Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Lùn 17 - 21:40
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion

Archivio per il giorno 4 Dicembre 2008


giovedì 4 Dicembre 2008, 19:42

E’ finito il sapone

Dall’esterno, non √® facile capire come vada veramente interpretata la vicenda De Magistris: certo, conoscendo l’Italia, √® difficile non pensare a un giudice coraggioso che indaga su gravi episodi che coinvolgono l’allora ministro della Giustizia Mastella (e l’attuale vicepresidente del CSM Mancino), e che viene prima privato dell’indagine dai suoi stessi superiori e poi trasferito d’autorit√†, anche se certo il codazzo di apparizioni televisive e santificazioni di piazza non √® sembrato molto appropriato a un magistrato.

Questa seconda puntata, per√≤, √® ancora pi√Ļ preoccupante: perch√© la procura di Salerno apre un’indagine per appurare se il colpo d’autorit√† che sottrasse l’inchiesta a De Magistris sia stato legale, con tanto di perquisizioni alla procura di Catanzaro; e questa non √® una novit√†, l’abbiamo visto accadere negli anni di Mani Pulite, quando si scopr√¨ che c’erano anche dei giudici corrotti.

La novit√†, per√≤, √® la reazione: la procura di Catanzaro denuncia a sua volta i magistrati di Salerno, e per bloccare l’inchiesta salernitana interviene non pi√Ļ Mastella – che nel frattempo √® stato politicamente fatto fuori, ma solo per finta, avendo poi subito piazzato un proprio fido nientemeno che alla Commissione di Vigilanza RAI, facendoli fessi tutti – ma addirittura il presidente Napolitano.

Certo, il decisionismo di un Presidente solitamente cauto anche di fronte alle monnezze giuridiche berlusconiane sorprende un po’, ma la situazione √® indubbiamente grave: perch√©, come dicevo all’inizio, dall’esterno √® difficile giudicare, ma si ha la sensazione che questa tra procure sia una lotta radicale e profonda, come se esse rispondessero a diritti diversi, a Stati diversi, e a valori diversi.

Effettivamente, √® come se lo Stato si stesse dividendo: di qui chi √® ancora attaccato alla legalit√† e ne vede in Italia la continua e preoccupante erosione, di l√† chi invece vede nelle azioni della magistratura un complotto contro la politica ogni volta che la riguardano. In questo, √® come se Napolitano – persona di grande levatura, ma anche amico e conterraneo di Mancino e di Mastella – avesse voluto lanciare un messaggio: badate bene, una volta ci avete colto di sorpresa, ma Mani Pulite non si ripeter√† pi√Ļ; il ricambio della classe politica corrotta spetta alla politica e non alla magistratura; chi √® stato eletto dalla gente, anche se forse ha commesso reati, comunque governer√†.

Il problema √® se nel frattempo l’immoralit√† e l’impunit√† dei politici continua, e, parate le inchieste, il rinnovamento non avviene mai.

[tags]italia, giustizia, de magistris, napolitano, inchieste, mani pulite[/tags]

divider
 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2024 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike