Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Lun 6 - 1:35
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
venerdì 12 Settembre 2008, 11:06

Leoni (1)

L’esperienza con i leoni √® un mondo a parte; nessun altro animale fa la stessa impressione. L’incontro dal vivo permette poi di capire che i poveri leoni dei nostri zoo non c’entrano nulla con la realt√†; sono pallide imitazioni, e lo si capisce facilmente guardandoli negli occhi.

In realt√†, al parco Kruger non ho visto leoni: ho visto solo leonesse. Del resto √® noto che tra i leoni, la specie suprema della savana, le donne cacciano, cucinano e preparano tutto, mentre l’uomo aspetta seduto sotto un albero sulla collina con una birra in mano, davanti allo spettacolo della natura, finch√© la donna non gli porta il pranzo. Per questo motivo le leonesse sono facili da avvistare, mentre i leoni lo sono di meno, a meno di non essere invitati a casa loro per vedere la partita.

Il primo incontro con questo animale √® stato all’alba, quando il cielo era ancora completamente nero. Stavamo percorrendo la strada con le torce, quando uno di noi ha avvistato un leopardo accucciato in un posto assurdo, cio√® in cima a un albero. Ci siamo fermati, abbiamo spento il motore e abbiamo cercato di capire come fosse finito l√¨ sopra.

A quel punto, qualcuno grida: “A lion!”. Ma tutto √® buio, e non si riesce a capire niente: davanti a noi c’√® solo l’erba ingiallita e altissima della savana.

Poi, a un certo punto, si √® sentito un rumore debole, ma molto vicino: frush. Il rumore dell’erba che si piega. Frush. Non si vede niente, √® buio, ma il rumore √® vicinissimo e a molti prende un po’ di paura; anzi, vorrebbero gridare all’autista di mettere in moto e scappare. FRUSH. D’improvviso, una torcia si sposta e a un metro, un metro e mezzo da me sbuca dall’erba gialla una faccia gialla: √® una leonessa. Si muove sinuosa con grande tranquillit√†; non ci guarda nemmeno e comincia a passeggiare lentamente sulla strada sterrata.

Davanti a lei ne sbuca un’altra; si guardano, si annusano, probabilmente si comunicano qualcosa. Dall’altro lato della macchina, altra gente ne individua un’altra ancora. La guida, a bassa voce, ci dice di non sbracciarci e di non sporgere nulla dal bordo del veicolo, perch√© per i leoni un veicolo aperto con della gente dentro √® un ostacolo inanimato, ma un pezzo di carne che si muove all’esterno √® una preda.

Una leonessa si accuccia a bordo strada. Le piace, √® caldo, e tanto avr√† da stare l√¨ parecchio. Gli occhi sono impressionanti, gialli e cattivi. La guida ci spiega che i leoni cacciano e uccidono i leopardi, non per mangiarli ma per difendere il territorio ed eliminare un concorrente per il cibo. Un’altra leonessa fa un tentativo: si arrampica di botto sui rami bassi dell’albero e ruggisce. Il leopardo ruggisce in risposta, ma non √® la stessa cosa. Per sua fortuna, la leonessa √® troppo pesante per salire oltre: desiste e torna gi√Ļ.

Il leopardo sa che deve soltanto resistere una o due ore: dopo l’alba far√† presto caldo, e le leonesse se ne andranno per cercare un po’ d’ombra. A quel punto sar√† in salvo, naturalmente facendo attenzione a controllare che se ne siano andate davvero.

leoni-1.jpg
divider

8 commenti a “Leoni (1)”

  1. simonecaldana:

    In Africa non importa se sei leone o leopardo: se compi gli anni ti fanno gli auguri.

  2. cri:

    non ci conosciamo ma mi permetto di farti gli auguri :-) Che il gelo non affligga mai i tuoi cavoli, che tu possa avere parole calorose in una sera fredda, una luna piena in una notte scura, e una strada piana per arrivare alla tua porta.

  3. for those...:

    Auguri, africano!

  4. elena:

    Auguri Vitto!

  5. ross:

    ti leggo sempre con piacere, in particolare i tuoi resoconti di esperienze vissute mi piacciono molto. Questo post, poi, √® stato per me un’illuminazione: ho sposato un LEONE!

  6. D# AKA BlindWolf:

    …e 34! Hai battuto anche Ges√Ļ. Posso fondare un culto su di te?

  7. vb:

    Grazie per gli auguri, per il culto non √® il caso… :-)

  8. D# AKA BlindWolf:

    Peccato. Avevo gi√† fatto i santini con The Gimp…
    Almeno quello in cui trasformi l’acqua in zabaione posso commercializzarlo? Quello in cui sei crocifisso tra lo juventino e l’interista (e qui non mi esprimo su qual’√® quello “buono”) lo tirer√≤ fuori a tempo debito.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2020 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike