Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Gio 22 - 5:38
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
domenica 28 Febbraio 2010, 19:41

17.000 volte grazie

Come avrete letto sui giornali di oggi, il dado è tratto: la lista Movimento 5 Stelle Piemonte è stata ammessa e parteciperà alle prossime elezioni regionali. Ci servivano 13.000 firme, ne abbiamo raccolte oltre 17.000: e per questo non possiamo che ringraziare le tantissime persone che ci hanno dato una mano, perché non sono affatto poche.

Tanto per darvi un’idea di che cosa voglia dire raccogliere 17.000 firme, andare a prendere i relativi certificati elettorali in qualche centinaio di comuni e mettere insieme ogni firma con il suo certificato, poi ricontrollare, impacchettare, portare, ho girato qualche secondo di immagini durante una di queste nottate… Certo mi riempie d’orgoglio (essendo stato, di fatto, il responsabile burocratico-legale di tutta l’operazione) il fatto di essere arrivati l√¨ all’apertura degli sportelli con tutta la documentazione pronta e perfetta, mentre, come avrete letto, persino il maggiore partito italiano (il partito degli avvocati) riesce a sbagliare l’operazione e a farsi escludere – e poi, naturalmente, reclama un condono!

Adesso per√≤ non distraetevi: il prossimo obiettivo sono i 60.000 voti su scala regionale che servono per eleggere un consigliere, e solo l’azione diretta di ognuno di voi pu√≤ permetterci di raggiungerlo.

divider

9 commenti a “17.000 volte grazie”

  1. Mir:

    Ottimo. Io sono pronto al fuoco..

  2. Yari:

    Ora non resta che votarvi :-)

  3. Gian:

    Gentile V.B ,gentili pensatori in generale ,sia il mio augurio la speranza di un cambiamento .
    Siamo troppi ,come tinche nella pauta ,a boccheggiare senza ossigeno .
    E’ inutile dire che la tristezza a volte si fa sentire ,ma ci sono tutti i presupposti per affermare che avete inbucato la strada giusta ,la luce e’ di fronte a voi .

    Con sincerita’Gian

  4. Elena:

    Tinche nella pauta è una bellissima espressione che prenderò a prestito molto spesso

    per quanto riguarda la presentazione delle firme sono (***********) del caos che sta succedendo a Roma. Appelli alla piazza? ma non scherziamo! non vedo molto margine neppure per ricorsi amministrativi. Le condizioni di presentazione sono uguali per tutti e la scadenza pure uguale per tutti, perch√® allora stampare manifesti che inneggianti al “non vogliono farvi votare? (certo che so la risposta, la mia √® una domanda retorica)
    sotto un profilo giuridico la soluzione di questo caso √® gi√† scritta dalla giurisprudenza costante del consiglio di stato (il quale dice, in termini semplici, che se perdi un treno perch√® sei in ritardo non puoi pretendere che il treno torni indietro per te). Del resto l’udc venne esclusa per lo stesso motivo a delle elezioni della provincia autonoma di trento nel 2006, se non ricordo male.
    adesso vediamo le soluzioni proposte per far violenza ancora una volta sull’ordinamento e il grado di famigliarit√† con la pauta.
    Ora scommettiamo che la soluzione sarà una tra queste:
    -leggina ad ok che riapre i termini apposta per il pdl
    -fuoco e fiamme della “base popolare” dell’elettorato di destra (e non si tratta di un elettorato di destra qualsiasi, ma della destra romana: basta ricordare cosa √® gi√† successo a roma con assalti alle caserme in occasione dell’uccisione di un tifoso laziale) giusto per riaprire i suddetti termini per motivi di ordine pubblico e consentire cos√¨ il regolare svolgimento delle elezioni “democratiche” (dimenticando che il rispetto delle regole formali come quelle di scadenza di presentazione delle liste sono la linfa della democrazia, non della burocrazia, in quanto mettono tutti – piccoli e grandi, forti e deboli – nelle medesime condizioni di partenza, in base al principio di uguaglianza ex art. 3 Cost., per questo la legge regionale piemontese che ha sollevato i partiti gi√† presenti in consiglio dalla raccolta firme √® anticostituzionale)
    – rinvio della scadenza elettorale per qualsiasi motivo.

    In ogni caso questa classe “dirigente” sta da tempo scavando una buca nel fondo che ha gi√† raggiunto. Questo pastrocchio romano rappresenta un buon avanzamento dei lavori. Resta da capire se per buttarcisi dentro loro, oppure seppellire noi.

  5. Ferruccio Zamuner:

    Mi hanno appena segnalato questo bel caso di irregolarità per le firme per il PDL. Chissà quanti altri firmano per il PDL dalla tomba o quanti a loro insaputa si sono trovati tra i firmatari.

    http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=93001&sez=NORDEST

  6. Silvia:

    Grandi,
    ora non resta che sperare in un buon risultato.

  7. Gian:

    Gentili pensatori vi vorrei pregare di soffermarvi sui fatti sopra citati.

    Quanto accade e’ vincolato a 2 comportamenti del tutto comuni nel fare umano : la menzogna e l’inganno .

    la menzogna si manifesta gia’ dall’infanzia ; il bimbo usa la bugia per paura verso i genitori ,per sondare il terreno sui comportamenti che i genitori adotteranno ,per ansia ,per difficolta’ nel linguaggio ecc …

    Nella vita adulta penso che si possa affermare tranquillamente che la menzogna usata spesso ,sia indice di patologia (io pero’ sono tecnico e non uno psicologo quindi conta poco) .

    Si evince che la menzogna e’ una espressione puramente “verbale” ,basta usare la parola ed e’ tutto compiuto .

    Aggiungerei che la menzogna e un di cui dell’inganno , atto ben piu’ fino che necessita di altre componenti .

    Ci puo’ essere l’inganno quando :

    il soggetto “S” afferma un FATTO e la platea P non smentisce quanto detto . OVVERO A FRONTE DI UNA AFFERMAZIONE LA PLATEA CREDE

    Il soggeto “S” compie un FATTO ,lo rende invisibile e la platea P crede perche’ non vede . OVVERO LA PLATEA CREDE PERCHE’ IL FATTO VIENE MASCHERATO .

    il soggetto “S” compie un FATTO e ne camuffa le cause che lo hanno generato ,la platea P crede perche’ vede il falso . OVVERO LA PLATEA CONOSCE QUALCOSA DI NON VERO .

    E’ un bel gioco , volendo si possono anche combinare le tecniche per creare un inganno piu’ credibile .

    Se vogliamo uscire dalla pauta e’ necessario che la verita (non soggettiva ma oggettiva) sia affermata sempre .

    Pluralita’ dell’informazione ,svincolata da lobby di potere ,dovra’ essere la parola d’ordine di voi ideologisti (cosi’ vi battezzano) .

    Ci saranno sempre i menzogneri e gli ingannatori (a meno di essere rappresentati da esseri extraterreni) ma dovranno essere messi alla porta ,subito, senza aspettare secoli per conoscere le verita’ .

    Con sincerita’ Gian

  8. mfp:

    vb, bella la faccia alla fine del video :)

    Yari, NO! Non resta solo da votare! Ora devi scassare i maroni a tutte le persone che incontri da qui al giorno delle elezioni! E poi metterti davanti ai seggi (ma non troppo che se no ti arrestano) ad importunare tutti quelli che vanno a votare…

    Mi raccomando pero’. Il metodo in quelle due circostanze e’ diverso. Se non trovate il tempo di discuterne nel comitato elettorale, mandami una mail che ti mando i miei due cents…

  9. ferz:

    Vergognoso decreto salva liste PdL, vergognoso l’appoggio di Napolitano che firma senza remore.

    Hanno fatto una cazzata, peggio per loro, dovevano rispettare le leggi che loro stessi si erano scritti.

    E’ l’ennesima presa per i fondelli. La legalit√† non esiste in Italia, le leggi non le rispettano le persone che possono non farlo. Perch√© non toglierle allora? Ah s√¨, se le tolgono poi possono non rispettarle anche gli altri.

    Che amarezza.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike