Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Dom 16 - 15:03
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
venerdì 23 Ottobre 2009, 15:30

Integrazione compiuta

Stamattina, al solito Lidl in cui faccio la spesa, si √® verificato un evento epocale. Premetto che faccio la spesa nei discount ormai da cinque o sei anni, e in questo periodo ho potuto orecchiare tutte le lingue del mondo: romeno, pugliese, arabo, cinese, veneto, tamarro (nei dialetti “tamarro di via Artom”, “tamarro delle Vallette” e “tamarro di Cascine Vica”) e numerose lingue africane. Ma √® la prima volta che in mezzo ai corridoi del Lidl trovo due clienti – lui sulla cinquantina, lei oltre i settanta, madre e figlio – che si parlano in piemontese stretto.

Certo, forse sarebbe stato meglio se l’integrazione fosse avvenuta attraverso un cambiamento al rialzo del livello economico degli immigrati, invece che attraverso un cambiamento al ribasso di quello della ex classe media autoctona. Tuttavia, mentre mettevo nel mio carrello la confezione scorta di prodotto per friggere e un tronchetto di marzapane e cioccolato crucco fino nell’anima, non ho potuto evitare di sorridere.

[tags]lidl, discount, integrazione[/tags]

divider

4 commenti a “Integrazione compiuta”

  1. Bruno:

    Non solo: l’altro giorno, a Porta Palazzo, ho comprato i rubat√† prodotti nel Panificio Al-Wafaa, C.so Grosseto, Torino. Con tanto di orgogliosa etichetta “Grissini torinesi Al-Wafaa”.

  2. LILITH:

    Bambino nero che si rivolge alla mamma nera parlando italiano con un accento degno dei migliori Ferrero&Pautasso, con tanto di neh? finale….per me il miglior torinese dell’anno !!!!

  3. Mike:

    E’ perche` non frequenti gli hard discount giusti: dipende dalla zona e dalla catena di discount. Nell LD di Alpignano e` molto facile incontrare delle madame, cosi` come in quello di Cascine Vica. LD di Beinasco non pervenuto.

  4. mfp:

    “un tronchetto di marzapane e cioccolato crucco fino nell‚Äôanima”

    Se mai diventero’ gay – cosa attualmente improbabile, ma nella vita TUTTO puo’ SEMPRE accadere – ti faccio la corte fino allo stalking, ‘na cosa di quelle morbose… tipo le tizie che fanno l’hola ai malviventi davanti ai tribunali… la poesia popolare m’ha sempre arrapato la mente…

    DEBUG MODE: come ce la vedi una virgola tra “crucco” e “fino nell’anima”? Secondo me alla prossima revisione di questo post, ie: tra 20 anni circa, dovresti spararlo cosi’… usare cioe’ la parola “fino” non per indicare il punto fino a dove e’ “crucco”, ma come secondo aggettivo (ie: “fino” per “sottile”). Piu’ info, paradossale (il crucco e’ massiccio, spesso appare grezzo; mentre “sottile”…), 1 solo carattere in piu’.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2024 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike