoleria nel cercare punti negativi; la loro eccessiva autoreferenzialit√† nulla aggiunge a quanto gi√† scritto dall’Autore.

  3. .mau.:

    è successo qualcosa?

  4. simonecaldana:

    tldr

  5. Andrew:

    Forse sarebbe meglio un commento critico alla non-campagna acquisti del toro (con la t minuscola)… almeno avremmo qualcosa da commentare!
    Se stai sbroccando, posso consigliarti un TSO preventivo?

  6. Lobo:

    si sta staccando sempre piu’ dalla realta’… dovremo fare qualcosa per te

  7. Ciskje:

    Adoro Bach, grazie.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2021 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike