Sky
Vittorio vb Bertola
Wandering on the Web since 1995

Wed 27 - 9:56
Hello, unidentified human being!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
about me
about me
site help
site help
site news
site news
license
license
contact me
contact me
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
old blogs
old blogs
personal
documents
documents
photos
photos
videos
videos
music
music
activities
net governance
net governance
town council
town council
software
software
help
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet & faqs
usenet & faqs
stuff
piemonteis
piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
ancient software
ancient software
biz
consultancy
consultancy
talks
talks
job placement
job placement
business angel
business angel
sites & software
sites & software
admin
login
login
your vb
your vb
register
register
martedì 31 Ottobre 2006, 16:25

Cortine di fumo

Ormai siamo verso la fine del secondo giorno dell’IGF; domani sar√† il momento del nostro workshop sulla Carta dei Diritti, ma si possono gi√† trarre alcune conclusioni.

L’aspetto pi√Ļ positivo √® ovviamente quello sociale. Ieri √® arrivato il grosso della delegazione, e ho avuto modo di spendere un pomeriggio, una serata e una mattinata con loro. Sono persone piacevoli, e certo fa un certo effetto andare al ricevimento con Rodot√† e signora e sentire racconti tipo “Eh, quella volta che eravamo a cena da Napolitano… √® la volta che poi venne anche Lula, da giovane, e non aveva una lira… ti ricordi che battuta fece Mussi, ah ah!”, il tutto condito da scatti per la conquista del buffet assolutamente giovanili. Con Cortiana ormai c’√® molta confidenza, mentre Rodot√† ha una profondit√† intellettuale che affascina ma anche intimidisce… per quanto sia pure un accanito tifoso del Cosenza, cos√¨ si pu√≤ anche parlare di calcio.

Per il resto questa conferenza non √® male, ma ha un problema di fondo: √® stata completamente evirata e resa inoffensiva per le lobby multinazional-statunitensi. Le sessioni principali sono organizzate come uno show televisivo: c’√® un giornalista della BBC che fa delle domande a un panel infinito, raccogliendo poi altre domande dal pubblico. In teoria il Forum dovrebbe permettere a chiunque di dire la propria, ma devi mettere prima per iscritto chi sei e cosa vuoi dire, e poi loro decideranno se si pu√≤ fare, e se √® abbastanza “spettacolare” come domanda. Il risultato √® un qualcosa che sarebbe decisamente bello da vedere in TV, ma che potrebbe essere utile solo per chi non ha mai sentito parlare di queste cose; per persone che se ne occupano da anni e vengono qui per far avanzare la discussione su misure concrete da prendere, √® semplicemente inutile, anzi frustrante.

Oltretutto, l’organizzazione √® molto attenta ad orientare la discussione. Stamattina, ad esempio, c’era la sessione sulla libert√† in rete, e molti di noi avrebbero voluto parlare di brevetti software, propriet√† intellettuale, software libero, accesso alla conoscenza, trusted computing… Invece, il moderatore ha introdotto il suo tema, che era la libert√† di espressione in Cina, ed √® andato avanti per oltre due ore su quello. Tutto il resto, compreso il caso del blogger greco arrestato pochi giorni fa, √® stato discusso al massimo per dieci minuti, pi√Ļ spesso omesso. Il Patriot Act √® stato menzionato forse una volta, le domande sul regime della propriet√† intellettuale ridotte al minimo necessario; sembrava che al mondo ci fosse solo un male, la Cina, e al massimo Yahoo e Cisco che gli consegnano gli strumenti per identificare i dissidenti.

Si √® giunti al punto che il rappresentante del governo cinese ha dovuto prendere la parola e chiedere gentilmente di metter fine a questa sfilza di critiche al suo Paese. Sono giustificate, per carit√†, e lui si √® anche reso ridicolo sostenendo che in Cina non ci sono restrizioni alla libert√† di espressione, per√≤ io ho trovato l’intera faccenda abbastanza vergognosa.

Ad ogni modo, anche se io non riesco mai a prendere la parola, ieri pomeriggio sono riuscito a far parlare il sottosegretario Magnolfi, mediante negoziazioni a margine della seduta: gli interventi/domanda erano di 60-90 secondi l’uno, e lei si era preparata un discorso stampato di tre pagine… Alla fine per√≤ il contenuto del suo intervento √® stato molto apprezzato: bene. Anche se dovr√≤ pagare delle cene per questo.

divider

2 commenti a “Cortine di fumo”

  1. Mir:

    Non vorrei essere negativo : la prima cosa che mi e’ venuta in mente dopo questo racconto e’ una vaschetta per i pesci. Tutti belli colorati e muti. Inoffensivi, senza voce pur muovendo la bocca. Mi pare che sia cosi’ o mi son sbagliato?
    Se e’ cosi’, mi chiedo se il piacere di tale manifestazione non diventi fine a se stesso nel vedere una kermesse di persone autorevoli (ma ammutolite su cio’ che conta veramente, e loro lo sanno benissimo) che chiacchierano amabilmente dei fatti loro e di quel che si potrebbe fare, stando attenti a non mettersi di traverso sul camino di uno qualsiasi degli squali.
    Che dici, avranno gia’ intercettato il mio indirizzo IP e verranno a prendermi per ISTIGAZIONE ALLA RIBELLIONE?

  2. vb:

    Guarda, la prima reazione √® stata un po’ come la tua, per√≤ √® vero che questa √® una prima assoluta nel mondo: nessuno, a livello di una organizzazione formale come le Nazioni Unite, ha mai provato un esperimento di questo genere.

    Penso che gli si possa dare un paio di edizioni di tempo per vedere se matura e diventa veramente utile: d’altra parte, le discussioni per creare ICANN sono iniziate nel 1997, ma, pur incontrandosi 3-4 volte l’anno, fino al 2003 ICANN non ha avuto una forma stabile, e a tutt’oggi alcune sezioni (compresa la At Large) non hanno ancora completato il processo di formazione iniziale…

 
Creative Commons License
This site (C) 1995-2023 by Vittorio Bertola - Privacy and cookies information
Some rights reserved according to the Creative Commons Attribution - Non Commercial - Sharealike license
Attribution Noncommercial Sharealike