Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mer 22 - 19:49
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
giovedì 30 Giugno 2011, 18:27

Stipendio a cinque stelle

C’è voluto più di un mese, ma abbiamo quasi interamente chiarito il nostro trattamento da consiglieri in Comune; e dunque vorrei fare un riassunto, per trasparenza, e chiedere il vostro parere su alcuni dubbi.

Stipendio. Un consigliere comunale di Torino non ha un compenso fisso, ma prende un gettone di circa 120 euro lordi a seduta; dunque, ha degli introiti solo quando partecipa alle sedute, mentre nei mesi di ferie (es. agosto), se si ammala o se si assenta per qualsiasi motivo non percepisce nulla. Vengono retribuite sia le sedute del consiglio che quelle delle commissioni, con un tetto massimo di 3 sedute retribuite in un giorno e di 19 sedute retribuite in un mese, oltre le quali non si percepisce più niente. Il tetto mensile – che i consiglieri di gruppi piccoli come il nostro, nei mesi “pieni”, tendenzialmente raggiungono sempre o quasi – è dunque di circa 2200 euro lordi. In pratica, facendo la media, è come avere uno stipendio di circa 1300 euro netti al mese per 13 mensilità, ma lo sapremo meglio quando avremo le prime buste paga.

Staff. Il Comune trasferirà al nostro gruppo consiliare due dipendenti, che avranno funzione di segreteria e supporto; non possiamo assumere esterni, ma solo suggerire chi preferiamo tra persone che già lavorino in Comune ad un certo livello. Noi abbiamo indicato due nostri militanti di lunga data e attendiamo di sapere se saranno accettati.

Ufficio. Martedì scorso sono stati assegnati gli uffici: noi abbiamo ricevuto tre stanzette affacciate su via Garibaldi, e saremo in quattro in 40 mq. Siamo quelli sistemati peggio: per fare qualche esempio, la Lega ha avuto 71 mq per 5 persone, l’UDC 52 mq per 2 persone, SEL addirittura 126 mq per 4 persone; persino la lista Domenico Coppola ha avuto tre stanze e 35 mq per 2 persone. Queste discrepanze si spiegano con motivi storici, con vincoli tecnici e con la difficoltà di suddividere in modo efficiente uno stabile storico del Seicento, ma ovviamente noi paghiamo lo scotto degli ultimi arrivati.

In più, mentre gli altri (tranne fintocoppola) esistevano già e dunque sono già operativi e installati, noi dovremo ancora attendere che ci sistemino gli uffici, perché le tre stanze non sono nemmeno comunicanti e devono aprire una porta e murarne un’altra; dunque c’è il rischio di dover aspettare settembre, anche se noi cercheremo di accamparci subito in qualche modo. Nel frattempo noi finiamo per perderci convocazioni e materiali, che tutti gli altri ricevono in ufficio; le segretarie devono inseguirci alle riunioni per lasciarci i documenti; dobbiamo scrivere e stampare gli atti a casa e poi portarli; insomma, siamo svantaggiati rispetto a tutti gli altri. Non abbiamo nemmeno ancora l’accesso al sistema informatico, per presentare gli atti ricorriamo alla gentilezza di alcune segretarie che li caricano per noi…

Attrezzature. Gli uffici saranno attrezzati con mobili, scrivanie e computer; io e Chiara riceveremo un netbook con chiavetta, e io avrò anche un cellulare (senza la SIM se ho ben capito). Inoltre avremo a disposizione un budget di circa 1000 euro al mese per pagare le bollette del telefono, le piccole spese, piccole attrezzature extra (che poi resteranno al Comune) ed eventualmente l’organizzazione di eventi legati all’attività consiliare (non all’attività del Movimento).

Benefit. I consiglieri comunali sono esentati dal pagare il biglietto dei mezzi pubblici (basta mostrare il tesserino del Consiglio); inoltre, il Comune ci dà un posto auto sotto forma di una tessera che concede libero accesso al parcheggio sotterraneo comunale Santo Stefano (quello dietro il Duomo), e di un “permesso viola” per la ZTL.

Ora, noi istintivamente ci siamo chiesti se non fosse il caso di rifiutare questi benefit. I primi due sono un “extra stipendio” sotto forma di prestazioni in natura, che al Comune sostanzialmente non costano; in più, l’accesso libero ai mezzi pubblici ci dovrebbe servire anche per poter regolarmente andare a vedere come funzionano. Io spesso uso la bici o i mezzi, e sono culturalmente contrario ai datori di lavoro che offrono posti auto in centro ai propri dipendenti, perché incentivano l’uso dell’auto privata; devo però dire che ci sono effettivamente situazioni in cui è difficile fare a meno dell’auto, o perché devo trasportare del materiale, o perché sono di corsa; perdermi l’inizio della riunione pur di spostarmi in bus mi sembra comunque un peggior servizio ai miei elettori che prendere l’auto, e a quel punto ovviamente non pagare la sosta è un beneficio gradito. Trattandosi dunque di vantaggi economici, da sommare a uno stipendio che è decisamente inferiore al tetto già stabilito, mi sembra di poterli accettare.

Avrei invece voluto rifiutare il permesso ZTL, che è l’unico vero privilegio (un cittadino qualunque non può averlo, nemmeno pagando) e che tra l’altro è del tipo che permette assurdità come percorrere via Garibaldi o entrare nei parchi cittadini. Ci ho provato, ma mi hanno fatto notare che senza il permesso non potrei raggiungere il parcheggio per le riunioni del mattino; infatti agli abbonati al parcheggio viene concesso di entrare nella ZTL per arrivarci, ma il tesserino che mi danno non è un abbonamento pagato ma solo un “aprisbarra gratuito”, e dunque non include l’esenzione. A questo punto l’unica strada sensata mi sembra di accettare il permesso ma di usarlo solo per arrivare al parcheggio e magari per portare le attrezzature in piazza Castello quando facciamo i gazebo (ho portato un po’ di volte a braccia le sedie da giardino da piazza Castello a via IV Marzo e non è un bel lavoro).

Questo mi sembra un buon punto medio tra il rifiutare privilegi indebiti (l’idea di imporre ai torinesi il sacrificio della ZTL e poi autoesentarsi mi sembra immorale) e il mantenere la massima efficienza nel lavoro per cui mi pagate, che non è quello di prendere il pullman ma è quello di partecipare alle riunioni in Comune. Tuttavia, per evitare polemiche, mi sono riservato di dare una risposta definitiva domani mattina e dunque ho fatto un post per chiedere un vostro parere.

divider

25 commenti a “Stipendio a cinque stelle”

  1. mke777:

    Direi che mi sembra congruo accettare tutto e cercare di fare fruttare tutto al meglio per portare avanti il mandato.

    Ps. Visto che sei fresco di lacrimogeno leggi cosa e’ successo ai Punkreas: http://www.nuovasocieta.it/torino/27819-punkreas-aggrediti-con-il-cs-dai-carabinieri-a-torino.html

    Buon Lavoro,
    Mke

  2. Claudio C:

    Con un po’ di ironia benevola, dico che se passi troppo tempo a pensare se accettare o meno, sottrai tempo alla più utile attività di consigliere. Mi sembra che i benefit che vi danno siano nel loro complesso finalizzati al miglior svolgimento del vostro lavoro e li accetterei senza sottilizzare troppo.

  3. BigFab:

    Accetta, sono sì benefit, ma strumentali al raggiungimento ed all’accesso al luogo di lavoro.

    Good work!

  4. giò:

    1300 euro al mese…Sicuri? eventuali trasferte, gettoni, rimborsi ci sono?ci daresti qualche informazione in proposito…poi per i benefici che hai elencato sono comprensibili!

  5. Pippo:

    Grazie per questo resoconto, queste cose non si sanno mai.
    Secondo me OK per tutto, lo stipendio/gettone è adeguato e non è necessario auto-ridurselo come hanno fatto i vostri colleghi in Consiglio Regionale, ma lì si sa, è un vero scandalo.
    Io proporrei un benefit in più che potrebbe essere educativo se poi i consiglieri però lo utilizzassero: il byke-sharing.
    Adesso però mi sorge una domanda: visto che il guadagno da consigliere comunale è minimo, perché tutti questi candidati/liste alle ultime elezioni?
    Addirittura Carossa della Lega Nord, Coppola del PdL hanno il doppio incarico Comune/Regione.
    Mah, sarò malizioso ma evidentemente i guadagni in consiglio comunale sono altri?

  6. Sandro:

    Vittorio, come benefit sono delle sciocchezze! Le definirei più “strumenti di lavoro”. Mi raccomando, non esitare, punta sulla massima efficienza! Grazie per la trasparenza e ancor più per il servizio che con Chiara state facendo per la collettività.

  7. mosk:

    Direi che sono benefit accettabili.
    Da persona non informata mi sembra un po’ tanto 1000 € al mese per telefonate e piccole spese; invece 1300 € di stipendio mensile per un incarico di responsabilità come il consigliere comunale mi sembra un po’ poco.

  8. simona:

    A parte il fatto che come al solito mantieni la parola data e ciò fa di te una persona onesta! :)
    Io penso come gli altri che sia giusto ottenere “tutto ciò”!
    Quindi grazie per averci informato…e Buon lavoro!!!!

  9. ff:

    Da altre parti ho letto questo di fisso:

    COMUNE DI TORINO
    – sindaco (Chiamparino) € 9.123,53;
    – Vice Sindaco € 6.842,65;
    – Assessori comunali € 5.930,31
    – Presidente del Consiglio comunale: € 5.930,06;
    – Consiglieri comunali: € 3.142,00;

    (a questi poi vanno aggunti i gettoni di presenza che dici)

    Hanno cambiato qualcosa?

  10. verde:

    Sei stato così bravo nel cercare da “altre parti” le tue fonti, senza però citarle, sui compensi della scorsa consigliatura, ma perchè non ti sei aggiornato, per esempio leggendo l’art. 5 del Decreto-Legge 31 maggio 2010, n. 78, coordinato con la Legge di conversione 30 luglio 2010, n. 122, intitolato “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”? Magari troverai le tue risposte…

  11. Marco:

    Concordo anch’io sul fatto che questi, più che benefit, siano strumenti di lavoro. Dovresti accettarli :-)

  12. mosk:

    Il decreto non è di così facile lettura
    Qui c’è qualcosa sugli stipendi dei consiglieri comunali di Milano (riprende da Repubblica)
    http://milano5stelle.forumfree.it/?t=51688230

  13. ff:

    @verde: calmino/a, ho proprio chiesto se hanno cambiato qualcosa.

  14. vb:

    Praticamente tutti gli anni ormai la finanziaria contiene qualche misura di “taglio dei costi della politica” (di solito limitati a Comuni ed enti locali, senza toccare parlamentari ecc.) che tutti gli anni poi viene emendata, cancellata e stravolta in sede di approvazione, dunque è molto difficile capire cosa succede. Ad esempio noi eravamo convinti che il tetto fosse 1/5 dello stipendio del sindaco, come dal citato decreto 78/2010, però pare che nel frattempo il decreto sia stato ricorretto e il tetto sia tornato a 1/4 dello stipendio del sindaco.
    Invece il fisso per i consiglieri comunali è stato abolito, mi pare anche da diversi anni.

  15. vb:

    Ah, ho scoperto l’ammontare preciso del nostro fondo di funzionamento che è di 7409 euro fino al 31/12. Non possiamo ancora spenderlo perché manca la determina a valle della quale ci sarà aperto un conto bancario presso la banca usata dal Comune (l’adiacente Unicredit). Non potremo comunque usarlo per nulla che unitariamente costi più di 260 euro IVA inclusa.
    Mi hanno anche dato il cellulare, un Nokia C5-00, che include anche una SIM col contratto Vodafone del Comune (a tariffe vantaggiose) la cui bolletta però dovremo pagare noi con i fondi suddetti. Attiverò a breve l’opzione dual per permettermi di fare chiamate personali addebitandole poi separatamente a me.

  16. FRANCO:

    Complimenti per la chiarezza e la trasparenza, unica per ora (ho provato a cercare su internet comunicazioni del genere di altri neo-eletti e non ne ho trovate).
    Non ho idea di quanto tempo e impegno possa occupare il vostro ruolo ma si tratta di una retribuzione media di un impiegato di 1 livello con qualche benefits. Ogni rinuncia da parte vostra sarà ovviamente apprezzata ma in questo caso credo che non possa essere cosi significativa rispetto ai folli stipendi regionali.
    Se (come sono sicuro farete) svolgerete il vostro lavoro nel migliore dei modi (come stanno facendo i due consiglieri regionali), sinceramente mi sento di dire che in questo caso è tutto meritato.
    f.t.

  17. marco:

    Io penso che delle agevolazioni possano essere utili, e l’uso condiviso, ed in questo caso non mi sembra che vadano ad incidere nelle tasche dei cittadini,è l’abuso,o un uso improprio, che è intollerabile, e conoscendovi sono sicuro che questo non possa accadere da parte vostra.Grazie delle informazioni e continuate,continuiamo,a muoverci nel Movimento….Buon lavoro

  18. mfp:

    A me sembra una buona amministrazione: 1300 in mano, per 15-22gg lavorativi, sono il sufficiente a pagarsi affitto e bollo/assicurazione auto; pero’ vi tolgono dalle spalle tlc, trasporto e “piccole spese” (il tramezzino quotidiano?). La ZTL… come qualcuno ha scritto qui sopra e’ l’abuso che disturba, solo l’abuso. Quindi ecco, magari evita di fare come Hannibal (Lecter…ehm…Gheddafi) a 300km/h sugli Champs Elysee! C’hai la ZTL, solo la ZTL, non il passaporto diplomatico e i gorilla che eventualmente pestano la polizia!

    A dirtela tutta io starei anche tranquillo per le telefonate personali purche’ non siano alla zia in vacanza a Cuba e 3 ore di conversazione notturna coll’amoretto annoiato… il cellulare e’ un dispositivo personale, afferente alla sfera della persona… qualunque tentativo di separare perfettamente il ruolo professionale dal resto e’ una complicazione o un costo in piu’. Quanto costa, per esempio, l’opzione dual di Vodafone? Probabilmente di piu’ di quanto spenderesti nel telefonare tutti i giorni a casa quando esci dal comune per dire “sto uscendo, butta la pasta che c’ho fame”.

  19. Polemico74:

    Il problema non è il costo dei consiglieri e della politica in generale, ma il rendimento.

    Il resto è solo demagogia spiccia

  20. Rudy:

    Vabbè moltissimi fanno il ragionamento secondo cui l’auto è comunque più comoda rispetto ai mezzi pubblici perché “così arrivo prima al lavoro e devo anche fare la spesa e a volte devo trasportare qualcosa” e poi la usano sempre.
    Non mi pare un ragionamento del tutto sensato il tuo.
    Probabilmente la cosa migliore sta nel mezzo: uso dell’auto solo quando indispensabile, e per il resto bici o mezzi pubblici per andare al lavoro.

  21. vb:

    @mfp: Ovviamente se voglio usare il cellulare di servizio per chiamate personali farò l’opzione per farmele addebitare separatamente sul mio conto.

  22. mfp:

    vb, stavo suggerendo il contrario… cioe’ di non preoccuparti se spendi 1 euro al giorno di telefonate personali con il cell comunale… non sono i 30 euro di limatura a far fallire il paese. E’ l’abuso che (a) infastidisce noi popolame, e (b) fa condannare per peculato o fattispecie analoghe. Solo l’abuso. E non e’ ORO, che devi lavorare con il vassoietto sotto gli strumenti per raccogliere la limatura; e’ Aria, Fuffa, Il Nulla Cosmico; e’ un servizio che dovrebbe essere reso a titolo gratuito alle PA e a modica cifra a tutti gli altri.

    Cmq, commentavo perche’ mi era parso di capire che volevi usare una doppia sim… non avevo pensato al codice di preselezione… sai… sono anni che faccio di tutto per non dare soldi alle telco, compreso non telefonare a parenti e amici… non sono pratico ;)

  23. daniela:

    Fatevi fornire la dotazione informatica (netbook e computer da ufficio) senza os. Basta tangenti alla microsoft corporation. So che praticamente è impossibile ma almeno farne richiesta potrebbe essere un segnale per cominciare.

  24. luca:

    Da altre parti ho letto questo di fisso:

    COMUNE DI TORINO
    – sindaco (Chiamparino) € 9.123,53;
    – Vice Sindaco € 6.842,65;
    – Assessori comunali € 5.930,31
    – Presidente del Consiglio comunale: € 5.930,06;
    – Consiglieri comunali: € 3.142,00;

    (a questi poi vanno aggunti i gettoni di presenza che dici)

    Qualcuno di informato può dare dei significati a queste cifre già prima esposte?sinceramente anche a me pare una miseria quello che dice questo articolo. Non perchè è poco come stipendio ma perchè rapportato a quelli di un consiglio comunale piccolo sono praticamente uguali

  25. Redsox:

    Per una volta vado controcorrente: in realtà qualunque benefit dato ai politici può essere considerato utile al miglior svolgimento del loro lavoro.
    Molte persone svolgerebbero meglio il proprio lavoro se avessero benefit di ogni tipo… però avere il pullman gratis per tutto l’anno è un (piccolo) privilegio.
    Detto questo, se ti daranno solo 1300 euro allora puoi accettare, considererò i bonus come integrazione del piccolo stipendio e non come privilegio.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2019 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike