Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Lùn 17 - 18:44
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion
martedì 28 Novembre 2006, 10:40

Fondi pensione

Con la riforma del TFR, sono tornati di moda i fondi pensione privati: quelli in cui tutti noi dovremmo versare i nostri soldi per costruirci una pensione, visto che di quella pubblica vedremo ben poco.

Io da qualche anno ne ho uno; lavorando in proprio, non ho un fondo pensione di categoria, ma ho scelto un fondo pensione azionario di uno dei maggiori gruppi assicurativi italiani (Toro, ovviamente). Da bravo bambino, invece di fumarmi i miei soldi in alcool donne e macchine veloci, ci verso ben 300 euro al mese.

Ebbene, un’occhiata più attenta alle ricevute di versamento mi ha confermato che di questi 300 euro ben 18, ogni mese, finiscono in “spese” e “costi di gestione”. Si tratta del sei per cento! Io ho scelto un fondo azionario, ma se avessi preso un obbligazionario, quattro o cinque della trentina di anni che mi mancano alla pensione se ne sarebbero andati solo per recuperare il costo del versamento…

Il mio non è un caso isolato: pare che tutti i fondi pensione dei gruppi assicurativi italiani costino più o meno così. D’altra parte, sono soldi che vedrai tra quarant’anni, chi vuoi che faccia caso a un “prelievino”?

Meno accettabile è come il governo, che spinge queste forme di previdenza a manetta e le sostiene concedendo a chi le sottoscrive agevolazioni fiscali significative, non abbia pensato a mettere un tetto al “prelievino” forzato. O forse ci ha pensato, poi si è guardato negli occhi (quelli di azionista politico di riferimento di grandi gruppi assicurativi come Unipol, ad esempio; ma il governo precedente aveva Mediolanum) e si è detto: ma no, dai…

divider

3 commenti a “Fondi pensione”

  1. .mau.:

    Il mio fondo (chiuso, dove non ci metto praticamente nulla) l’anno scorso ha preso 15.50 euro su 1800 versati tra me, Telecom e il mio TFR.
    Quest’anno ha preso 17 euro e sfiorerò i 2000 euro versati. Sarà previdenza “finta”, ma almeno non prendono troppo.

  2. Alessandro:

    Argomento molto delicato…
    Vi segnalo un interessante servizio di Report della Gabanelli dal titolo “Le mani sulle pensioni”. Si può scaricare dal sito della Rai.

  3. Mir:

    Stendiamo un velo pietoso..

 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2024 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike