Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Sab 2 - 14:03
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
domenica 9 Settembre 2007, 09:05

Segni divini (2)

Io, devo dire, sono stato ragionevolmente buono. Mi sono vestito correttamente, con i capi nell’ordine e nelle posizioni richieste, e sono arrivato pi√Ļ che in orario. Mi sono sistemato buono buono dal lato della sposa, cos√¨ che la sua testimone, per il lato cattolico della cerimonia, potesse avvicinarsi al leggio senza impallare gli sposi. Non ho bestemmiato, n√® ho mancato di rispetto al Signore. Ho persino trattenuto le risate quando il sacerdote ha dimostrato che nessun uomo pu√≤ riuscire a rendersi pi√Ļ ridicolo di un prete cattolico, intonando una canzoncina con un testo del tipo “Evviva la chiesa, la chiesa √® bella, √® la chiesa degli italiani e andiamo tutti in chiesa”, e invitando poi gli astanti a pregare “per la societ√† civile, che riconosca e supporti i valori della chiesa” (e voti il risposato Casini, invece di rompere le scatole sull’ICI delle librerie e delle case di riposo). N√® ho commentato come il fatto che una persona si riduca in lacrime per l’emozione di sposarsi mi faccia venire dei dubbi sui suoi orizzonti di vita (per√≤, buon per lei). Insomma, sono stato proprio bravino.

E per tutta risposta, quando a fine cerimonia siamo tornati a casa, sono rimasto chiuso nell’ascensore, insieme ad altri cinque, tra cui la cugina di mia mamma, claustrofobica. Siamo saliti, abbiamo premuto il pulsante, si sono chiuse le porte, l’ascensore ha sobbalzato e poi √® morto l√¨. Abbiamo chiamato il numero verde, abbiamo suonato l’allarme, i vicini hanno provato a spegnere e riaccendere l’ascensore dal comando di corrente della sala contatori (riderete, ma parecchie volte ha funzionato), senza ottenere nulla. Nel frattempo, dentro il mio ascensore – che √® una scatola cieca di metallo solido – c’erano quaranta gradi e una quantit√† di ossigeno pericolosamente in calo. Dopo dieci minuti (velocissimo, ad essere onesti) √® arrivato il tecnico, che ha riportato manualmente l’ascensore al piano del garage e l’ha fatto aprire.

E poi ci ha pure cazziati, che “non si sale cos√¨ in tanti, si fa due viaggi”. Ma io dico, se c’√® scritto “Capienza 6 persone – Portata 480 kg”, e ci salgono sopra sei persone per un peso totale di circa 350 kg, l’ascensore dovrebbe andare, no? Se non ce la fa, scriveteci sopra una portata inferiore, no? E comunque anche se si blocca, dovrebbe bloccarsi con le porte aperte, no? E poi nella cabina dovrebbe essere previsto un foro di areazione per evitare che ci si possa soffocare dentro, no? E dopo tutto ci√≤, se fossimo veramente soffocati in sei perch√© stavi trombando e non potevi venire, tu saresti finito in galera per un considerevole numero di anni, no?

Comunque, i segni inviatici sono chiari: ci è stato chiaramente comunicato che il matrimonio è Male!

divider

7 commenti a “Segni divini (2)”

  1. BlindWolf:

    Argh! La canzoncina ancora mi mancava…
    (comunque al matrimonio – ora ovviamente naufragato – di mia sorella ho portato la mia prozia al ristorante con la cassetta di “Ride the lightning” dei Metallica a manetta. Ed al pranzo ho guardato per tutto il tempo le gambe – nei momenti fortunati anche le mutandine – della sua testimone di nozze.)

  2. Bruno:

    Proprio per questo motivo non mi va di sposarmi in chiesa. Per tutta la vita mi vedrebbero sulle foto della giornata con una faccia che esprime in vari modi il concetto “Che cazzo dici, prete”.

  3. bruno:

    le battaglie che la chiesa ha combattuto con pi√Ļ energia sono state quelle per i propri privilegi economici. Ai preti non interessa molto che in Italia esista la possibilit√† di divorziare o che ci sia una legge sull’aborto. Ma sono disposti a fare il diavolo a 4 per impedire che siano in alcun modo tassate le proprie rendite. per esempio, i soldi che vengono infilati nel cestino che gira durante la messa, per il fisco semplicemente scompaiono. Se io dichiarassi di aver dato 5000 euro ad un chierichetto durante la messa, il fisco non avrebbe nulla da chiedere n√© a me, ne al prete. Se io invece volessi donare qualcosa a un mio familiare, lo Stato impone comunque delle tasse, in misura variabile a seconda del caso…

  4. BlindWolf:

    Anche le leggi sui principi morali (in primis aborto e divorzio) interessano molto il clero (in particolare il Vaticano, pi√Ļ che il parroco di campagna): se la Chiesa cedesse facilmente su tali questioni perderebbe molta della propria influenza sulle persone e, di conseguenza, la possibilit√† di ottenere quattrini.

  5. Thomas Jefferson:

    bruno, l’errore sta nella seconda parte: se tu vuoi donare qualcosa (su cui magari hai gi√† pagato le tasse) ad un tuo familiare dovrebbe finire l√¨ (successione inclusa, ovviamente).

  6. .mau.:

    d’altra parte, se tu dessi brevi manu 5000 euro a tuo figlio, nessuno ti fa pagare nulla.
    Sulla tassa di successione (a parte il mettere una franchigia sufficientemente alta) penso il concetto sia un po’ simile a quello della tassazione delle rendite: cercare di far muovere l’economia.

  7. Antikosmikos:

    Il matrimonio √® meretricio e lupanare. E’ il Male Assoluto e la causa prima di tutti i mali del mondo. La procreazione √® la cosa pi√Ļ abominevole e nociva che possa esistere, √® un’invenzione del Creatore Malvagio per poter conservare l’infernale prigione che √® la vita nella materia. La maligna Chiesa di Roma √® mezzana di prostituzione, perch√© favorisce il crimine del matrimonio.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2024 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike