Sky
Vittorio vb Bertola
Affacciato sul Web dal 1995

Mer 20 - 17:45
Ciao, essere umano non identificato!
Italiano English Piemonteis
home
home
home
chi sono
chi sono
guida al sito
guida al sito
novità nel sito
novità nel sito
licenza
licenza
contattami
contattami
blog
near a tree [it]
near a tree [it]
vecchi blog
vecchi blog
personale
documenti
documenti
foto
foto
video
video
musica
musica
attività
net governance
net governance
cons. comunale
cons. comunale
software
software
aiuto
howto
howto
guida a internet
guida a internet
usenet e faq
usenet e faq
il resto
il piemontese
il piemontese
conan
conan
mononoke hime
mononoke hime
software antico
software antico
lavoro
consulenze
consulenze
conferenze
conferenze
job placement
job placement
business angel
business angel
siti e software
siti e software
admin
login
login
your vb
your vb
registrazione
registrazione
mercoledì 27 Gennaio 2010, 13:16

Nuove a Porta Nuova

Ieri, dopo alcune settimane dalla mia ultima e turbolenta visita, ho preso un treno da Porta Nuova.

Con la ristrutturazione Porta Nuova ci ha guadagnato in sicurezza e luminosit√†, ma si √® anche trasformata in un contenitore semivuoto di negozi e attivit√† commerciali perennemente “in prossima apertura”. Se dovessi scommettere, penso che molte non apriranno mai, a meno di un improbabile cambio di clima economico; scommetterei anche che parte dello sciagurato tentativo di abolire la fermata di Porta Susa dei treni alta velocit√† fosse legato all’idea di costringere la parte pi√Ļ danarosa della clientela ad attraversare per forza il centro commerciale di Porta Nuova per prendere il treno per Milano.

Comunque, in queste ultime settimane qualcosa √® cambiato: infatti, dopo una brevissima esistenza, hanno gi√† chiuso la nuova biglietteria allestita nella sala dai soffitti di legno sul lato di via Nizza, e l’hanno spostata in un nuovo vano davanti ai binari, lato via Sacchi. Bene, finalmente sar√† una sistemazione definitiva? Mah, spero di no: infatti la nuova biglietteria √® ancora pi√Ļ piccola della precedente, e pur essendo andato in un momento di morta (le 11:30 del mattino) la coda era di una ventina abbondante di persone.

Per non parlare del fatto che anche qui, sebbene in maniera meno devastante che a Milano Centrale (a Mil√†n fanno sempre le cose in grande), sono riusciti ad abbattere l’efficienza del percorso di accesso ai treni. Se i nostri padri nel 1861 avevano costruito la stazione con la biglietteria esattamente al centro c’era un motivo: entrando da qualsiasi ingresso si convergeva direttamente al centro, si faceva il biglietto e si andava dritti ai binari. Oggi no; bisogna arrivare fino ai binari, andare fino in fondo al lato destro, fare il biglietto, e poi se il treno √® sui primi binari bisogna riattraversare tutta la stazione. D’altra parte, logicamente al centro della stazione ci deve stare un negozio di intimo per signora, no?

In compenso ha aperto il nuovo supermercato, presso l’ingresso su via Sacchi circa a met√† della stazione. E ho trovato molto indicativo sull’attuale stato di Torino che esso sia in realt√† un discount della catena Dico

divider

5 commenti a “Nuove a Porta Nuova”

  1. mosk:

    Errore: nel 1861 lo spazio centrale dove fino a poco tempo fa c’erano le biglietterie era occupato dai binari, come si pu√≤ vedere qui:
    http://www.grandistazioni.it/cms-file/immagini/grandistazioni/TO_p_1908_533x350.jpg
    Pu√≤ anche darsi che all’epoca i biglietti si facessero direttamente sul treno e che non ci fosse la biglietteria a terra

  2. .mau.:

    la biglietteria era lì già il 18 dicembre, però.
    Comunque a Porta Nuova la distanza per arrivare ai treni è rimasta la stessa, direi.

  3. vb:

    S√¨, perlomeno non devi infilarti nei sotterranei e poi fare i tornanti su tapis roulant lentissimi…

    (In realt√† c’√® un leggero allungamento perch√© hanno chiuso i corridoi laterali sostituendoli con un solo passaggio centrale circondato dai negozi, anche se ora pare che riaprano dei corridoi sui lati per mettere negozi anche l√¨)

  4. Bruno:

    Certo che se i nostri bisnonni avevano fatto le ferrovie in un certo modo, dovevano avere sicuramente motivazioni valide. Io farei tutto come a quei tempi: una bella biglietteria grande al centro, senza quelle noiose macchinette sparse per la stazione a distribuire biglietti. E senza internet per prenotare i biglietti. Questa cosa delle linee elettrificate, poi… Meglio il carbone, come nel 1861!

  5. mfp:

    vb, dipende… se aggiungi una tabella che funge da indice… ovvero una cartina all’ingresso… e’ meglio come e’ ora. Ma se metti solo le macchinette sparse qui e li’… dimenticando freudianamente la cartina perche’ a fare il lavoro e’ il 16esimo passamano rispetto a chi ha preso il bando…

    tip: per lo meno credo sia analogo alla paginazione lru che mi e’ stata spiegata ieri da un giovane informatico.

 
Creative Commons License
Questo sito è (C) 1995-2021 di Vittorio Bertola - Informativa privacy e cookie
Alcuni diritti riservati secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo
Attribution Noncommercial Sharealike