Sky
Vittorio vb Bertola
Wandering on the Web since 1995

Wed 29 - 20:52
Hello, unidentified human being!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
about me
about me
site help
site help
site news
site news
license
license
contact me
contact me
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
old blogs
old blogs
personal
documents
documents
photos
photos
videos
videos
music
music
activities
net governance
net governance
town council
town council
software
software
help
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet & faqs
usenet & faqs
stuff
piemonteis
piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
ancient software
ancient software
biz
consultancy
consultancy
talks
talks
job placement
job placement
business angel
business angel
sites & software
sites & software
admin
login
login
your vb
your vb
register
register

Archivio per il giorno 11 Giugno 2008


mercoledì 11 Giugno 2008, 15:43

MetroTorino linea 2

È stato approvato ieri il tracciato definitivo della seconda linea della metropolitana torinese:

2a61pif.jpg

(immagine cortesia di qualcuno sul Web, non so chi).

Il commento migliore che ho sentito è: essendo una linea che unisce i due principali cimiteri cittadini con tre ospedali, sarà finanziata in project financing da Giubileo?

In realtà, il tema è affascinante: avendo a disposizione una nuova linea, quali sono le zone da servire? Se sul tracciato verso sud-ovest c’erano pochi dubbi – anche se qualcuno avrebbe preferito coprire corso Agnelli e l’ingresso principale di Mirafiori, dove però si è già investito pesantemente per il maxitram-lumaca numero 4, quello che viene superato di slancio persino da chi fa jogging – la parte a nord era meno scontata.

In pratica, si è scelta l’ipotesi del riciclaggio: da corso Novara al capolinea Rebaudengo si può riciclare il trincerone dell’ex ferrovia merci, e il pezzo da scavare è decisamente più corto. In più, l’altra ipotesi – il più breve tunnel da piazza Castello a stazione Dora – sarebbe passata sotto la zona romana e poi sotto Porta Palazzo, ed era quindi a fortissimo rischio di inceppamento e di caos cantieristico. Non è comunque detto che non si prosegua: in un modo o nell’altro, l’idea è che da Rebaudengo si possa tornare in giù fino a stazione Dora e poi prendere l’attuale tunnel della Torino-Ceres, che è da buttar via causa abbassamento del passante ferroviario: un riciclaggio unico fino a Madonna di Campagna o magari a Venaria, anche se per arrivare da Venaria in centro si passerebbe per mezza Torino.

Il tutto naturalmente è soggetto all’ennesima speculazione edilizia, ovvero la costruzione di un altro nuovo quartiere sulla zona tra il cimitero e via Bologna. Vero è che stiamo parlando della fine del prossimo decennio, ma chissà chi ci andrà ad abitare…

L’unica perplessità restano le interconnessioni: in pratica le fermate saranno più rade in centro che in periferia, il che è un controsenso; in centro non ci sarà un interscambio comodo con il 4 e con l’asse di mezzi pubblici di via XX Settembre, visto che le fermate saranno una in fondo a piazza Castello e una in piazza Solferino; per andare a Porta Nuova o a Porta Susa bisognerà cambiare linea; l’interscambio con i mezzi su corso Peschiera è in dubbio, dipende se la fermata sarà all’incrocio del corso o davanti al Politecnico; e l’interscambio ferroviario con la nuova stazione Zappata sarà altrettanto lungo, visto che la stazione è relativamente lontana da largo Orbassano. Ma tanto, ci sarà ancora tempo di cambiare il progetto varie volte…

[tags]torino, metro[/tags]

divider
 
Creative Commons License
This site (C) 1995-2024 by Vittorio Bertola - Privacy and cookies information
Some rights reserved according to the Creative Commons Attribution - Non Commercial - Sharealike license
Attribution Noncommercial Sharealike