Sky
Vittorio vb Bertola
Fasendse vëdde an sla Ragnà dal 1995

Dum 5 - 15:52
Cerea, përson-a sconòssua!
Italiano English Piemonteis
chi i son
chi i son
guida al sit
guida al sit
neuve ant ël sit
neuve ant ël sit
licensa
licensa
contatame
contatame
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vej blog
vej blog
përsonal
papé
papé
fotografie
fotografie
video
video
musica
musica
atività
net governance
net governance
consej comunal
consej comunal
software
software
agiut
howto
howto
internet faq
internet faq
usenet e faq
usenet e faq
autre ròbe
ël piemonteis
ël piemonteis
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
vej programa
vej programa
travaj
consulense
consulense
conferense
conferense
treuvo travaj
treuvo travaj
angel dj'afé
angel dj'afé
sit e software
sit e software
menagé
login
login
tò vb
tò vb
registrassion
registrassion

Archivio per il giorno 10 Aprile 2010


sabato 10 Aprile 2010, 12:05

Le ipoteche del Fila

Per parlare nel dettaglio della storia dello Stadio Filadelfia e delle manovre attorno alla sua ricostruzione ci vorrebbe un libro (comunque, in rete potete trovare un buon riassunto).

In breve, per√≤, la situazione si pu√≤ riassumere spiegando che quell’area fa gola a parole ai politici per via del consenso che porterebbe la ricostruzione, ma soprattutto fa gola in sostanza a speculatori di vario genere, tutti pi√Ļ o meno ammanicati politicamente, per il valore edilizio che avrebbero un centro commerciale o una serie di palazzine costruiti su di un’area relativamente centrale come quella. In termini economici, nessuno ha interesse a ricostruire il Fila come dovrebbe essere, cio√® un centro sportivo al servizio del Torino e del quartiere; le altre ipotesi – compreso il “centro sportivo” costituito da un campo di subbuteo circondato da negozi – sono molto pi√Ļ redditizie.

Le manovre sono state tante, e l’ultima scusa per bloccare la ricostruzione era data dalle ipoteche derivanti dal fallimento della Ergom di Cimminelli. Il terreno, infatti, era di Cimminelli, che aveva anche messo dei soldi (3,5 milioni di euro) a garanzia della ricostruzione, insieme ad un altro milione di euro messo dalla Bennet come oneri di urbanizzazione, in cambio della possibilit√† di costruire il supermercato (gi√† fatto e attivo da anni) nella vicina area “ex Chinino”. Gi√† tre anni fa il Comune si era “dimenticato” di riscuotere i 3,5 milioni di euro: ricordiamo infatti che dopo il fallimento il terreno del Fila √® tornato al Comune, ma il patrimonio della Ergom, con annessi e connessi, √® finito, indovinate un po’, alla Fiat. La questione del credito pareva per√≤ risolta, e insomma, il terreno c’√®, i soldi (privati!) ci sono, perch√© non si costruisce?

Era poi venuto fuori – solo dopo indagini e insistenze da parte dei tifosi – che il problema era il seguente: l’area del Filadelfia era stata ipotecata dall’Agenzia delle Entrate, a garanzia di tasse non pagate dalla Ergom in seguito al fallimento. Anche questo per√≤ non doveva essere un problema: i soldi c’erano, bastava che il Comune ne usasse un po’ per riscattare il terreno dall’ipoteca. E per√≤, per anni, questo non √® successo… mentre hanno cominciato a spuntare come i funghi nuove ipotesi di campi di subbuteo circondate da negozi, promosse da questa o quella cordata.

Ieri, invece, √® stata una giornata storica: finalmente il Comune di Torino, sotto la pressione rumorosa dei tifosi, ha accettato di pagare 535.000 euro (non pubblici: presi dai crediti di cui sopra) e annullare l’ipoteca. Come mai?

Beh, certo non stupir√† che la cosa sia avvenuta dieci giorni dopo l’elezione regionale inaspettatamente persa dal centrosinistra – in cui, tra l’altro, il neo consigliere regionale leghista Carossa ha fatto ampie promesse in merito. Se prima la filosofia di Chiamparino era “non ho pi√Ļ bisogno di loro” (cio√© dei voti dei tifosi), come dichiar√≤ durante una travagliata seduta di consiglio comunale in cui si discuteva della faccenda, ora il centrosinistra se la fa sotto all’idea di perdere anche il Comune: e dunque, magicamente, le ipoteche sul Fila si sono sbloccate.

Penso male? Giudicate voi…

divider
 
Creative Commons License
Cost sit a l'è (C) 1995-2020 ëd Vittorio Bertola - Informassion sla privacy e sij cookies
Certidun drit riservà për la licensa Creative Commons Atribussion - Nen comersial - Condivide parej
Attribution Noncommercial Sharealike