Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Ven 23 - 14:06
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
sabato 26 Marzo 2011, 21:08

Tante cose in Movimento

Questa settimana è stata intensa di febbrile lavoro; abbiamo messo in piedi molte cose.

Ieri abbiamo rilasciato la prima versione del programma, frutto di un lavoro collettivo di tante persone per un paio di settimane. Già ci rendiamo conto che ci sono punti espressi in modo poco chiaro, che di qualcosa ci siamo scordati, che altre cose potrebbero essere aggiunte: non preoccupatevi, è normale. Nel giro di un paio di giorni metteremo sul sito le varie sezioni su pagine distinte e commentabili, e vi chiederemo di fare tutte le osservazioni che ritenete opportuno; eventualmente, pubblicheremo una versione rivista tra qualche settimana. Nel frattempo, comunque l’ossatura di ciò che vogliamo fare è chiara e disponibile per tutti coloro che vogliono leggerla; e poi ci preoccuperemo di approfondire e presentare meglio alcune questioni più importanti.

Nel frattempo, ieri sera abbiamo compiuto uno dei classici “blitz cittadini” per cui il Movimento 5 Stelle è famoso. In via San Donato, come in mezza città, le strisce pedonali erano cancellate da molto tempo e l’attraversamento era pericoloso, tanto che qualche giorno fa ne ha parlato La Stampa. Abbiamo atteso qualche giorno l’intervento del Comune, e poi, visto che non è arrivato, abbiamo fatto da soli: un gruppo di noi è andato sul posto in serata, quando il traffico è ridotto, e ha ridipinto le strisce.

Ci rendiamo conto che si tratta di una azione per forza di cose dimostrativa, eppure rappresenta bene lo spirito di cittadinanza attiva che anima il Movimento: ognuno si prenda cura di un pezzetto della propria città, non solo pretendendo l’intervento del Comune, ma facendo da sé, e dimostrando che alle parole seguono anche i fatti.

Infine, domani organizziamo una biciclettata in giro per la città, durante la quale sarà girato un video. Io partirò da casa mia a Parella attorno alle 10, per le 11 sarò in piazza Astengo alla Falchera, e poi da lì torneremo verso il centro. Il grosso del gruppo si troverà alle 14 in piazza Borromini, e di lì, sperando che non piova, ci recheremo in vari punti del centro, fino al gazebo di piazza Castello per le 17. Se qualcuno vuole unirsi è il benvenuto: speriamo di attirare un po’ di attenzione e di mostrare un modo diverso di godersi la città.

divider

4 commenti a “Tante cose in Movimento”

  1. Effetto:

    Ciao,
    nel punto 2.3, par. 2 sostituirei ‘Skype’ con ‘Voip (es. Skype)’. Il par. 3 si potrebbe sostituire in un più generico: ‘Obbligo di rispondere alle raccomandate entro 2 giorni lavorativi’ (in questo modo entrerebbero sia il cartaceo che email PEC).

  2. Francesca:

    Adoro il vostro programma, non cambierei una virgola!
    Grazie soprattutto all’attenzione che osservate nei confronti dei nostri amici animali e alla mobilità ciclabile, due situazioni che mi stanno molto a cuore.

  3. Claudio C.:

    Be’…la frase “ognuno si prenda cura di un pezzetto della propria città, non solo pretendendo l’intervento del Comune, ma facendo da sé, e dimostrando che alle parole seguono anche i fatti” puo’ anche essere mal interpretata. Se ognuno si mettesse a fare quello che il Comune non fa si rischia l’anarchia. Tagliamo l’erba e piantiamo fiori nelle rotonde incolte? Ci mettiamo a dirigere il traffico? Chiudiamo le buche delle strade dissestate? Non credo sia giusto. Va bene un’azione simbolica e dimostrativa, va bene prendersi cura di un pezzo di citta’ ma sostituirsi al comune non mi sembra giusto.

  4. vb:

    Ovviamente bisogna pretendere innanzi tutto che il Comune faccia la propria parte, ed evitare che ognuno faccia di testa propria. Detto questo, negli scorsi anni vari attivisti “grillini” sono andati proprio a piantare i fiori nelle rotonde incolte: si chiama “guerrilla gardening” ed è stato un grande successo…

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike