Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Sab 2 - 0:56
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione

Archivio per il giorno 27 Ottobre 2009


martedì 27 Ottobre 2009, 19:28

Sette falci per sette martelli

Il mondo politico trema: a sorpresa, √® stata annunciata la nascita di un nuovo partito che rivoluzioner√† lo scenario elettorale italiano. Il partito si chiama Comunisti – Sinistra Popolare, ed √® frutto della felice intuizione di Marco Rizzo, che si √® accorto che c’erano un po’ di partiti che nel nome usavano la parola “comunista” e un altro po’ che usavano la parola “sinistra”, ma nessuno che ce le avesse entrambe. E dunque, di fronte a siffatta esigenza politica, pronta √® stata la risposta dei compagni rizziani: voil√† la nuova formazione. Che naturalmente “non √® l’ennesimo partito”, ma nasce per “costruire un grande movimento anticapitalista e comunista”, come peraltro tutti quelli che l’hanno preceduto.

Io ero rimasto sorpreso ma anche parecchio divertito, quando nello scorso maggio di mattina presto mi ero presentato in tribunale per consegnare le firme della nostra lista civica e avevo trovato gi√† in fila quattro gruppi di persone che si guardavano in cagnesco. Avevo scoperto poi che la ragione era la seguente: per la legge italiana, nel caso un elettore firmi per sottoscrivere la presentazione di pi√Ļ di una lista, la sua firma vale solo per la lista che √® stata presentata per prima in ordine di tempo. Il problema √® che esistono tanti partiti con la falce e martello nel simbolo e i loro stessi elettori non riescono pi√Ļ a distinguerli l’uno dall’altro, dunque firmano un po’ per tutti: quindi per i partiti di sinistra – che gi√† non godono di grandissimo seguito – la percentuale di firme doppie arriva a livelli mostruosi, addirittura un quarto o un terzo; dunque il partito comunista che arriva per ultimo, pur portando il massimo delle firme concesso dalla legge (nel nostro caso 1500), rischia seriamente di vedersene annullare abbastanza da scendere sotto il minimo (nel nostro caso 1000).

In effetti, facendo i conti, il giornalista che nell’articolo linkato parla di sesto partito comunista italiano si √® sbagliato, perch√© quello di Rizzo in realt√† √® il settimo; gli altri sono Rifondazione Comunista (Ferrero), Comunisti Italiani (Diliberto), Partito Comunista dei Lavoratori (Ferrando), Sinistra e Libert√† (Vendola), Sinistra Democratica (Mussi), e (dimenticato dall’articolista) Sinistra Critica (Turigliatto). Cio√® no, in realt√† ci sono poi anche i leninisti e i lottacomunisti e altri gruppetti, ma questi sette sono quelli che sono riusciti almeno a presentarsi a qualche elezione, prendendo poi per la gran parte percentuali da prefisso telefonico. Per√≤ orgogliosamente, coerentemente e in linea con le aspettative delle masse operaie. Che ormai votano compatte Lega Nord.

[tags]politica, sinistra, comunisti, partiti, rizzo[/tags]

divider
 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2023 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike