Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mar 24 - 14:08
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
martedì 2 Dicembre 2008, 14:29

Torino nera

Per carit√†, qui siamo amanti della scienza; ma questa notizia ha dell’incredibile. Apparentemente √® un triste episodio di cronaca: in via Po, all’angolo con piazza Vittorio, un disabile improvvisamente perde il controllo della propria auto, che sbanda e finisce sul marciapiede, sotto i portici, travolgendo i tavolini del dehors di un bar e quasi uccidendo una ventenne. Il guidatore non si capacita e non sa spiegare come sia successo.

La cosa inquietante √® che il luogo e il bar sono esattamente gli stessi dove poco pi√Ļ di un anno fa un folle depresso, credendo di scorgere seduto a prendere un caff√© l’odiato capoufficio, aveva diretto l’auto sul marciapiede, sotto i portici, travolgendo gli stessi tavolini e quasi causando una strage.

Naturalmente, voi che non usate le biopalle penserete a una semplice coincidenza; noi torinesi, invece, sappiamo che qui il diavolo √® di casa, e alle coincidenze non crediamo. Se volete, lanciatevi pure in uno studio scientifico su come il particolare colore dei tavolini di questo bar, accoppiato alle forme geometriche dei portici, spinga irrazionalmente i guidatori d’auto a dirigervisi contro a tutta velocit√†; nel frattempo, noi cominciamo ad attrezzarci perch√©, in caso di ulteriori fenomeni, l’intero edificio venga prontamente trasportato a Lourdes.

divider

10 commenti a “Torino nera”

  1. Nervo:

    Hai pensato circa la stessa cosa che ho pensato io stamattina…

  2. Nick:

    Ho una biopalla appesa allo specchietto della macchina in grado di neutralizzare tutti i diabolici influssi del triangolo di magia nera di cui Torino è un vertice. QUESTO è il vero, sano, saggio, utilizzo delle biopalle!
    ;-)

  3. rectoscopy:

    un bel guardrail a tripla onda davanti alla terrasse del bar è la soluzione ;)

  4. Fabrizio - ikol22:

    Tutto quello che vuoi: fatalit√†, coincidenza, sfiga, congiunzione astrale, sfortuna, caso, effetto maree, bioritmi in fase calante, volere divino… Ma per piacere, almeno noi torinesi, non diamo spago al trito luogo comune della Torino magica e affini.

  5. Giorgio Blangetti:

    In effetti, c’√® anche da dire che solo a Torino √® venuto in mente di fare un p√≤ di sano sesso all’obitorio, di essere ripresi da telecamere nascoste, e di essere multati nel riguardo ai defunti…
    http://lastampa.it/Torino/cmsSezioni/cronaca/200812articoli/8913girata.asp

  6. uno che ha solo la terza media:

    guarda che si scrive po’, ignorante, non p√≤

  7. D# AKA BlindWolf:

    oggi 4 post consecutivi del troll in 4 diversi post? Un lavoraccio.

  8. vb:

    La cosa incredibile √® che in questo periodo ci sia tuttora gente che riceve uno stipendio a fine mese pur non avendo niente da fare per buona parte della giornata…

  9. simonecaldana:

    vb: non e’ incredibile: e’ un side effect del rischio di impresa. Nei periodi di vacche grasse gli imprenditori prendono la fetta extra, nei periodi di vacche magre i dipendenti rimangono a reddito fisso (sempre che l’azienda non fallisca).

  10. D# AKA BlindWolf:

    …e per questo oggi √® pi√Ļ comodo “flessibilizzare”.
    Nei periodi di vacche grasse gli imprenditori prendono la fetta extra, nei periodi di vacche magre i dipendenti rimangono a casa. E il rischio d’impresa viene parzialmente ceduto al dipendente.

    (BTW, non ho mai lavorato tanto come in questi ultimi mesi)

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike