Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Vën 16 - 16:49
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion

Archivio per il giorno 16 Aprile 2008


mercoledì 16 Aprile 2008, 13:18

Tanto tuonò che piovve

Vorrei potervi raccontare della bella cena della curva Primavera tenutasi ieri, ospite d’onore Alberto Pozzo, e in un angolino c’era anche Matteo Sereni che lo ha premiato.

Arriva ora però una notizia surreale: Cairo avrebbe appena esonerato Walter Novellino, richiamando al suo posto nientepopodimenoche Gianni De Biasi, l’allenatore cacciato in agosto prima ancora che cominciasse il campionato, richiamato a febbraio, ricacciato a luglio e ora richiamato in aprile.

Certo, ieri all’allenamento c’era stata una contestazione pesante, con insulti e sputi alla squadra e ad alcuni giocatori in particolare (Recoba e Di Michele su tutti), ritenuti pigri e svogliati. E può darsi che cambiare allenatore fosse l’unica cosa da fare, nel caso in cui si sia giunti a una situazione di incompatibilità tra lui e la squadra. Pare sia vero che dopo il buon primo tempo di Toro-Empoli Novellino sia rientrato negli spogliatoi isterico e mandando tutti affanculo, al punto che due o tre giocatori si sarebbero rifiutati di rientrare in campo e solo l’intervento di Cairo li avrebbe convinti in extremis a desistere (basta che guardiate quelli che sono usciti dal tunnel due minuti in ritardo, facendo aspettare tutto lo stadio e i compagni già schierati); risultato, secondo tempo fantasma e sconfitta.

Ciò detto, nel calcio c’è anche una dignità; e riprendendo un allenatore scarso e viscido, uno che ha manovrato lo spogliatoio per tutto lo scorso anno per far fuori il collega che l’aveva rimpiazzato (e chissà se ha ripetuto l’exploit in queste settimane), Cairo ha veramente compiuto una buffonata. Bastava prendere un Pigino o uno Zaccarelli qualsiasi, per traghettare la squadra per cinque giornate verso il suo destino, qualsiasi esso sia; tanto a questo punto la tattica fa poca differenza. Invece, Cairo – dopo tre anni di errori – ha voluto rendersi ridicolo, e ha reso ridicolo anche il Toro. E io, dopo molti anni, non so se domenica avrò voglia di andare allo stadio: perché, anche se dovessero arrivare i risultati, la coerenza, la dignità, l’onestà e la serietà vengono prima di tutto.

Tag Technorati: , ,
divider
 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2021 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike