Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Gio 1 - 4:14
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
mercoledì 9 Settembre 2009, 14:17

Rispetto

Dobbiamo? Ma sì, alla fine dobbiamo scrivere anche noi qualcosa su Mike Bongiorno.

Non era certo un idolo: era gobbo, pieno di soldi, conformista, amico dei massoni e dei Savoia, promoter di Berlusconi e della sua paccottiglia, insomma per certi versi aveva tutti i difetti possibili. Ma faceva il suo lavoro con grandissima capacit√† e grandissima seriet√†, anzich√© cazzeggiare improvvisare e raccomandare come si usa oggi, e questa √® una virt√Ļ ormai sparita. Inoltre era credibile come promotore dell’Italia del benessere proprio perch√© prima si era fatto il campo di concentramento e la lotta partigiana, e allora capisci come potesse a buon diritto esaltarsi per un prosciutto.

C’√® una scena mitica su Youtube in cui cazzia la Antonella Elia che si schiera contro la pelliccia e le dice “non devi sfottere lo sponsor”. A molti quella scena sembra il peggio della TV commerciale, ma a guardar bene ci si vede proprio quel senso di responsabilit√† personale che ormai manca e che manda il mondo allo sfascio: nessuno ti ha obbligato a prenderti l’impegno di fare la valletta, ma se te lo prendi devi rispettarne le regole e accettarne anche ci√≤ che non ti piace. Ecco, √® proprio quel genere di rispetto – un valore liquidato come borghese e perbenista, ma che invece √® necessario per la convivenza civile – che Mike incarnava: e dunque, massimo rispetto a lui.

divider

6 commenti a “Rispetto”

  1. vale:

    mike credeva nel lavoro come valore: se lavori bene, guadagni bene e vivi bene. dopo 3 settimane negli stati uniti, dopo 6.200 km e 7 stati, dopo aver visto mike benzinai, mike camerieri, mike dirigenti, mike spazzini, mike cantanti, mike uomini e mike donne che fanno tutti lavori diversi ma con la stessa convinzione che il lavoro sia un valore, so che gli americani usciranno dalla crisi del 2008 come sono usciti da quella del 1929 e mi viene da piangere a pensare che in italia molti usano la parola borghese come insulto e stanno lì in attesa che lo stato o il papa o il duce passi a salvarli.

  2. Thomas Jefferson:

    Non so se è meglio il post o il commento di cui sopra. Kudos a tutti e due!

  3. raccoss:

    Si. Si. Responsabilit√† molta, ma signorilit√† e rispetto zero. Dal “quelli che ragionano in modo strano” detto con disprezzo ai vegetariani/animalisti a “quella stronza la caccerei subito” ripetuta una decina di volte.

    Ne esce fuori l’immagine di uno attaccato pervicacemente ai suoi soldi, che se li sar√† ben portati dentro la sua tomba.

    Teniamo presente che in quel programma lo sponsor cambiava ogni settimana, quindi non possiamo dire che la Elia lo conoscesse al momento della stipula del contratto.

    Vorrei aver visto la “professionalit√†” di Mike se lo sponsor fosse stata una fabbrica di mine antiuomo a forma di giocattolo per bambini.

  4. Alessandro Arcuri:

    Allora… raccoss secondo me fa centro. Ci sono delle volte che bisogna prendere una posizione. Come quella giornalista americana che, all’ennesima notizia su quella lobotomizzata di Paris Hilton (nonostante ci fossero robe ben pi√Ļ serie di cui parlare, in apertura di tigg√¨) si rifiut√≤ in diretta tiv√Ļ di leggere la notizia, strappando il foglio.
    Poi, certo, qui stiamo parlando di Antonella Elia, ok, ma il motto “hai firmato, ti ho comprato, quindi taci e cuccia” √® un po’ il succo del berlusconi-pensiero.

  5. mfp:

    VB, ma sei serio? Responsabilita’ personale… di Mike… nei confronti dello sponsor che gli paga il programma! Sai che professionalita’; vai in un qualsiasi ufficio e vedrai decine di sorrisi compiacenti rivolti al gradino piu’ in alto dell’organigramma.

    A me di questo video rimane l’atteggiamento bacchettone che Mike ha a scena aperta (“altri la pensano diversamente”, come se qualcuno l’avesse messo in discussione, e non ci fosse gia’ troppa confusione tra liberta’ di espressione e liberta’ di opinione; e “devo difendere l’altra campana”, come se esistesse un’altra campana e avesse bisogno di un avvocato); atteggiamento bacchettone a scena aperta che poi stride con la cruda realta’ della scena chiusa, con lo sclero umiliante che rifila alla Elia… che poretta… sara’ pure e solo una bella farfallina svolazzante… pero’ non e’ che ha affermato che la pelliccia fa schifo, ha solo simpatizzato vivacemente con una animalista realizzando uno spot involontario per una causa che evidentemente condivideva. Tanta incazzatura si potrebbe capire se magari le era stato detto di non parlare mai tranne quando e’ interpellata direttamente, ma altrimenti… boh… hai preso il filmato giusto per ricordare un personaggio stiloso d’altri tempi, ma un po’ stronzo.

  6. Maison72:

    E’ sempre la stessa storia: alla morte di una persona si sente parlare sempre bene a livello di media.
    Io non voglio esprimere giudizi sulla persona, posso solo dire che Mike nella sua vita ha quasi sempre fatta la scelta giusta al momento giusto e la fortuna l’ha premiato anche alla fine.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike